Corse sospese dopo la quarta corsa – Disputato il Premio Berardelli

Giove pluvio si scatenava quando i cavalli del Berardelli, gruppo tre sui 1.800 mt. riservato ai due anni, si preparavano ad entrare in pista, appesantendo in breve lo stato del terreno.

La corsa entrava nel vivo poco dopo l’intersezione delle piste ed in breve si concretizzava il preventivato duello tra Wait Forever e Weisenbach, ai quali si aggiungeva per un tratto anche Old Fox. Nella singolar tenzone, proseguita fin sul palo tra i primi due, la stoccata decisiva la piazzava Fabio Branca in sella a Weisenbach (Jukebox Jury), scuderia D’Altemps per il training di Bruno Grizzetti, prevalente per un lieve margine. Il sorprendente Old Fox doveva accontentarsi di una ottima terza moneta ben avanti a Frutireu che capeggiava i battuti.

Clicca qui per l’ordine di arrivo

A questo punto i Commissari, dopo aver preso atto dello stato e delle condizioni della pista, per salvaguardare l’incolumità dei partecipanti e la regolarità delle corse stesse, annullavano il resto della riunione. Il recupero del Premio Roma e della altra listed in programma (Criterium Femminile) saranno rimandate a data da destinarsi.

Nello Scheibler, listed in memoria del Conte delle allora fertili terre di Rho, consolatorio doppio chilometro per distinti tre anni (si ritrovavano i primi due dell’Italia e i primi due del Berardelli scorso) ai quali era mancato solo il quid in più per competere con i primi della classe, non c’è stata storia. Poco più del canter per il portacolori Effevi Together Again (Pivotal), in sella al quale Dario Vargiu temporeggiava dietro ai primi fino a metà retta e non appena richiesto, l’allievo di casa Botti si allontanava dalla comitiva lasciando gli altri a debito intervallo, con il compagno di colori Holy Water, in avanti fin dal via, che teneva il secondo posto davanti ad Aethos e Cima da Conegliano.

Nella condizionata in apertura di riunione, franco successo della allieva dei Di Dio, Lady Ramon (Ramonti), sulla quale Branca si limitava a seguire le tracce delle due front-runner, Mi Raccomando e Musa d’Oriente per mettersele alle spalle, in ordine inverso, nel tratto finale. Il Palmieri premiava la forma (della vita) stratosferica di Keplero, griffe Magnoni, training di Camici, Basile a bordo.

Niente galoppo martedì, diamo appuntamento agli appassionati a venerdì 10 per una pratica riunione infrasettimanale, preludio ad un’altra domenica di spessore tecnico, pur senza pattern, con la disputa delle listed Buontalenta e Roma Vecchia ben contornate da un paio di handicap principali, uno dei quali intitolato all’avo di tutti i corridori della nostra epoca, Nearco.

Il Consigliere CIP Mario Secci in evidenza con il Surf
Grand Prix di Ginnastica 2017: anche Vanessa Ferrai al Palapirastu di Cagliari

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz