Allo stadio con Elaine Thompson

Incontro portafortuna prima della partenza per i Mondiali di Londra promosso da Naf e Comune.

Esperienza formativa per promuovere uno stile di vita sano Incontro portafortuna prima della partenza per i Mondiali di Londra stamattina sulla pista del Teghil tra i campioni giamaicani, guidati da Elaine Thompson, e i giovani dei centri estivi di Lignano, protagonisti della quarta edizione del progetto “Allo Stadio con i Campioni” promosso dalla Nuova Atletica dal Friuli e dal Comune di Lignano al fine di offrire ai ragazzi la possibilità di conoscere le stelle dell’atletica ed al contempo avvicinare i più giovani allo sport promuovendo uno stile di vita sano.

Per la dodicesima stagione consecutiva, gli atleti caraibici, ormai cittadini onorari della località balneare friulana e di casa all’Hotel “Fra i Pini”, stanno curando la preparazione per gli eventi più importati della stagione, che culminerà nei mondiali di Londra del prossimo agosto. Oltre Manica, i portacolori della nazionale nero-giallo-verde scenderanno in pista sapendo di poter contare anche sul supporto dei giovani di Lignano, oggi sugli spalti con uno striscione con la scritta “Forza ragazzi”

“E’ bello ed impegnativo sapere di poter essere un modello per le nuove generazioni”, sottolinea Elaine Thompson, la campionessa olimpica dei 100m e 200m, che insieme al gruppo ha risposto alle curiosità dei  ragazzi, cimentandosi poi in una staffetta mista al loro fianco e non sottraendosi a foto e autografi.

“C’è stato uno scambio di energia positiva tra gli atleti e i giovani che, conoscendo di persona i loro beniamini, saranno ulteriormente incentivati a coltivare il sogno di poter un giorno raggiungere i vertici sportivi”, afferma Alessandro Marosa, vicesindaco di Lignano, impegnato al fianco delle associazioni del territorio per avvicinare sempre più persone, giovani e meno giovani, alla pratica sportiva intesa come parte integrante di uno stile di vita salutare.

Infatti, non solo i ragazzi sono stati coinvolti in esercitazioni propedeutiche all’atletica sotto la guida di personale tecnico, ma è stata organizzata un merenda sana per tutti.

Soddisfazione per il successo della quarta edizione dell’iniziativa è stato espresso anche dalla Nuova Atletica dal Friuli che, lo scorso 12 luglio, ha dato il via al 28° Meeting internazionale di atletica leggera Sport Solidarietà facendo scendere per primi in pista gli esordienti – ragazzi dai 6 agli 11 anni. Per molti di loro una  grande emozione, ma anche i primi passi mossi sull’anello blu, un’esperienza vissuta come un gioco, il modo migliore per avvicinare i giovanissimi alla pratica sportiva.

Nel corso del soggiorno, gli atleti giamaicani si sono resi disponibili ad alcuni incontri mirati, inseriti all’interno del progetto “Team Top Mondiale: Promozione Territorio ed Eventi”, in veste di testimonial sportivi e solidali. L’11 luglio sono stati protagonisti della serata solidale allestita in collaborazione con l’ERSA ed il giorno successivo, come tradizione, si sono cimentati al fianco degli atleti di Special Olympics nell’ambito del 28° Meeting Sport Solidarietà ribadendo il messaggio della possibile integrazione attraverso lo sport.

Al contempo, prendendo a prestito l’immagine di sportivi di spessore mondiale, sarà possibile promuovere a livello nazionale ed internazionale l’intero Friuli Venezia Giulia e le sue strutture sportive, che negli anni  hanno registrato notevoli ritorni d’immagine.

 

Bolt ultimo atto. Terzo nei 100 metri ai mondiali di Londra
Mondiali Atletica Paralimpica, oro per la Legnante

Comments are closed.