Doppio colpo grosso: il ventennale termina in gloria

 Sei punti in quattro partite. Medie da urlo a cui dirigenza e tifoseria non erano più abituate. Frutto di risultati insperati che le due ammiraglie giallo blu confezionano nel modo migliore mostrando finalmente un valore del collettivo che fino a domenica era rimasto particolarmente inespresso.

La A1 dei veterani di lusso è l’unica a frenare una Top Spin Messina che assomma cinque punti in tre giorni (vittime senza scampo Marcozzi e Cral Roma); e poi alle porte dell’inverno diventa la squadra più forte della Sardegna ingarbugliando con sagacia e maestria le fantasie per ora inespresse del club cagliaritano, fanalino di coda. La salvezza è ancora lontana, ma con questi ritmi si può fare il miracolo.

Ancor più strabiliante l’acuto delle donne che interrompono l’imbattibilità del Cortemaggiore grazie anche alla pre tattica del “maestro in panca” Eliseo Litterio e poi pareggiano nuovamente con l’Eppan portandosi a soli due punti dalla quarta posizione, utile per arrivare ai play off.

Di colpo in casa Tennistavolo Norbello spunta l’arcobaleno e le liete notizie vengono irrobustite dallo sblocco psicologico della C1 che dopo tre sconfitte consecutive ritrova in trasferta la via della speranza, trascinata da una irresistibile Ana Brzan “ammazzatutti”.

“Ho trascorso tre giorni di incalcolabile goduria – risalta il presidente Simone Carrucciu – perché sul campo, e quindi con i fatti, abbiamo dato una svolta più che positiva alla stagione. Tra le note positive anche l’aver lasciato a bocca asciutta due “rivali” storiche con le quali, da quando stazioniamo nelle massime serie nazionali, diamo vita a match sempre combattuti. L’importante è che queste prodezze non rimangano isolate ma che siano il segno tangibile di una serenità ritrovata e di uno spirito di squadra che va a rafforzarsi col tempo. Ringrazio tutti gli atleti per l’euforia che sono riusciti a generare nell’ambiente e auguro a loro, ai nostri dirigenti, tifosi e simpatizzanti un periodo natalizio colmo di soddisfazioni”.

Campionato Serie A1 Maschile – Girone Unico Nazionale

Prima giornata di ritorno

Giovedì 13 dicembre 2018

Ore 18:30

Settima giornata di andata

Sabato 15 dicembre 2018

Ore 18:30

Sede di Gioco

Palestra Comunale – Norbello (Or)

Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer

Top Spin Messina

3

3

Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer

Marcozzi Cagliari

4

1

LE ABILITA’ DI TSIOKAS AFFIORANO GRADUALMENTE

Come nella gara di due giorni prima con il Messina, ad assistere il quartetto locale composto da Ntaniel Tsiokas, Omotayo Olajide, Catalin Daniel Negrila e Maxim Kuznetsov c’è l’esperto tecnico Franco Esposito. Dall’altra parte del campo staziona il consolidato organico avversario: Gabriele Piciulin, Johnny Oyebode, Makanjuola Kazeem. Opposto al nigeriano della Marcozzi Tsiokas esprime un gioco solido: Kazeem probabilmente è poco abituato ad affrontare le difese. Solo nel terzo set si è vista una minima reazione ospite dal momento che è terminato ai vantaggi.

Sull’impostazione tattica impressa da Catalin Negrila nella sfida con Oyebode nessuno ha avuto da ridire. L’italo rumeno è sempre stato in partita, non riuscendo però a cogliere le opportunità per dirigerla a suo favore: le imprecisioni dell’atleta di marca guilcerina sono giunte durante i momenti clou dell’incontro.

