Champions League: Real Madrid-Juventus 1-3

Impresa sfiorata . La Juve mastica amaro nella bolgia del Santaigo Bernabeu ,. Real Madrid in semifinale . Al 92° la beffa su calcio di rigore sospetto  con Ronaldo che dagli undici metri non sbaglia.

Alla sbarra l’arbitro Oliver e quello di porta , l’esperto Atkinson. Le proteste non mancano , cos’ Buffon guadagna un rosso diretto,  tra i pali ci va il polacco  Szczesny. L’azione  in area tra Benatia e Lucas Vazquez  è da rivedere, il penalty  infrange il sogno bianconero.

 

I bianconeri meritavano di giocarsi la qualificazione a  supplementari. La squadra di Allegri

avanti 3-0 grazie a una doppietta di Mandzukic ( 2’ colpo di testa su cross dell’ex Kedira e  raddoppio al 37’ , ancora di testa su cross di Lichetsteiner , quest’ultimo in campo al posto di De Sciglio ma la sostituzione è forse frutto di una incomprensione tra l’esterno italiano e il tecnico.

La Juve c’è , il Real si rende pericoloso in alcune occasioni con Buffon pronto a tirare fuori dal suo repertorio  interventi do esperienza. Douglas Costa è in grande serata , Marclo fa fatica a contrastarlo lungo la fascia. vNel recupero Real vicino al gol: punizione e testa  di Varane che coglie la traversa.

Nel secondo tempo Zidane corre ai ripari e ne cambia due:  Lucas Vazquez e Asensio al posto di Casemiro e Bale.

Ma il copione del match cambia poco e la Juventus osa ancora soprattutto con Douglas Costa, incontenibile sulla destra. Suo il sinistro che al 4′ termina di poco alto. Ronaldo risponde al volo poco dopo, ma Buffon è attento. Al 14′ squillo di Higuain con parata di Navas. La Juventus insiste a passa ancora al 16′: traversone in area del solito Douglas Costa, Navas esce in presa bassa ma non trattiene sull’attacco di Matuidi, palla vagante e il francese la mette dentro.

Perfetta parità: 3-3.  Il match si fa duro , alto è il nervosismo , entrambe non intendono  sbagliare

Buffon al 33′ dice di no a Isco, quindi una girata di Varane si perde di poco sul fondo così come un colpo di testa di Chiellini che sfiora l’autogol. La partita scivola verso i supplementari e sono i tre i minuti di recupero. Poi al 92′  il calcio di rigore:  sponda di Ronaldo per Vazquez che viene tamponato da Benatia, anche se l’intervento del marocchino sembra sul pallone. Ma per Oliver è rigore, trasforma Ronaldo , Real Madrid in semifinale , Juve eliminata.

Il tabellino

Real Madrid-Juventus 1-3 (0-2)

Real Madrid (4-3-1-2): Navas, Carvajal, Varane, Vallejo, Marcelo, Kroos, Casemiro (1′ st Asensio), Modric 5.5 (30’st Kovavic), Isco, Ronaldo, Bale (1′ st Lucas Vasquez). (13 Kiko Casilla 9 Benzema 15 Hernandez 18 Llorente). All. Zidane
Juventus (4-3-3): Buffon, De Sciglio (17′ pt Lichtsteiner), Benatia, Chiellini, Alex Sandro, Khedira, Pjanic, Matuidi, Douglas Costa, Higuain (48′ st Szczesny), Mandzukic. (7 Cuadrado 8 Marchisio 22 Asamoah 24

Rugani 27 Sturaro). All. Allegri
Arbitro: Oliver (Gb)
Reti: nel pt 2′ e 37′ Mandzukic; nel st 16′ Matuidi, 48′ Ronaldo rig
Angoli: 7-3 per il Real
Recupero: 2′ e 3′
Espulso Buffon 48′ st per proteste
Ammoniti: Carvajal, Marcelo, Pjanic, Mandzukic, Lichtsteiner, Alex Sandro, Douglas Costa e Benatia per gioco scorretto

Champions League: Bayern Monaco.Siviglia 0-0
Valverde: Non rimprovero nulla alla mia squadra

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar