Ternana k.o. 1-0 al ‘Liberati’ contro la Casertana

Basta un gol di D’Angelo e la squadra rossoverde è in ginocchio, incapace di recuperare lo svantaggio quasi a mtà del primo tempo. In classifica la Reggina è ora avanti di dieci punti.

La Ternana è stata battuta in casa 1 a 0 dalla Casertana colpita, come contro l’Avellino al primo tiro in porta. La Reggina è ormai lontana sopra di dieci punti.

Ternana e Casertana si sono affrontate al “Liberati” con moduli speculari.

I due allenatori hanno scelto il 3-5-2: rossoverdi in campo con Tozzo in porta, difesa a tre con Suagher, Sini e Celli, centrocampo a cinque con Parodi, Defendi, Palumbo, Paghera e Mammarella, tandem d’attacco con Partipilo e Ferrante.

La Casertana è scesa in campo con Crispino tra i pali, Longo, Caldore e Silva in retroguardia, in mezzo Paparusso, D’Angelo, Varesanovic, Laaribi e Zito alle spalle del binomio offensivo composto da Starita e Floro Flores.

Primo quarto d’ora avaro di emozioni senza nessuna azione di rilevo da segnalare, ma è stata solamente la Ternana a “macinare” gioco mettendo, comunque, più di un pallone insidioso in mezzo all’area di rigore avversaria.

Come succede spesso alla Ternana, la cosiddetta prevalenza territoriale d’inizio partita viene contrapposta al goal degli ospiti alla prima occasione utile.

Due conclusioni hanno fatto “pendere la bilancia” dalla parte dei rossoblu.

La prima con una “rasoiata” di Laaribi, che il portiere rossoverde Tozzo ha “battezato” in calcio d’angolo, la seconda al 19′ con un colpo di testa vincente di D’Angelo da distanza ravvicinata conseguente al primo corner subito.

La Ternana ha continuato dopo il goal dei campani a mantenere il possesso del pallone facendo però fatica a trovare una soluzione offensiva, tanto che la cosiddetta reazione alla rete subita ha lasciato alquanto a desiderare se non altro per una serie di passaggi sbagliati dai sedici metri in avanti.

Ternana comunque pericolosa al 33′ quando, una palla da calcio d’angolo, ha attraversato l’intera area di rigore della Casertana e Partipilo, ben appostato nell’area piccola, ha trovato il modo di tirare fuori mancando di coordinazione.

Ancora Partipilo si è reso protagonista di una girata in area terminata sul fondo.

Di contro la difesa rossoverde ha sofferto ogni volta che è stata attaccata.

Basti pensare che ha preso goal a difesa schierata al primo colpo di testa a testimoniare la scarsa attitudine in marcatura sui palloni alti degli uomini di Gallo.

Il primo tempo ha dimostrato la sterilità del gioco della Ternana, che ha prodotto cinque calci d’angolo e poco altro, come dicevamo, in fatto di conclusioni a rete eccezion fatta per una deviazione respinta dal portiere ospite in tuffo.

Da rivedere questa manovra avvolgente della squadra senza costrutto e anche con poco mordente a supporto di una manovra tutt’altro che incisiva.

Il secondo tempo si è aperto con una rovesciata del difensore Sini, bella nello stile,meno fortunata nella sostanza con il pallone che è terminato sul fondo.

Una palla spreca dalla Ternana al 6′ con un “calcio alle stelle” questa volta dell’attaccante Ferrante ben posizionato in area di rigore campana.

Un altro goal sfiorato da parte della Ternana al 13′ con Partipilo, ma in questo caso la palla è scivolata sul fondo, mentre Defendi non è riuscito a sfondare.

Al 17′ le sostituzioni di Gallo con Marilungo, Salzano e Furlan in campo con la grande stella cometa accesa sopra la curva est e dietro la porta di Tozzo.

Al 25′ un colpo di testa di Ferrante è scivolato via sopra la traversa.

Ancora un bel tiro in area, ma centrale, con Crispino pronto alla risposta.

Le ultime “carte” da giocare per la Ternana nella “corsa” al pareggio con l’ingresso in campo di Vantaggiato per non il solito Ferrante dobbiamo dirlo e Damian per Paghera nell’ultima sostituzione in casa rossoverde.

Colpo di testa di Marilungo alto ad una decina di minuti dal termine della gara.

Anche un ultimo tentativo in area dell’ attaccante è andato a vuoto, tredici calci d’angolo non sono stati sufficienti per produrre un goal e la Ternana rimane così a bocca asciutta perdendo contatto con la Reggina e la “faccia” con la Casertana.

 

Il Tabellino

TERNANA-CASERTAMA  0-1

TERNANA U. : (3-5-2): Tozzo, Suagher, Sini (17′ st. Furlan),Celli, Parodi, Defendi (17′ st. Marilungo), Palumbo, Paghera (28′ st. Damian), Mammarella, Partipilo (18′ st. Salzano), Ferrante (27′ st. Vantaggiato). All. F. Gallo

CASERTANA: (3-5-2): Crispino, Longo, Caldore, Silva, Paparusso (44′ st. Rainone), D’Angelo, Varesanovic, Laaribi (6′ st. Clemente), Zito, Starita (44′ st. Cavallini), Floro Flores (5′ st. Origlia). All. G. Di Maio (C. Ginestra squalificato)

ARBITRO: Matteo Marcenaro di Genova

ASSISTENTI: Mattia Massimino (Cuneo); Claudio Gultieri (Asti)

RETI: 19′ pt. D’Angelo (Casertana)

AMMONITI: Crispino (Casertana); D’Angelo (Casertana)

RECUPERO: 1′ pt.; 6′ st.

ANGOLI: 13 a 3 per la Ternana

 

Dal nostro inviato

Stefamo Giovagnoli