Bernal: Fenomenale!

Questa volta Bernal non ha avuto problemi. Solo la cronometro di Pau (22 ° e 1 ’36 ” su Julian Alaphilippe) non si è trasformata in suo vantaggio. Ha conquistato da solo in testa la vetta più alta del Tour – il col d’Iseran a 2770 metri di altitudine, approssimativamente la stessa di Zipaquirá, la città da cui proviene in Colombia, resa famosa da una cattedrale del sale e dal romanziere Gabriel García Márquez, il premio Nobel per la letteratura del 1982 e autore di Cento anni di solitudine [interessante, Bernal si unì in montagna per chiudere il capitolo dei cento anni della maglia gialla].

La carriera ciclistica di Bernal è assolutamente straordinaria. Normalmente i ciclisti non diventano professionisti all’età di 18 anni. Il prodigio belga Remco Evenepoel lo ha fatto quest’anno con Deceuninck-Quick Step, ma è stato un doppio campione mondiale di corse su strada e prove a cronometro. Bernal non aveva quasi corso sulla strada, ma ha iniziato la stagione 2016 con i migliori professionisti, finendo tra i primi 20 in assoluto di tutte le gare a tappe che ha fatto: La Méditerranéenne a febbraio (18), la settimana Coppi & Bartali (17) a marzo, il Giro del Trentino (16) ad aprile. Al secondo, ha ascoltato il suo direttore sportivo istruire via radio: “Chiunque abbia buone gambe attacca ora”. Lo fece e lasciò cadere Mikel Landa dalla sua ruota. Non riusciva a credere a quello che stava facendo. “Landa? Landa del Team Sky? Landa chi gareggerà al Giro? ”, Si disse incredulo.

Era nato un campione e confermava solo che tipo di pilota era, quarto del Tour de l’Avenir quell’anno prima di vincerlo dodici mesi dopo. A quel punto, era già stato acquisito dal Team Sky che aveva acquistato il suo contratto di 4 anni da Androni Giocattoli nel mezzo del suo mandato [che è piuttosto insolito nel ciclismo]. Prima di lui, nessuno aveva vinto Parigi-Nizza, il Tour de Suisse e il Tour de France lo stesso anno, ma non aveva intenzione di farlo. Fino al col de Turini in “La corsa al sole”, è diventato chiaro che il famoso # sueñoamarillo (sogno giallo) di Nairo Quintana sarebbe svanito e Bernal sarebbe diventato il primo vincitore colombiano del Tour de France, ma il nativo di Bogotá avrebbe dovuto guidare Team Ineos al Giro d’Italia. Un incidente durante l’allenamento in Andorra una settimana prima della Corsa Rosa lo spinse in un’altra direzione per guidare il Tour de Suisse prima del Tour de France. L’incidente di Chris Froome durante il Delfinato lo ha reso un capitano del Team Ineos per il Tour insieme a Geraint Thomas che è caduto tre volte durante il Grande Boucle dopo aver abbandonato il Tour de Suisse in un’altra caduta.

La fase 19 in cui prese le redini della classifica generale, subentrando ad Alaphilippe, fu accorciata a causa di una tempesta, la strada per Tignes era impraticabile a causa di enormi quantità di grandine e massa di macerie, ma il suo regno potrebbe essere lungo . In un’intervista con il mensile francese Vélo Magazine durante il Tour de Langkawi 2017 in Malesia, ha dichiarato: “Non so se avrò il livello per vincere un Tour, un Giro o una Vuelta. Se il mio destino di ciclista è di trasportare le caramañolas (bottiglie) per i miei compagni di squadra, voglio diventare il miglior corriere di caramañolas al mondo. Voglio semplicemente essere la migliore versione di me stesso. ”

È la versione migliore della maglia gialla di 100 anni.