Le stampelle azzurre in campo a Nuvolera

La Nazionale Calcio Amputati Csi torna in campo nel weekend nell’ambito della “European Amputee Football Weeks”. Sabato 21 maggio l’incontro con gli studenti delle scuole secondarie per affrontare il tema dell’inclusione nello sport

 

Nell’ambito della “European Amputee Football Weeks”, promossa dal 14 maggio al 12 giugno dalla Eaff (European Amputee Football Federation) in 10 Paesi europei 2016, il Centro Sportivo Italiano sarà protagonista a Nuvolera (Bs) con la Nazionale Italiana Calcio Amputati in un fine settimana denso di significato.

Gli azzurri, nella mattinata di sabato 21 maggio incontreranno a Nuvolento gli studenti delle scuole secondarie di primo grado insieme a quelli di Paitone e Nuvolera, per affrontare l’importante tema dell’inclusione di cui la Nazionale rappresenta un esempio ideale.

Nel pomeriggio, alle 17, le “stampelle azzurre” si alleneranno sul campo sportivo dell’oratorio di Nuvolera. Nella mattinata di domenica 22 maggio, alle 10:30, nel campo sportivo Saleridi è in programma una sfida a ranghi misti tra la prima squadra della società di Terza Categoria del Nuvolera calcio e i ragazzi della nazionale.

Questi i convocati dai Ct Renzo Vergnani e Paolo Zarzana: Daniel Priami, Pierre Gardino, Luca Zavatti, Arturo Mariani, Francesco Messori, Emanuele Padoan, Daniele Piana, Paolo Capasso, Salvatore La Manna, Carlo Avelli, Roberto Sodero, Lorenzo Marcantognini, Salvatore Iudica, Alessandro Pighi.

Uno dei due Ct, il modenese Paolo Zarzana, evidenzia i punti di forza degli azzurri e già pensa al prossimo appuntamento europeo: «Questo weekend mancherà uno dei nostri pilastri, Gianni Sasso, perché si sta preparando per le Olimpiadi di Triathlon. È il nostro bomber, che gioca in coppia con Emanuele Padoan. Con noi c’è anche Salvatore La Manna, medaglia d’oro al valore per aver perso una gamba in Libano. Tra i pali il vero fuoriclasse è il livornese Daniel Priami, che era titolare del Cecina in serie D. Poi per uno scontro di gioco perse il braccio per complicazioni post operatorie. I prossimi impegni ci vedranno agli Europei e al 6 nazioni a Varsavia con le squadre più forti in Europa. Puntiamo a passare il girone eliminatorio. Poi tutto quello che arriva va bene. In questi anni siamo migliorati molto sotto il punto di vista del gioco, ma rispetto alle altre squadre europee ci manca ancora qualcosa».

«Siamo orgogliosi che il raduno di Nuvolera faccia parte della “European Amputee Football Weeks” – spiega la Responsabile Nazionale Sport Disabili del CSI Anna Maria Manara – un progetto europeo nato per favorire la pratica sportiva per tutti, senza barriere. Lo slogan dell’iniziativa “Unisciti a noi! Insieme tutto è possibile!” è molto vicino alla vocazione del CSI nel promuovere lo sport integrato oltre barriere e pregiudizi».

Felice Alborghetti