Il match nodale lo vivono Omotayo e Piciulin. Il giocatore più insidioso della Marcozzi sembra tracciare a suo favore le linee della contesa aggiudicandosi i primi due set e comandando anche nella prima parte della frazione successiva. Dalla panchina locale giungono continue esortazioni al compagno affinché scacci la parola “tilt” dalla sua testa. Il lavaggio del cervello trova in Negrila il più fervente propugnatore: quando la disfatta sembra materializzarsi ecco che “Omo” riacchiappa le modalità ancestrali che da sempre hanno caratterizzato la sua verve atletica. La rimonta quasi impossibile diventa una piacevole realtà.

Si prosegue con Tsiokas che continua a sciorinare intelligenti intuizioni, plasmate da un senso tattico che ancora non può essere architettato dal sedicenne di belle speranze qual è Johnny Oyebode. Colpi d’esperienza nei momenti decisivi, fanno la differenza a favore dell’ellenico.

La sfida tra nigeriani ha senza dubbio premiato un Omotayo apparso più rilassato mentalmente, sicuro delle sue potenzialità visto che conosce sin troppo bene il suo avversario.

PAROLE VINCENTI

Franco Esposito (Tecnico Tennistavolo Norbello): “Il risultato è sempre stato in discussione con partite molto tirate. Sulla vittoria di Omotayo, sotto 2-0 con Piciulin, non ci avrei scommesso grosse cifre. Si è risollevato grazie ai nostri consigli e poi si è reso conto che doveva fare il suo gioco, prevalentemente d’attacco. Restare sulla difensiva, passivamente, a bloccare, non è il suo forte. Mi sono ritrovato con quattro ragazzi veramente eccezionali, li ho conosciuti qualche giorno fa (a parte Maxim) e ho riscontrato subito un grande affiatamento perché si sono rivelati da subito disponibili e motivati, accettando serenamente le mie decisioni. Dopo questa vittoria le possibilità di salvezza accrescono. Giocare in casa ci sta portando bene, speriamo di continuare così, sono fiducioso per il proseguo”.

Ntaniel Tsiokas: “Arriviamo a Norbello carichi di stress per raggiungere a tutti i costi l’obiettivo della prima vittoria stagionale. Nonostante l’ottimo pareggio conquistato con una grande squadra come Messina, avevamo molta paura per l’andamento del derby con la Marcozzi. Ne è scaturito un successo che ha fatto vedere a tutti che nonostante l’avvio stentatissimo siamo un collettivo di qualità. Per un difensore come me gestire questa pallina di plastica non è affatto semplice. Prima che venisse introdotta io riuscivo ad esprimermi molto meglio, ma a furia di provare penso di aver migliorato tantissimo. Con gli impegni del nuovo anno giocheremo con più ottimismo consapevoli che la salvezza si possa conquistare anche ottenendo punti con le squadre notoriamente proibitive. Conoscevo già la Sardegna perché ci sono venuto diversi anni fa. Norbello la dovrò scoprire piano, piano perché in questi giorni il nostro unico obiettivo era di allenarci”.

Catalin Negrila: “Abbiamo assistito ad una grande reazione da parte di tutti; siamo migliorati principalmente sul modo di fare squadra. Ultimamente ci sentiamo più uniti, collaboriamo e ci diamo una mano a vicenda, miglioriamo un poco alla volta e nelle ultime tre partite siamo andati in crescendo. Siamo sempre più fiduciosi e riprendendo i ragionamenti avuti nei giorni scorsi con Eliseo Litterio dobbiamo fare bella figura soprattutto con le squadre di alta classifica perché con risultati concreti in mano aumenta l’autostima e quando si crede in sé stessi tutto diventa più semplice. Credo nella salvezza; abbiamo agguantato Vigevano e dopo il pareggio dell’andata siamo costretti a batterli qui da noi: solo così mettiamo definitivamente in chiaro il discorso permanenza. Sui miei compagni posso dire che Ntaniel sta migliorando tanto rispetto all’inizio del campionato quando una lesione all’avambraccio gli impediva di dare il massimo. Ora è un altro giocatore anche se la qualità della pallina non gli fa esprimere il suo gioco al meglio. Però si sta abituando e reagisce molto bene. Omotayo sta crescendo a livello psicologico, impara ad organizzarsi meglio le partite. Con la giovane età e la forza che possiede riesce a fare la differenza, anche se deve migliorare sulla concentrazione. Poi devo fare i miei complimenti a Maxim Kuznetsov per la bellissima partita disputata con Seretti del Top Spin Messina che ci ha infuso tanta fiducia. Da parte sua è stata una prova davvero eccezionale. Spero anch’io di vincere qualche partita perché mi sta capitando di arrivare a due set vinti ma non riesco a concludere. Il ritorno è tutto da giocare: spero di farcela e aiutare la squadra”.

