TRA SPORT E CULTURA, LE MARATONE DELL’UNESCO FANNO SQUADRA

La Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco invita a consolidare la collaborazione degli eventi in programma nelle città che appartengono al Patrimonio Mondiale. Sei “ambasciatori” al via della maratona che domenica 25 marzo collegherà Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia  Udine,  21 marzo 2018 – Da Roma a Venezia, da Firenze a Verona, da Ferrara a Siracusa, da Palermo al Friuli. Le maratone dell’Unesco provano a fare squadra. L’invito, arrivato nei giorni scorsi, è a firma di Enrico Vicenti, segretario generale della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco. Vorremmo creare “una rete delle maratone delle città dell’Unesco che rappresenti in tutto il Paese il valore che il patrimonio culturale riveste anche in ambito sportivo”, scrive Vicenti. Dal 2017, la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco è particolarmente vicina alla maratone organizzate nelle città che sono siti del Patrimonio Mondiale, “con l’obiettivo – continua Vicenti – di evidenziare il valore del collegamento esistente tra sport e cultura”. L’Unesco Cities Marathon è, per sua stessa natura, particolarmente sensibile al tema della valorizzazione del Patrimonio culturale. Anche quest’anno, per la terza stagione consecutiva, la maratona che collega Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia, ha ottenuto il patrocinio ufficiale della Commissione Nazionale per l’Unesco. E domenica 25 marzo, in occasione della sesta edizione della maratona friulana, si rinnoverà l’iniziativa promossa dal sindaco di Aquileia, Gabriele Spanghero, che ha scritto ai colleghi delle altre città italiane dell’Unesco, invitandoli ad individuare un ambasciatore-maratoneta che partecipi alla maratona friulana in rappresentanza del sito di provenienza. In sei hanno aderito all’invito. Domenica saranno così al via dell’Unesco Cities Marathon anche Roberto Fagnani (Ravenna), Isabella Bonfiglio (Napoli Città Metropolitana), Margherita Fraternali (Urbino), Giovanna Mulloni (Cividale), Roberto Tomat (Aquileia) e Francesco Martines, sindaco di Palmanova, città entrata a far parte del Patrimonio dell’Unesco a luglio del 2017. L’Unesco Cities Marathon si farà così portatrice, ancora una volta, di un messaggio di vicinanza e di condivisione di ideali tra i luoghi che sono Patrimonio dell’Umanità. In attesa che quanto auspicato da Vicenti si avvii a diventare realtà.          

 

 

 

UNA MARATONA, TANTI TRAGUARDI – Maratona, ma non solo. L’Unesco Cities Marathon, anche quest’anno, non sarà soltanto la classica gara sulla distanza regina dei 42,195 chilometri. Sulle strade della storia ci sarà spazio anche per la Iulia Augusta Run K21, la nuova corsa sulla mezza distanza, aperta anche agli appassionati del Nordic Walking, e per l’altrettanto inedita Unesco in Rosa, corsa e camminata interamente dedicata alla donne, con start da Terzo di Aquileia. Unesco Cities Marathon sarà inoltre maratona dei roller, una prova promozionale di nuoto, bici e corsa su due giornate e la corsa degli Special Olympics, anch’essa con partenza da Terzo di Aquileia. Traguardo, per tutti, nella splendida Piazza Capitolo ad Aquileia. Dove la corsa incontra la storia.

PREMIO FUTURE FORUM-CAMERA DI COMMERCIO – Un riconoscimento speciale per il più giovane partecipante all’Unesco in Rosa. E’ il premio “Promesse del futuro”, messo in palio dal #FutureForum della Camera di Commercio di #Udine. La corsa sarà anche una passione senza età, ma in questo caso la carta d’identità diventerà determinante per l’attribuzione di un premio che è un inno alla gioventù.

CAMPIONATO ITALIANO ESERCITO – Anche quest’anno l’Unesco Cities Marathon si vestirà del tricolore con le stellette: l’evento del 25 marzo sarà valido come Campionato Italiano Esercito. Un traguardo di particolare significato nell’anno in cui ricorre il centesimo anniversario della fine della Grande Guerra. Prevista anche una classifica di società dedicata al ricordo di Adriano Gabrieucig, maratoneta friulano molto noto, scomparso all’inizio di quest’anno. L’Unesco Cities Marathon sarà anche aperta a tutte le associazioni sportive dilettantistiche che si richiamano alle Associazioni d’Arma nel loro statuto. La gara sui 42,195 chilometri sarà anche valida come campionato regionale assoluto e master Fidal. In palio inoltre i titoli dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport (UNVS).

ORARI DI PARTENZA –  L’Unesco Cities Marathon partirà alle 9.30 da via Tombe Romane, a Cividale del Friuli. L’arrivo del vincitore della maratona è previsto per le 11.50 in Piazza Capitolo ad Aquileia. Ecco gli orari e le località di partenza delle singole prove che compongono la domenica di corsa. Ore 9.15: partenza triathlon – prova bike (Cividale- 25,6 km). Ore 9.20: partenza Roller Marathon (Cividale – 42 km). Ore 9.30: partenza Unesco Cities Marathon (Cividale – 42,195 km). Ore 10.00: partenza Iulia Augusta Roller (Palmanova – 16,595 km). Ore 11.15: partenza Iulia Augusta Run K21 (Palmanova – 21 km). Ore 11.15: partenza Iulia Augusta Nordic Walking (Palmanova – 21 km). Ore 12.00: partenza Unesco Free Roller (Terzo di Aquileia – 6 km). Ore 12.00 Partenza Unesco in rosa (Terzo di Aquileia – 6 km). Ore 12.00: Partenza Special Olympics (Terzo di Aquileia – 4 km).

IN DIRETTA SU RADIO PUNTO ZERO – Con l’Unesco Cities Marathon correrà anche Radio Punto Zero. L’emittente radiofonica regionale, al 41° anno d’attività, sempre al fianco dei grandi eventi, seguirà la maratona con una radiocronaca diretta ed intervisterà gli atleti all’arrivo ad Aquileia. Appuntamento sulle frequenze 101.1-101.3-101.5 per il Friuli Venezia Giulia, il Veneto orientale, le Dolomiti, le coste della Slovenia e sulla frequenza 90.100 a Tarvisio (transfrontaliera con l’Austria-Carinzia) e in streaming mondiale su www.radiopuntozero.it, per una radiocronaca davvero senza confini!

UNESCO CITIES MARATHON

In Friuli Venezia Giulia, all’inizio della primavera, si corre l’unica maratona al mondo che collega tre siti appartenenti al Patrimonio Mondiale dell’Unesco: Cividale del Friuli, antica capitale longobarda, Palmanova, la celebre “città stellata”, e Aquileia, centro dalle importanti vestigia romane. Cividale del Friuli, città di partenza della maratona, e Aquileia, che accoglie l’arrivo degli atleti nello stupendo scenario di Piazza Capitolo, distano esattamente 42 chilometri, la lunghezza classica della maratona. Da qui l’idea di una corsa che unisca simbolicamente i due centri, passando anche per Palmanova, capolavoro dell’architettura militare veneziana, entrata a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco il 9 luglio del 2017. La prossima edizione dell’Unesco Cities Marathon – la sesta – si svolgerà il 25 marzo 2018. Quarantadue velocissimi chilometri nel cuore di una delle regioni più affascinanti e ospitali d’Italia.

VELA/ELBA: AL VIA LA STAGIONE CVMM CON LA REGATA NAZIONALE 420
A TORINO LA TERZA TAPPA DI COPPA ITALIA BOULDER 2018

Comments are closed.