Serie B, Ternana-Cittadella 5-1

CITTADELLA IN 9 UOMINI PER LE ESPULSIONI DI SCAGLIA E BENEDETTI, LA TERNANA DILAGA 5 a 1. I ROSSOVERDI DI LUIGI DE CANIO GIOCANO UNA BELLA PARTITA ANCHE IN PARITA’ NUMERICA PUR ANDANDO SOTTO NEL PUNTEGGIO. TREMOLADA TRASCINA LA SQUADRA E SEGNA UNA TRIPLETTA. VENTURATO DEL CITTADELLA CRITICO CON SE STESSO E CON LA SQUADRA: “MAI VISTA UNA PRESTAZIONE DEL GENERE”.

 

 

 

 

 

Malgrado i prezzi a un euro per assistere alla partita, il pubblico rossoverde non ha preso in considerazione più di tanto l’invito della società a sostenere la squadra in questa stagione complicata facendo di fatto prevalere lo sconforto per un campionato difficilmente raddrizzabile per la permanenza in serie B.

Numeri alla mano, però, la Ternana Unicusano ha dato una bella “spallata” alla tendenza negativa del momento superando 5 a 1 gli avversari del Cittadella.

“Finché c’è vita c’è speranza” non è solamente un modo dire, che ci “calza a pennello”, ma un dato di fatto che la Ternana debba continuare a lottare sperando di arrivare almeno ai play out non “gettando anzitempo la spugna”.

“Tre punti meritati contro un avversario di valore – fa il suo esordio Luigi De Canio – la reazione dopo avere subito il goal non mi ha sorpreso perché ho visto i ragazzi lavorare molto bene in settimana, ecco dobbiamo crederci e non essere rassegnati. Oggi una bella prova dove abbiamo sfruttato tutte le possibilità”.

L’allenatore ha scelto Tremolada nel ruolo di trequartista per sostituire il capitano Defendi appiedato dal giudice sportivo nel modulo 4-3-1-2 con cui ha affrontato la partita odierna contro il Cittadella.

Il tecnico rossoverde ha schierato anche Paolucci, Signori e Statella sulla linea mediana del campo lasciando la difesa a quattro con Vitiello e Favalli esterni, Gasparetto e Signorini centrali davanti a Sala che ha difeso la porta.

Gli ospiti padovani hanno giocato con un modulo speculare rispetto alla Ternana sempre con una difesa schierata davanti ad Alfonso presentando Pelegatti e Benedetti sugli esterni con Scaglia e Varnier al centro, in mezzo al campo Schenetti con Settembrini e Iori, Chiaretti qualche metro più avanti da raccordo al duo di punta Vido – Kouame.

“Il modulo speculare rispetto agli avversari ha dato delle indicazioni positive – aggiunge De Canio – con uno diverso abbiamo a volte fatto più fatica nella fase difensiva, la squadra si è comunque ben comportata anche in parità numerica”.

Una Ternana Unicusano generosa sul piano della cosiddetta prevalenza territoriale che non ha “pagato dazio” nei primi quindici minuti di partita, ma ha prodotto i suoi frutti nel proseguo dell’incontro dopo il calcio di rigore concesso al Cittadella e poi trasformato al 15′ da Iori che aveva subito fallo da Statella.

Il centrocampista è stato “cinturato” in area e l’arbitro non ha avuto dubbi ad assegnare alla squadra padovana un rigore per il vantaggio degli ospiti con il portiere Sala “spiazzato” dalla conclusione risultata centrale e rasoterra.

“Nonostante il goal che ci ha portati in vantaggio abbiamo giocato la nostra peggior partita, mai vista una prestazione del genere – sentenzia il tecnico del Cittadella Roberto Venturato – senza cattiveria, gioco e risultato, evidentemente non ho preparato la partita nel modo adeguato, chiedo comunque a tutti di fare un bagno di umiltà e un esame di coscienza guardando alla prossima a Parma”.

A questo punto la partita si è vivacizzata per merito di una buona reazione della compagine di casa, che ha pareggiato al 18′ con un tap in nell’area piccola del centroavanti Montalto dopo una conclusione respinta dal portiere.

