Serie A Giudice sportivo. Un turno alla Curva del ‘”Bentegodi” per cori razzisti

Sono venti i giocatori di serie A fermati dal giudice sportivo, Gianpaolo Tosel, tutti per una giornata, in relazione agli incontri della penultima giornata di campionato.

 

La sanzione più ‘severa’, con un’ammenda di 1.500 euro, è stata inflitta al capitano della Lazio Lucas Biglia, espulso per doppia ammonizione nella partita a Modena con il Carpi, squadra ancora in lotta per la salvezza che si trova con quattro giocatori squalificati nell’ultimo turno: Letizia, Lollo, Poli e Romagnoli. Gli altri espulsi poi squalificati sono Diawara del Bologna (doppia ammonizione), Djordevic della Lazio (per aver posto una mano sul collo ad un avversario), Alex Sandro della Juventus e Vives del Torino (entrambi per doppia ammonizione). I non espulsi fermati dal giudice sportivo sono Albiol (Napoli), Berardi (Sassuolo), Bovo (Torino), Buchel (Empoli), Demaio (Genoa), Handanovic e Perisic (Inter), Kuzmanovic (Udinese), Letizia, Lollo, Poli e Romagnoli (Carpi), Oikonomou (Bologna), Borja Valero e Pasqual (Fiorentina)

I “buuu” rivolti in più occasioni da alcuni tifosi del Verona all’indirizzo di Cuadrado, durante la gara di domenica scorsa contro la Juventus, sono stati puniti dal giudice sportivo di Serie A con la chiusura per una gara della curva Sud. La sanzione, viene però precisato, è sospesa per un anno “con l’avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione aggiunta a quella comminata per la nuova violazione.