Inter batte il Napoli, cori razzisti contro Koulibaly

CODACONS: BASTA FINTO PUGNO DURO, PER EVITARE SI RIPETA PARTITA PERSA A TAVOLINO, MULTA ALLA SOCIETÀ PARI ALL’INCASSO DELLA SERATA E SOSPENSIONE DEL CAMPO PER UNA GIORNATA

Il Codacons interviene sul caso dei cori razzisti andati in scena ieri sera a San Siro nel corso del big match Inter-Napoli e chiede che episodi del genere vengano puniti severamente, stabilendo provvedimenti davvero esemplari per arrestare un fenomeno altrimenti incontenibile e diffusissimo: partita persa a tavolino, multa alla società pari all’incasso e sospensione del campo per una giornata.

Quanto andato in scena ieri sera è infatti davvero inaccettabile: nonostante insulti e ululati continuassero ad andare in scena – e anzi si inasprissero minuto dopo minuto – e nonostante le proteste della panchina del Napoli nello stadio milanese nessuno ha fatto nulla (o quasi): un isolato avviso agli altoparlanti nel primo tempo, coperto dai fischi, l’unica eccezione in un deserto completo. E dire che gli strumenti a disposizione ci sarebbero; eppure, per qualche ragione incomprensibile, questi episodi continuano a verificarsi all’insegna di una generale impunità.

“È necessario farla finita con il finto pugno duro messo in mostra negli ultimi anni e assumere provvedimenti davvero esemplari”, dichiara il Presidente Carlo Rienzi. “Solo così sarà possibile reprimere definitivamente il razzismo nel mondo del calcio e riconsegnare ai tifosi – quelli veri – il divertimento e la passione che hanno smarrito da tempo, come dimostrano i dati sulle presenze allo stadio”.

Inter: morto il tifoso investito dal Suv
Openjobmetis, nuovo sponsor del Kometa Cycling Team

Comments are closed.