Uefa Europa League: finale Liverpool-Siiviglia

La squadra di Klopp raggiunge l’obiettivo , Villareal eliminato. I, Siviglia a caccia del quqionto successo consecutivo

Liverpool – Villareal 3-1 (andata 1-0)

Bastano solo 7 minuti e il Liverpool riapre i giochi: Clyne mette la palla in area dalla destra, il portiere tocca e sul contrcross di Firmino Bruno Soriano si trova la posto giusto sulla deviazione di Sturrige.

Gli inglesi  non rallentano , il Villareal è schiacciato nella propria metà camp.

Nel finale di primo tempo Bakambu impegna Mignolet.

Nel secondo tempo subito Villareal , ancora Bakambu fermato da una diagonale perfetta da Lovren.

Il Liverpool  riprende le redini del gioco Al 63′, arriva il raddoppio inglese: incontenibile  Firmino, , pesca Sturridge in area, la punta la mette tra le gambe di Areola . Al 71′ Villareal in dieci  Ruiz tira pestone a Lallana , secondo giallo per il difensore.  Marcelino mette in campo Bonera .  81′ arriva la rete che chiude la gara: ancora Firmino, da cui partono tutti e tre i gol, arriva sul fondo e la mette in area. Sturridge sbuccia il pallone e Lallana, davanti alla linea, la appoggia in rete. Nel finale Allan si divora la rete per siglare il poker.

 

 

SIVIGLIA-SHAKHTAR DONETSK 3-1 (andata 2-2)

Quattro finali disputate, tutte e quattro vinte. Il prossimo 18 maggio il Siviglia andrà alla caccia del quinto successo a al St. Jakob Park di Basilea. La notte del Sanchez-Pizjuan è perfetta per la squadra di Emery, che aggredisce l’avversario sin dal primo minuto e alla lunga non può che avere la meglio, testimoniando ulteriormente la supremazia del calcio spagnolo. Al 9′ un erroraccio di Malyshev manda in porta lo scatenato Gameiro, che batte Pyatov col destro per l’1-0. Il Siviglia gioca bene, ma lo Shakhtar resta sornione e al 44′ punisce gli andalusi con una grande giocata di Marlos: il brasiliano scappa in contropiede e manda in porta il croato Eduardo, abile a beffare Soria con un interno mancino. Nella ripresa, però, non c’è proprio partita. Il Siviglia va avanti ancora con Gameiro al 47′: gran filtrante di Krychowiak, il francese (che non può non stuzzicare i pensieri di Deschamps in ottica Euro 2016) salta Pyatov e deposita in rete col sinistro. E al 59′ arriva anche la mazzata finale per lo Shakhtar. A darla è Mariano, con un siluro di destro che trafigge l’incolpevole portiere ucraino. Ottima anche la prova di Banega, futuro interista, osannato alla sua uscita dai tifosi andalusi ma a dire il vero protagonista di una manata su Stepanenko che poteva costargli il secondo giallo. Finisce 3-1, in finale ci va uno storico Siviglia: il 18 maggio sarà duello con il Liverpool di Klopp.