Dal Mondo Ciclistico Italiano

Pedalo Storto, grande impegno di Adriatico Team Mtb e Quelli del Perchè No per la cicloturistica dell’11 agosto

La macchina organizzativa della Cicloturistica Pedalo Storto prosegue la sua marcia avvicinandosi a grandi passi alla data di domenica 11 agosto e dietro la sua realizzazione c’è l’impegno congiunto dell’Adriatico Team Mtb e del “Quelli del Perché No” per confezionare una bella giornata di sport per gli amanti delle due ruote.

La cicloturistica rispecchia la “mission” dell’Adriatico Team che punta al movimento diffuso grazie a una polisportiva che fa del dinamismo il suo cavallo di battaglia con il podismo, il nordic walking, il ciclismo su strada e il fuoristrada.

L’entusiasmo per lo sport, l’aggregazione e la condivisione ha dato vita ad una realtà polisportiva con una caratteristica distintiva: l’apertura a qualunque tipo di sport e di attività anche culturali per promuovere il territorio in tutte le sue forme.

La cicloturistica si conferma un’iniziativa di qualità portata avanti con passione da un’altra attivissima associazione dedita alla mountain bike Quelli del Perché No di Alba Adriatica che ha condiviso positivamente l’esperienza della scorsa edizione con l’Adriatico Team Mtb.

La partenza è prevista alle 9:00 dal Museo del Mare di Tortoreto Lido prima di avventurarsi sui 3 emozionanti percorsi adatti ad ogni tipo di mountain bike o e-mountain bike pedalando senza l’assillo del cronometro

I PERCORSI

Facile (26 km e 600 mt di dislivello) senza nessuna difficoltà con 2 ristori

Medio (33 km e 850 mt di dislivello) difficoltà medio alta con 3 ristori

Lungo (37 km e 1000 mt di dislivello) difficoltà alta con 3 rRistori

ISCRIZIONI E MODALITA’

Per quel che concerne le quote di iscrizione e le modalità di adesione, 15 euro per gli atleti tesserati e 20 euro per i non tesserati, fatto l’obbligo del certificato medico agonistico in vigore. L’iscrizione può essere effettuata anche il giorno della manifestazione, compilando i moduli e la liberatoria che troverete di seguito e nel sito www.adriaticoteam.it

 

Trofeo Città di Spoltore: work in progress per il 4 agosto

Sotto il marchio di Addesi Cycling, ritorna il Trofeo Città di Spoltore nella giornata di domenica 4 agosto, un evento importante che lo staff di Pierpaolo Addesi, il comitato organizzatore in loco di Antonio Dottore ed i suoi collaboratori stanno organizzando nei minimi particolari prima della pausa estiva delle gare aspettando il Ferragosto.

A Spoltore il cuore pulsante di tutta la manifestazione è in Piazza Di Marzio (ritrovo alle 14:30 e inizio delle gare a partire dalle 16:00) con i giovanissimi dai 7 ai 12 anni impegnati su un circuito di 1000 metri completamente chiuso al traffico che interessa le seguenti strade: Piazza Di Marzio, via Dietro Le Mura, via del Cimitero, SS 16 Bis Monte, Via Calderai da ripetere più volte a seconda dell’età del baby partecipante.

Notevole l’apporto da parte delle istituzioni alla gara, organizzata con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Spoltore con in testa il sindaco Luciano Di Lorito unitamente agli sponsor locali della manifestazione per confezionare una bella domenica pomeriggio da trascorrere con i futuri campioni del pedale.

 

Vigilia carica di attesa a Canosa di Puglia per la 68°Coppa San Sabino, le squadre iscritte

 

La Coppa San Sabino è un appuntamento ben radicato dell’estate ciclistica in Puglia e nel Sud Italia con 67 edizioni alle spalle: nata nel 1951, è organizzata dall’Associazione Ciclistica Dilettantistica Gruppo Sportivo Sabino Patruno.

Per venerdì 2 agosto, c’è tanta attesa e al contempo emozione per riproporre con tutti i crismi questa corsa che unisce, storia, tradizione e qualità che si appresta a fare il suo ritorno nella categoria dilettanti élite ed under 23 dopo la parentesi dello scorso anno con gli juniores.