Calcio d’angolo di Tremolada per il colpo di testa di Favalli, parato da Alfonso, come detto però, sui piedi di Montalto per l’1 a 1 parziale.

Dal 21′ al 24′ la Ternana ci ha provato con un quasi goal di Montalto da distanza ravvicinata dopo un cross – assist da destra di Tremolada, pallone sul fondo.

Al 24′ la Ternana ha segnato la rete del sorpasso con Signorini, che ha sorpreso il portiere del Cittadella con un rasoterra da fuori area a fil di palo.

Due cartellini gialli in un breve spazìo temporale hanno portato all’espulsione di Scaglia, che ha lasciato gli ospiti in inferiorità e sotto nel punteggio.

In mezzo l’ammonizione a Signori per la Ternana, che ha di fatto reclamato anche un calcio di rigore per un contatto in area su Carretta, mentre il Cittadella ha sfiorato il pareggio al 44′ con una girata di destro dell’attaccante Vido.

All’inizio del secondo tempo l’allenatore del Cittadella Roberto Venturato ha fatto entrare Arrighini, che ha subito fatto “sbandare” la difesa della Ternana.

Dopo avere “tenuto botta” con una punizione di Benedetti al 2′, respinta in calcio d’angolo da Sala e la precedente ammonizione combinata a Signorini, la Ternana ha ribaltato il gioco con un’azione d’attacco strepitosa andando a prendere un calcio di rigore per un fallo di mano di Benedetti a porta sguarnita.

Il penalty è stato trasformato al 9′ con precisione da Tremolada, che ha piazzato il tiro nell’angolo basso alla destra del portiere per una Ternana con una doppia superiorità numerica dopo il “rosso” diretto combinato al difensore Benedetti.

Il Cittadella a questo punto si è arreso di fronte all’evidenza di una speranza chiamata pareggio diventata ormai irraggiungibile e così la squadra di casa ha segnato il quarto goal con Tremolada al 15′ direttamente da calcio d’angolo.

C’è stato il tempo alla “premiata ditta” Montalto – Tremolada di “confezionare” negli spazi anche la quinta marcatura con il diagonale vincente di quest’ultimo confidando negli episodi che hanno “sorriso” alla compagine rossoverde alla caccia di stimoli ed energie per tenere accesa la “fiammella” della speranza.

A poco più di 10′ dal termine dell’incontro Carretta ha di fatto fallito il 6 a 1.

 

TERNANA UNICUSANO (4-3-1-2): Sala, Vitiello, Gasparetto, Signorini, Favalli, Paolucci, Signori (10′ st. Varone), Statella (25′ st. Rigione), Tremolada, Carretta, Montalto (31′ st. Piovaccari). All. L. De Canio

 

CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso, Pelagatti, Scaglia, Varnier, Benedetti, Schenetti, Iori, Settembrini, Chiaretti (43′ pt. Pezzi), Vido (1′ st. Arrighini), Kouame (16′ st. Lora). All. R. Venturato

 

ARBITRO: Niccolò Baroni di Firenze

ASSISTENTI: Niccolò Pagliardini (Arezzo) – Giuseppe Opromolla (Salerno)

IV ASSISTENTE: Daniele Martinelli (Roma 2)

 

RETI: 15′ pt. Iori (Cittadella) su calcio di rigore; 18′ pt. Montalto (Ternana U.);

24′ pt. Signori (Ternana U.); 9′ st. Tremolada (Ternana U.) su calcio di rigore;

15′ Tremolada (Ternana U.); 21′ st. Tremolada (Ternana U.)

 

AMMONITI: Scaglia (Cittadella); Signori (Ternana U.); Signorini (Ternana U.), Gasparetto (Ternana U.)

 

Espulso: 36′ pt. Scaglia (Cittadella) per doppia ammonizione

6′ st. Benedetti (Cittadella) per fallo di mano a porta sguarnita con la chiara intenzione di sostituirsi al portiere

 

RECUPERO: 3′ pt.; 0 st.

ANGOLI: 7 a 6 per la Ternana U.

SPETTATORI: 3.884 (2.049 paganti)

 

 

Stefano Giovagnoli