Esclusiva – Almendra alla Roma: ieri nitte summit conclusivo in Spagna. Affare col Napoli sfumato

L’universo Boca Juniors si è definitivamente discostato dal Napoli per avvicinarsi in modo prepotente alla Roma.

Daniele De Rossi, dopo due mesi di tentennamenti e attese, ha deciso di accettare la proposta di Nicolás Burdisso, direttore sportivo degli argentini, e vestirà la maglia azul y oro. A meno di clamorosi ultimi cambi di fronte. Saranno sei mesi per lui al Boca Juniors, squadra sempre seguita e sognata, poi deciderà se concludere la stagione in Superliga oppure avrà altre due strade davanti a sé: MLS o membro dello staff della Nazionale di Mancini.

Tuttavia quello di De Rossi è solo il primo filo che lega i giallorossi agli Xeneizes. Il secondo, infatti, s’intreccia, si ferma anche a Napoli e conduce ad Agustín Almendra.

Il centrocampista classe 2000 era praticamente destinato alla maglia azzurra, già pronto ed entusiasta del suo trasferimento in Italia. Davvero gli mancava soltanto il biglietto aereo da Buenos Aires al Vesuvio, ma la trattativa lunga e insistente si è interrotta circa un mese fa, quando il Napoli ha cominciato a trattare James Rodríguez mentre il giovane argentino non veniva considerato dall’Argentina al Mondiale Under20.

L’interesse dei partenopei è datato: Almendra è stato seguito fin dal termine del 2018, con più viaggi oltreoceano da parte dei dirigenti azzurri per chiudere direttamente col Boca Juniors. Fino a giugno contatti costanti con l’entourage, che aveva già trovato accordo e sistemazione col Napoli, rigettando gli altri corteggiamenti e allontanando le proposte di Porto PSG tra tutte, formulate direttamente al club proprietario del cartellino.

Ciononostante, l’affare è tramontato quando ad Almendra è stata sottratta per motivi disciplinari la fascia da capitano dell’Argentina di categoria e ha disputato un Mondiale in sordina. La sua valutazione per il Napoli è drasticamente calata alla luce di questi eventi, mentre il Boca non si è mai mosso dalla sua posizione: 20 mln di euro o nulla. Alla fine nulla, perché le priorità sono cambiate e l’attenzione si è spostata sul colombiano James, principale preoccupazione e occupazione di Cristiano Giuntoli.

Da lì l’intervento decisivo e a gamba tesa della Roma. Il club di Pallotta a inizio luglio ha formulato la prima offerta ufficiale da 16 mln di euro. Le cifre ancora una volta non hanno corrisposto il desiderio del presidente boquense Angelici ma Burdisso è stato un ottimo mediatore. 

Come raccolto in esclusiva da calcionapoli1926.it da fonti vicine al calciatore, ieri notte in Spagna si è tenuto il summit decisivo, col calciatore già convinto a voler compiere il salto di qualità in Europa. Una cena tra i dirigenti della Roma e gli agenti del calciatore, che avrebbe messo una pietra definitiva sul futuro di Almendra. L’accordo già c’era, e anche col Boca Juniors è stato trovato. Il promettente centrocampista sbarcherà in Italia, ma la sua fermata non sarà Napoli.

di Sabrina Uccello

WWW.CALCIONAPOLI1926.IT