Maxim Kuznetsov: “Ovviamente non è stato semplice vincere il derby, ma ci è andato bene tutto. Girare la formazione è convenuto perché siamo stati accontentati sugli incontri che cercavamo. Lo definirei un piccolo vantaggio psicologico, a parte la sconfitta di Catalin che secondo me meritava tutt’altra sorte. Ha commesso qualche errore facendo la cosa giusta, ma se avesse vinto non avrebbe rubato. Senza nulla togliere a Johnny Oyebode, atleta molto allenato che nei momenti decisivi ha offerto dei numeri eccezionali. Omotayo è stato bravo a reagire, a non deprimersi e a trovare la via giusta per il recupero. Si vedeva che aveva tutte le carte in regola per vincere esprimendo il suo gioco. Ntaniel cresce nel suo gioco dimostrando anche nei fatti di essere un campione. La vittoria è meritata, siamo sempre stati a comandare il gioco. Dopo un’eternità (14 aprile 2018, proprio contro la Marcozzi) ritorniamo a vincere e la classifica si accorcia perché raggiungiamo il Lomellino. La salvezza non è più una chimera”.

Campionato Serie A1 femminile – Girone Unico Nazionale

Seconda giornata di ritorno

Domenica 16 dicembre 2018

Ore 11:00

Terza giornata di ritorno

Domenica 16 dicembre 2018

Ore 14:30

Sede di Gioco

Palestra Scuole Medie – Bagnolo San Vito (Mn)

Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer

Teco Corte Auto

4

2

Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer

ASV Eppan

3

3

SALVEZZA QUASI CERTA, PLAY OFF A SOLI DUE PUNTI

Comincia con un’impennata da manuale l’esperienza nel quinto concentramento stagionale della A1 femminile con la vittoria pesante ai danni della vicecapolista imbattuta Cortemaggiore. Eliseo Litterio indovina la formazione e riesce a “salvare” Magda Sikorska dall’insidiosa e invincibile pongista ceca Renata Stribikova. La particolare giornata di grazia della polacca accasatasi col club norbellese si tramuta in due punti ottenuti prima contro la pur pericolosissima Ganna Farladanska e poi con la giovane Arianna Barani (che la mette un po’ in difficoltà, battendola solo al quinto set).

Gli effetti benefici del sorteggio investono pure la quasi quindicenne Gaia Smargiassi che si toglie la soddisfazione di battere la n. 15 d’Italia Barani.

Diana Styhar giganteggia nel derby ucraino contro la sua amica Ganna Farladanska.

Anche nella seconda gara prevista contro l’Eppan le speranze che certi accoppiamenti trovino forme e sostanze vengono esaudite. Sikorska realizza un’altra doppietta imponendosi su Giulia Cavalli e sulla n. 1 Debora Vivarelli. Diana riscatta la sconfitta dell’andata contro la sempre pericolosa Zancaner, mentre in questa circostanza rimane all’asciutto Gaia superata nettamente sia dalla difesa dell’Eppan, sia da Cavalli. Nel prossimo concentramento del 20 gennaio 2019 sfida cruciale contro l’Athletic Club Genova che attualmente occupa la quarta posizione con 2 punti di vantaggio sulle giallo blu.