La manifestazione ha il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia Barletta-Andria-Trani, del Comune di Canosa di Puglia, del locale Comitato Feste Patronali e sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana-Comitato Regionale Puglia.

Le operazioni di verifica licenze sono previste il pomeriggio del 2 agosto dalle ore 11:00 in via Ugo La Malfa, poi il consueto omaggio al santo patrono con la deposizione di una ghirlanda di fiori nella Cattedrale di San Sabino, per poi prendere il via alle ore 16:00 sempre da via Ugo La Malfa.

Le squadre partecipanti: Aran Cucine Vejus (iscritto Einer Rubio Reyes, il colombiano vincitore nel 2018 del Gran Premio Capodarco  e nel 2019 terzo al Giro d’Italia Under 23 più la vittoria di tappa a Passo Fedaia), Casillo Maserati (squadra dell’under 23 pugliese di Grottaglie Alessandro Monaco ufficialmente professionista nel 2020 con la Bardiani CSF), Team Cinelli (in gara il colombiano Santiago Buitrago, sesto recentemente al Giro della Valle d’Aosta), Pro.Gi.T. Cycling Team, UC Pistoiese, Team Cinelli, Calzaturieri Montegranaro Marini Silvano (squadra di Matteo Carboni, fratello del professionista Giovanni della Bardiani CSF ex maglia bianca di miglior giovane al Giro d’Italia 2019), Team Stipa Milano, Team Falgiani Marco Pantani, Hicari Cablotech Biotraining, Pregnana Team Scout, Futura Team Rosini e Team Logistica Ambientale.

Albo d’oro (recente): 2005 Gianmarco Di Francesco, 2006 Fabio Taborre, 2007 Julian David Munoz Giraldo, 2008 Angelo Pagani, 2009 Manuel Fedele, 2010 Daniele Dall’Oste, 2011 Donato De Ieso, 2012 Nicola Gaffurini, 2013 Giorgio Cecchinel, 2014 Marlen Zmorka, 2015 Niko Colonna, 2016 Amine Ahmed Galdoune, 2017 Kristian Javier Yustre Rodriguez. Così nel 2018: 1. Gabriele Pellizzari – 2. Emanuel Quaranta – 3. Antonio Carenza.

 

Percorsi ad hoc per la quarta edizione della Granfondo Mtb dei Bruzi

Sarà una domenica (4 agosto) di grande sport a Laino Borgo e già alla quarta edizione i feedback sono già positivi ancor prima di mettere in scena la Granfondo Mtb dei Bruzi.

Le adesioni da parte degli atleti e le numerose richieste di informazioni sull’evento lasciano presagire che avrà un importante richiamo a livello extra-regionale per l’abbinamento al circuito Bicinpuglia oltre al Calabria Mtb Challenge.

La manifestazione ha il suo cuore pulsante a Laino Borgo dove è nata e cresciuta coinvolgendo la vicina Laino Castello, le amministrazioni comunali e tutti i cittadini di entrambi i paesi, da sempre parte attiva di questo evento che rimane il punto di riferimento per la mountain bike ed anche uno stimolo per gli instancabili organizzatori dell’Asd Amici della Bicicletta Laino capitanati da Luigi Calvosa e Daniela Sirufo.

La gara regina è la granfondo di 50 chilometri, in alternativa si può scegliere la mediofondo di 30 chilometri e il percorso escursionistico di 20 chilometri, appetibili per tutti i bikers che vorranno impegnarsi al massimo o fare una semplice pedalata senza fretta.

Manca poco alla scadenza della quota agevolata di 25 euro per l’iscrizione, cifra che salirà a 30 euro sabato 3 agosto e la mattina di domenica 4 prima della partenza, per le donne 10 euro on line e 15 euro in loco.

I PERCORSI AI RAGGI “X”

La partenza sarà data alle 9:00 in Piazza Navarro, si seguirà per 8 chilometri la vecchia ferrovia Calabro-Lucana che conduce fino all antico borgo di Laino Castello, risalente alla seconda metà del VII o ai primi anni del VI secolo a.C. .

