Serie C: Ternana- AZ Picerno 2-1

LA TERNANA HA SCONFITTO 2 A 1 L’AZ PICERNO. I ROSSOVERDI DI GALLO DOMINANO NEL PRIMO TEMPO, VANNO IN VANTAGGIO CON FERRANTE, MA PRENDONO GOAL NEL MOMENTO MIGLIORE.

NEL SECONDO SPUNTA IL COLPO DI TESTA SEMPRE DI FERRANTE TRA IL DILUVIO TORRENZIALE DEL “LIBERATI”, MA LA VITTORIA NON E’ IM DISCESA.

La Ternana ha vinto 2 a 1 contro i lucani dell’AZ Picerno, complice un doppio colpo di testa dell’attaccante Ferrante nel contesto di una gara non facile.
Al primo affondo l’AZ Picerno ha trovato subito una buona combinazione in verticale “spezzata” solo all’ultimo momento da un intervento di Suagher.
Dopo alcuni minuti di sbandamento, la Ternana ha cambiato marcia affacciandosi nell’area avversaria vedendosi prima annullare una rete per fuorigioco, poi andando pericolosamente al tiro con Parodi ed infine si è portata in vantaggio.
Dicevamo della chances del difensore Parodi, la cui conclusione è stata respinta con i pugni dal portiere del Picerno Cavagnaro, successivamente Paghera ha “pennellato un cross al bacio” per l’attaccante Ferrante il cui colpo di testa al 7′ in tuffo ha gonfiato la rete dell’estremo difensore degli ospiti di turno.
La Ternana si è vista annullare anche un goal, che era stato realizzato da Marilungo di testa, ma al di là dei difensori secondo la terna arbitrale.
La Ternana ha risposto ancora “presente” quando Mammarella è andato al cross da sinistra con il “contagiri” sul quale è piombato Marilungo in ritardo all’appuntamento di testa in tuffo come Ferrante nell’occasione del goal.
Al 23′ ancora Ternana sugli “scudi” con Marilungo vicino al goal, ma il portiere del Picerno Cavagnaro ha chiuso a dovere il primo palo evitando il raddoppio.
Al 25′ c’è stata una mischia in area della squadra potentina con un batti e ribatti, che si è conclusa con un provvidenziale intervento del difensore sulla linea.
La riscossa dell’AZ Picerno ha prodotto un paio di insidiosi tiri del centrocampista Pitarresi, tra l’altro autore del pareggio al 30′ con una conclusione dalla lunga distanza a fil di palo, che ha letteralmente sorpreso Tozzo nonostante il tuffo.
Poco prima un altro tiro di Pitarresi aveva costretto il portiere alla parata.
La Ternana ha reagito e Paghera ha chiamato al 32′ Cavagnaro all’ intervento in calcio d’angolo evitando che la Ternana stessa si riportasse in vantaggio.
Le squadre sono andate al riposo sull’1 a 1 quando è iniziato a piovere in modo torrenziale come del resto al rientro delle squadre in campo e Partipilio ha avuto la sua buona occasione al 2′ sotto un temporale, come detto, da “lupi .
Nonostante la precarietà del terreno di gioco del “Liberati” per il forte acquazzone si è continuato regolarmente a giocare con il rimbalzo del pallone precario.
Come era logico aspettarsi le condizioni del campo hanno condizionato il gioco delle squadre per tutto il secondo tempo e sopra lo stadio cielo minaccioso.
Grosso rischio per la Ternana al 21′ quando un’ uscita a vuoto del portiere Tozzo stava per creare grattacapi alla difesa rossoverde, ma il Picerno non ha trovato lo specchio della porta andando al tiro con un pallonetto oltre la traversa.
Al 26′ la squadra di Gallo si è riportata in vantaggio. Goal sempre di Ferrante e ancora con un colpo di testa vincente nell’angolo alla sinistra di Cavagnaro.
Nell’AZ Picerno Calabrese al 31′ è andato al tiro e Tozzo ha respinto in tuffo.
La Ternana aveva gia in campo Vantaggiato, che aveva rilevato Marilungo e Torromino, che aveva preso il posto del trequartista Partipilo.
In casa rossoverde è tornato Diakite nell’occasione al posto di Parodi.
Secondo “giallo” a Paghera ed espulsione al 34′ per il centrocampista della Ternana già precedentemente ammonito per un fallo tattico.
Poi non succederà più nulla se non la sostituzione di Ferrante con Nesta.
L’analisi dell’ allenatore della Ternana Fabio Gallo: “nel primo tempo abbiamo creato non andando neanche tanto forte e questo è stato l’aspetto, che mi ha fatto più arrabbiare con quattro o cinque situazioni per fare goal. Poi rischi di andare in sofferenza con le condizioni del campo del secondo tempo in una partita dove nel primo l’avevi già chiusa. Abbiamo poi preso goal nel momento in cui eravamo padroni del campo come contro l’Avellino. Ciò ti toglie qualche certezza e così non riusciamo poi a fare male all’avversario”.
L’allenatore Domenico Giacomarro, invece, ha accusato l’arbitro di avere “pilotato” la partita creando quella sudditanza a favore di una squadra che è designata a vincere.
“Dopo la difficoltà dei primi minuti contro giocatori a cui va stretta la categoria che hanno piede e gamba, normale che una squadra piccola come la nostra debba soffrire – dice il tecnico – poi ho invece visto una buona personalità che lascia sperare bene per il futuro, ma resta il rammarico di non avere preso punti”.

 

Il Tabellino

TERNANA (4-3-1-2): Tozzo, Parodi (73′ Diakite’), Suagher, Celli, Mammarella, Paghera, Proietti, Palumbo, Partipilo (Torromino), Ferrante (80′ Nesta), Marilungo (68′ Vantaggiato). All. F. Gallo

AZ PICERNO (3-5-2): Cavagnaro, Fontana, Pitarresi, Bertolo (75′ Nappello), Santaniello, Esposito (62′ Calabrese), Caidi, Calamai (62′ Kosavan), Melli (62′ Vanacore), Guerra, Vrdoljak. All. D. Giacomarro

ARBITRO: Alessandro Di Graci di Como
ASSISTENTI: Emanuele Daisuke Yoshikawa (Roma 1); Giorgio Rinaldi (Roma 1)

RETI: 7′ pt. Ferrante (Ternana U.); 30’pt. Pitarresi (AZ Picerno); 26′ st. Ferrante (Ternana U.)

AMMONITI: Pitarresi (AZ PIcerno), Paghera (Ternana U.), Vrdoljak (AZ Picerno), Santaniello (AZ Picerno)
ESPUSLO: 34′ st. Paghera (Ternana U.) per seconda ammonizione

ANGOLI: 9 a 6 per la Ternana
RECUPERO: 3′ pt.; 4′ st.

 

 

Stefano Giovagnoli