LE SENSAZIONI PIACEVOLI DI ELISEO E MAGDA

I due punti inaspettati ottenuti nel match contro il team magiostrino sono frutto anche della pretattica. Ed Eliseo Litterio ci ha lavorato molto nei giorni precedenti: “Ho vissuto una giornata veramente positiva – sottolinea il tecnico molisano – e mi fa piacere che si sia riusciti ad approfittare del sorteggio favorevole, che ha permesso a Gaia di battersela con la n. 3 avversaria. E Diana, ascoltando attentamente i miei consigli, è riuscita ad avere la meglio su Ganna Farladanska in una gara a senso unico. Gaia deve ancora disciplinarsi in campo e piano, piano i risultati arriveranno. Con l’Eppan sono riuscito ad ottenere gli accoppiamenti, risultati vincenti, Sikorska – Vivarelli e Styhar – Zancaner. In quest’ultimo caso, l’altra volta Diana aveva regalato il match all’avversaria. I cinque punti di vantaggio sul Vallecamonica ci danno la quasi totale tranquillità in chiave salvezza”.

Anche Magdalena Sikorska non nasconde la soddisfazione per il poker di successi accumulato a Bagnolo San Vito: “Siamo molto contente dei tre punti che saranno importanti anche nell’ottica play off. Con Cortemaggiore giochiamo tutte molto bene e questo ci ha portato a vincere. Penso che il 3-3 con l’Eppan sia stato un risultato positivo perché è una squadra forte. Il campionato italiano ha molte squadre allo stesso livello, quindi tutto può succedere. Dobbiamo concentrarci su ogni partita. Abbiamo un buon spirito di squadra e ci aiutiamo a vicenda”.

Campionato Serie C1 Maschile – Girone “O” Nazionale

Settima giornata di andata

Domenica 16 dicembre 2018

Ore 11:00

Sede di Gioco

Istituto Comprensivo Nitti – via Nitti – Roma (CA)

Eos Roma Zefiro

A.S.D. Tennistavolo Norbello

3

5

INTERROTTO IL PERIODO DI VACCHE MAGRE

Nella palestra romana le due contendenti sono affamate di punti. Eroina della giornata viene proclamata Ana Brzan che sostituisce egregiamente Andrea Zuccato realizzando un regale tre su tre. Necessaria anche la doppietta di Cesare Mozzi, mentre Federico Concas è alla ricerca di un assetto migliore. La classifica è sempre precaria ma i risultati positivi fanno vedere tutto in discesa.

Campionato Serie C2 Maschile – Girone Unico Regionale

Settima giornata di andata

Sabato 15 dicembre 2018

Ore 16:00

Sede di Gioco

Palestra Comunale – Norbello (Or)

ASD Tennistavolo Norbello

Tennistavolo Sassari

0

6

CROLLO TOTALE

Lo spettro della D1 si avvicina sempre di più, specie dopo questa secca disfatta contro un’altra concorrente per la salvezza. Un Andrea Franceschi a mezzo servizio per problemi influenzali rende più amaro il pomeriggio durante il quale né Antonello Ledda, né Peppe Mele riescono ad uscire dal tunnel.  

Campionato Serie D2 Maschile – Girone “B” Regionale

Prima giornata di andata

Sabato 15 dicembre 2018

Ore 16:00

Sede di Gioco

Palestra Comunale – Norbello (Or)

ASD Tennistavolo Norbello

Lib. Ping. Pong Monterosello

3

3

COMUNQUE UN UTILE PASSETTINO

C’è un po’ di amaro in bocca nel team di casa perché con qualche piccolo accorgimento in più si poteva ottenere un risultato pieno. Franco Sanna fa il suo dovere mettendo a segno due vittorie. Una sola per Augusto Sau. Mauro Mereu lotta con gli acciacchi fisici che lo tormentano e fa quel che può.

nella foto di Stefania Serra , Ana Brzan , in azione

Fa Fitet Sardegna collabora al progetto AGITAMUS

Comments are closed.