Non si è ancora certi se fu colonia della Magna Grecia, fondata dai superstiti della distruzione di Sybaris, o invece se fu fondata dai superstiti di Lavinium (città romana erede della greca Laos situata alla foce del fiume Lao) in fuga dalle incursioni barbariche, e abitato fino al1980, anno nel quale un terremoto costrinse la popolazione ad abbandonare il paese. Il biker che arriverà per primo nella Piazzetta del Borgo si aggiudicherà il premio dell “antico borgo Lavinium”. Da qui la prima deviazione che porterà gli escursionisti a tornare verso Laino Borgo. I bikers iscritti alla granfondo e alla mediofondo proseguiranno la loro gara fino ad arrivare in località Malarosa dove si attraverserà il geosito delle Gole del Fiume Lao (patrimonio dell’Unesco) passando anche sotto il famoso Viadotto Italia (ilpiù alto di Italia con i suoi 260 metri di altezza). In quel tratto si trovano strappi al 20% fino ad arrivare al Parco Avventura dove alberi secolari, funi e ponti sospesi faranno da sfondo. Dopo una trentina di chilometri i partecipanti al medio troveranno la deviazione per tornare verso il traguardo. Si transiterà nei pressi del rinomato Santuario delle Cappelle fondato da un devoto Pellegrino (Domenico Longo) che, di ritorno dalla Terra Santa, decise di far costruire nel suo territorio un santuario e alcune cappelline che riproducevano fedelmente i luoghi sacri da lui visitati. I bikers troveranno solo discese tecniche fini ad arrivare al all arrivo sempre in piazza navarro. Saranno cinque i single track (passaggi singoli) da affrontare: le Gole del Lao, Rena Bianca, Garrone, Antonio Orsini e San Foca (quest’ultimo nel tratto di ritrono verso il paese).

In archivio la Recanati-Pieve Torina e il Gran Premio San Giovanni Battista

RECANATI/PIEVE TORINA – Nonostante la pioggia battente si è svolta senza intoppi a Recanati-Pieve Torina, corsa ciclistica che è salita alla categoria juniores intitolata all’ex sindaco di Pieve Torina tragicamente scomparso nel 2013 con l’organizzazione della Recanati Marinelli Cantarini e con il patrocinio dei Comuni di Recanati e Pieve Torina

Una settantina i partecipanti provenienti dal Centro Italia e dalla Puglia, che si sono dati battaglia lungo il percorso “Mare-Monti” di 117 chilometri da Recanati – Pieve Torina dando vita ad una gara accesa ed entusiasmante che ha visto tagliare il traguardo al campione d’Italia juniores Giammarco Garofoli.

Una vittoria per distacco, nonostante le ferite riportate dopo la caduta nella gara del sabato ad Alba Adriatica, riuscendo a mettersi alle proprie spalle il compagno di squadra Immanuel D’Aniello, Catello D’Auria (Team LVF), Tommaso Bazzica (UC Foligno), Nicolò Cardinali (Acqua&Sapone-Team Mocaiana), Vittorio Aluigi (Sidermec-F.lli Vitali), Marco Mammi (Team Coratti), Mirco Liberti (Team Ciclistico Campocavallo), Gidas Umbri (Team LVF) e Giovanni Schiaroli (Cycling Team Fonte Collina). A Christopher Bellissimo (Scap Trodica di Morrovalle) il titolo di campione provinciale FCI Macerata.

Gran Premio San Giovanni Battista

RAPAGNANO –  Ogni anno il Gran Premio San Giovanni Battista per giovanissimi under 13 riesce a emozionare e a stupire sempre di più ed è andata così anche quest’anno in memoria di Silvio Benignetti nella gara tipo pista che si è svolta presso il campo sportivo di Rapagnano dopo il rinvio del 12 maggio scorso causa maltempo. Il programma generale della manifestazione organizzata dal GS Rapagnanese prevedeva le gare di abilità per i G1, G2 e G3 e gli sprint per G4,G5 e G6 al culmine di una serata contraddistinta dal divertimento dei bambini e il toccante ricordo di Silvio Benignetti, lo storico fondatore della Rapagnanese che ha lasciato un segno tangibile nella storia di questa società alla presenza di Marco Lelli (presidente del comitato provinciale FCI Ascoli Piceno-Fermo), Remigio Ceroni (sindaco di Rapagnano) Simone Biancucci (assessore allo sport di Rapagnano) e i figli di Benignetti, Marco e Michela e i nipoti Matteo e Andrea.

