Ternana-A.J. Fano 0-1. Esonerato De Canio

TERNANA SENZA GIOCO, LASCIA VIA LIBERA AL FANO CHE VINCE 1 A 0 SU CALCIO DI RIGORE ALLO SCADERE.

LA SOCIETA’ ANNUNCIA L’ESONERO DELL’ALLENATORE LUIGI DE CANIO. AL SUO POSTO STA PER ARRIVARE ALESSANDRO CALORI CON UN CONTRATTO DI UN ANNO E MEZZO FINO ALL’ESTATE DEL 2020.

È ripreso il campionato di Lega Pro dopo la sosta invernale con la seconda giornata del girone di ritorno, che ha visto la Ternana impegnata contro il Fano.

Partita che è costata cara all’allenatore rossoverde Luigi De Canio, esonerato dopo la sconfitta maturata al 91′ su calcio di rigore per merito di Ferrante.

Il nuovo tecnico sarà Alessandro Calori con un contratto di un anno e mezzo.

La Ternana avrebbe meritato il pareggio, ma le pessime condizioni in cui versa la squadra, hanno indotto la società a prendere una decisione importante.

“Comunichiamo l’esonero di De Canio – tuona in sala stampa il presidente Stefano Ranucci – raccontiamo quello che è successo adesso”.

“Devo tirare fuori questa squadra e provare a dare una svolta – gli fa eco il neo direttore sportivo Luca Leone – per il mercato saremo vigili solo su calciatori che potranno darci qualcosa in più. Ci vorranno quindi giocatori importanti. Mi sento comunque responsabile per aiutare il gruppo ad uscire da questa situazione”.

“La squadra è di per se di tutto rispetto – commenta il presidente – non ha senso fare degli inserimenti se non mirati, che possano aumentare la qualità del gruppo. Il tempo per recuperare c’è. Mi dispiace solamente non avere dato alla piazza gioie che avrebbe meritato. Il progetto deve andare comunque avanti con il nuovo allenatore, visto che martedì si tornerà subito in campo”.

Per quanto riguarda, invece, la partita contro il Fano diciamo che l’unica novità in casa rossoverde è stata il centrocampista Fabrizio Paghera, schierato da De Canio nella mediana a tre con Altobelli e Pobega, mentre Defendi è stato retrocesso sulla linea dei terzini con Lopez in un reparto difensivo a quattro, che ha previsto anche l’utilizzo di Dikite’ e Bergamelli nel ruolo di centrali.

Con Iannarilli in porta, il tecnico lucano ha scelto di giocare con il tridente offensivo affidando a Frediani e Bifulco le fasce laterali con Marilungo centrale.

Avversaria della Ternana questa settimana l’Alma Juventus Fano di mister Epifani, che a Terni ha optato per un modulo 3-5-2 infoltendo quindi il centrocampo diventato a cinque con Celli, Setola, Lazzari, Selasi e Tascone a supporto delle due punte di ruolo Ferrante e Scardina. Per quanto riguarda la retroguardia, invece, troviamo Sarr tra i pali davanti a Vitturini, Konate’ e Sosa.

“Sono felice per i ragazzi – dice l’allenatore marchigiano Massimo Epifani. Stiamo facendo passi da gigante da un po’ di tempo a questa parte. Venivamo da certe situazioni negative dove ci sentivamo vittime, ma il calcio a ti rida’ quello che hai perso e lo abbiamo fatto facendo attenzione alla fase difensiva e alle ripartenze”.

La partita ha stentato a lungo a “decollare” con due squadre che, evidentemente, hanno seri problemi a costruire l’azione con la mancanza di idee da entrambe le parti, passaggi sbagliati al momento della rifinitura e lanci lunghi senza costrutto.

Isolata al 22′ la prima palla goal dell’incontro, comunque importante per la Ternana, capitata al momento giusto sui piedi del centroavanti Marilungo, la cui girata è stata alzata in calcio d’angolo dal portiere fanese Sarr.

Si è dovuto poi aspettare il 36′ per vedere il secondo tiro in porta “degno di tale nome” sempre della Ternana, che ha liberato bene Bifulco in area del Fano.

Il tiro in diagonale di quest’ultimo è stato ottimamente respinto da Sarr in tuffo.

Ha “aumentato i giri” la squadra di casa, come nella logica del pronostico, ma al “pallino del gioco” non ha fatto seguito la brillantezza nello sviluppo dell’azione sia per quanto riguarda la velocità, che la precisione nella verticalizzazione.

È venuto fuori un primo tempo mediocre dove la Ternana non ha capitalizzato il suo maggiore tasso tecnico, il più delle volte inespresso fino a questo momento.

Al 14′ della ripresa Frediani è scattato sul filo del fuorigioco presentandosi davanti a Sarr ed ha scelto di saltarlo con un intelligente pallonetto non facendo i conti sulla comprovata abilità del portiere del Fano, che ci ha messo una mano provvidenziale deviando oltre il fondo una potenziale azione da goal.

Il Fano ha risposto con il suo centroavanti di “grido”, Ferrante che al minuto ventisei ha scagliato il tiro sul primo palo per la bella risposta in volo di Iannarilli.

Break centrale di Pobega interessante nella preparazione dell’azione, ma senza un particolare esisto nella conclusione, mentre al 34′ ci ha provato Marilungo con il portiere del Fano ancora decisivo sull’attaccante centrale della Ternana.

“Non è stata una partita facile – commenta il vero protagonista dell’incontro, il bravo portiere del Fano Sarr – oggi ho fatto belle parate. Tante volte fai bene lo stesso e magari prendi un tiro alla fine e perdi la partita”.

Succede proprio così. Non è stata una bella Ternana, ma la sconfitta è di troppo.

Infatti al 90′ Iannarilli è intervenuto scompostamente su Scardina inducendo l’arbitro a concedere un calcio di rigore al Fano, trasformato da Ferrante.

“Sono contento del lavoro svolto in settimana e di avere vinto contro una squadra forte come la Ternana. Un buon inizio anno – dice l’autore del goal partita – il nostro intento e stato quello di rimanere compatti in difesa e lucidi, siamo stati bravi anche a ripartire in contropiede. Da domani c’è da pensare al Sud Tirol”.

Il Tabellino

TERNANA (4-3-3): Iannarilli, Defendi, Diakite’, Bergamelli, Lopez, Altobelli (10′ st. Salzano), Paghera (32′ st. Rivas), Pobega (32′ st. Giraudo), Frediani (24′ st. Butic), Marilungo, Bifulco (10′ st. Nicastro). All. L. De Canio

A.J. FANO (3-5-2): Sarr, Vitturini, Konate’, Sosa, Celli, Setola, Lazzari (20′ st. Lulli), Selasi (43′ st. Acquadro), Tascone (20′ st. Ndiaye), Ferrante, Scardina.

All. M. Epifania

ARBITRO: Luigi Carella di Bari

ASSISTENTI: Francesco Bruni (Bari) – Paolo Laudato (Taranto)

RETI: 91′ Ferrante (A.J. Fano) su calcio di rigore

AMMONITI: Vitturini (A.J. Fano); Iannarilli (Ternana); Konate (A.J. Fano); Acquadro (A.J. Fano)

RECUPERO: 1′ pt.; 4′ st.

ANGOLI: 5 a 2 per la Ternana

Stefano Giovagnoli