VINCITORI DI CATEGORIA

G1 maschile: Leonardo Paolini (Team Studio Moda)

G1 femminile: Gaia Cameli (Pedale Rossoblù Picenum)

G2 maschile: Niccolò Tulli (OP Bike)

G2 femminile: Viola Minnoni (OP Bike)

G3 maschile: Riccardo Pierangelini (Team Studio Moda)

G3 femminile: Caterina Del Medico (The Black Sheep)

G4 maschile: Nicolò Arena (Amici della Bici Junior)

G5 maschile: Alessandro Battistoni (Ciclistica Recanati)

G5 femminile: Elisa Corradetti (Pedale Rossoblù Picenum)

G6 maschile: Nicolò Grini (Bici Adventure Team)

G6 femminile: Giulia Cerquetella (Ciclistica Recanati)

CLASSIFICA A SQUADRE

– Partecipazione 1° OP Bike

– Punteggio 1° Amici della Bici Junior

 

Giovanissimi in vetrina a Palazzo San Gervasio con il Trofeo Federiciano e il Summer Bike

Fervono i preparativi a Palazzo San Gervasio per il Trofeo Federiciano grazie all’impegno di uno staff organizzativo nuovo di zecca come quello della Lucania Bike al suo primo vero anno di attività nel panorama ciclistico regionale della Basilicata che propone due eventi nell’evento nell’intera giornata del 4 agosto.

L’appuntamento di rilievo è quello di mountain bike giovanile per bambini e ragazzi di età compresa tra i 7 e i 12 anni su un percorso fuoristrada completamente pianeggiante con ritrovo alle 8:30 e inizio delle gare a partire dalle 10:00 presso il campo sportivo comunale.

Nel pomeriggio, per i non tesserati FCI e promozionali, l’evento Summer Bike di Gioco Ciclismo tra gimkane ed ostacoli in paese in Piazza San Rocco a partire dalle 18:00. Si può partecipare con qualsiasi tipo di bici con uso obbligatorio del casco. Per chi non ne dispone, gli organizzatori mettono alcuni caschi a disposizione per poter partecipare.

La macchina organizzativa sta curando tutti i minimi dettagli affinchè la giornata del 4 agosto possa essere apprezzata dai baby atleti e dal pubblico che si attende numeroso.

CICLISMO AMATORIALE – Dal Campionato Italiano Amatori Pista FCI che si è svolto recentemente al Velodromo Francone di San Francesco al Campo, in Piemonte, arriva l’ottimo risultato conseguito da Gaetano Apicella (SCD Lioi) con ben tre medaglie d’argento nei 500 metri da fermo, nella velocita’ e nello scratch nella categoria master 5 per un triplo verdetto che pone alla ribalta il movimento regionale anche con i meno giovani.

 

Madonna delle Grazie, Ambro e Corva: domenica 22 settembre di scena la Granfondo dei Tre Santuari del Fermano

È in arrivo la Granfondo dei Tre Santuari del Fermano di nuova denominazione con la Madonna delle Grazie (Monte Giberto), dell’Ambro (Montefortino) e della Corva (Porto Sant’Elpidio) i luoghi di culto simbolo di questa manifestazione ciclistica amatoriale di fine estate in programma domenica 22 settembre.

Grazie all’entusiasmo degli organizzatori della Gio.Ca. Communication e del Comitato Il Grande Ciclismo a Porto Sant’Elpidio, alla disponibilità degli sponsor (Giorgio Mare, Lipobreak, Dima-Hair Services, Linea Oro, Didacus, Eco Elpidiense, E-Bike Store Tutti Campioni e New System srl più altri partner minori) e all’impegno sinergico con le amministrazioni comunali di Porto Sant’Elpidio, Monte Giberto e Montefortino, potremmo ammirare uno spettacolo di alto livello che unisce il lato sportivo con la cultura e la conoscenza di luoghi religiosi: su tutti la new entry del Santuario della Madonna delle Grazie (che ospiterà il ritrovo e la partenza) e i già collaudati santuari della Madonna dell’Ambro e della Corva, diffonendo un messaggio di solidarietà, spiritualità e sport nelle zone colpite dal terremoto di tre anni fa.

Dopo la partenza, si prosegue per un tratto in linea di 48 chilometri a velocità controllata fino alla Madonna dell’Ambro con giro di boa e direzione verso il mare ad andatura agonistica per 65,2 chilometri fino al centro di Porto Sant’Elpidio sulla “Costa della Corva”, storica salita dove spesso sono transitati i professionisti in alcune edizioni della Tirreno-Adriatico. Al culmine di questa ascesa, lunga 1 chilometro con una pendenza media del 10%, si trova il Santuario Madonna della Corva dove sarà posizionato il traguardo ed allestito tutto il cuore pulsante e logistico della manifestazione per le premiazioni e il pasta party finale.

Nella mente di tutti gli appassionati di ciclismo, rivive sempre il finale al cardiopalma tra Damiano Trivarelli e Stefano Zoppi nell’emozionante ed incandescente duello per la vittoria con conseguente caduta dei due corridori. La Repubblica, La Gazzetta dello Sport, Sportfair ed anche una citazione sulle breaking news del New York Times solo per citare alcuni siti web di spessore nazionale, internazionale e tantissimi altri che hanno fatto rimbalzare in tutto il mondo il video della volata ripresa dalle telecamere di Tvrs Marche per un totale di oltre 500.000 mila visite sui siti sopracitati oltre a Facebook che ha incrementato le visualizzazioni.

Info complete al link https://granfondopse.it/regolamento_gran_fondo_del_fermano/

Gimkana e strada: ricco pomeriggio sui pedali per i giovanissimi partecipanti al Trofeo Città di Spoltore

Grandi manovre organizzative attorno al Trofeo Città di Spoltore con lo staff di Addesi Cycling di Pierpaolo Addesi, il comitato organizzatore in loco di Antonio Dottore ed i suoi collaboratori che continuano a lavorare alacremente per offrire una giornata di grande divertimento a tutti quelli che arriveranno a Spoltore nel pomeriggio di domenica 4 agosto.

Il cuore pulsante di tutta la manifestazione patrocinata dall’amministrazione comunale di Spoltore è Piazza Di Marzio (ritrovo alle 14:30 e inizio delle gare a partire dalle 16:00) con un doppio impegno suddiviso per fasce di età: G1-G2-G3 per la gimkana, G4-G5-G6 su strada in un circuito di 1000 metri completamente chiuso al traffico (Piazza Di Marzio, via Dietro Le Mura, via del Cimitero, SS 16 Bis Monte, Via Calderai).

Le squadre iscritte: Amici della Bici Junior, Sangro Bike, Pedale Teate, Team Cesidio La Ruspa, Frecce Azzurre Sambuceto, Bevilacqua Sport Ferretti, Pedale Sulmonese, Polisportiva Pennese, Rampiclub Barrea, Osimo Stazione, Cicli Fiorin, Team Cesaro Falasca, Pedale Rossoblu Picenum, Ruota Libera Terni, Volsca Velletri e Villa Sant’Antonio-Cicli Cocci.

 

Ultimi preparativi a Coreggia di Alberobello per la 16°Coppa Madonna del Rosario

 

Si va esaurendo velocemente il countdown per dare vita alla Coppa Madonna del Rosario che arriva a toccare quota 16 edizioni nella mattinata di domenica 4 agosto ed è la classica amatoriale molto cara agli organizzatori della Spes Alberobello come prova di Cicloamatour e di campionato regionale master strada FCI Puglia.

La manifestazione prende il nome dalla caratteristica chiesa della frazione di Correggia, costruita su un trullo nel 1748, ampliata dalla navata laterale in onore della Madonna. All’interno è presente una raffigurazione su pala e una statua della Madonna onorata nel mese di ottobre di ogni anno.

In gara sul classico circuito di 5 chilometri da ripetere 13 volte (1 turistico ed 12 agonistici) per complessivi 65 chilometri con una serie di saliscendi, strappetti poco selettivi e l’ultimo chilometro a salire con pendenze al 6% prima di tagliare il traguardo posto a Via Turi.

Raduno ore 7.30 presso l’Hotel Donatello a Coreggia in Via Turi

Partenza ore 9.15

Arrivo previsto ore 11.30