Serie A Tim: Napoli-Lecce 2-3

Il Lecce batte il Napoli. Al San Paolo doppietta di La Padula e gol su punizione e di Mancosu. Gli azzurri sprecano tanto nei primi 25 del primo tempo.

Rino Gattuso avrà un divolo per capello, al troplice fischio di un moedesto arbitraggio condotto dal Sig. Giua che ha negato un netto calcio di ricogre commesso nel secondo tempo da Donati su Milik , con il Lece in vantaggio 2-1.

Gattuso ripropone la coppia ceentrale difensiva comnposta dai rientranti Koulibaly e Maksimovic. Dil Lorenzo e Mario Rui lungo la fascia, in attacco Milik e Insigne.

I prni 25 munuti sono nettamente di marca napoletana : Milik per due volte speca il vantaggio, lo imitano Zielinski ed Insigne. Il Lecce sembra alle corde e quanto mai te lo aspetti  i salentini passano in vantaggio: bella giocata tra  Saponara e Barak , la palla all’ex doriano , che mette inietro per l’accorrente Falco , sinistro rasoterra Ospina respinge sui piedi di La Padula che insacca.

Il primo tempo si chiude con il Lecce in vantaggio. Nella ripresa , subito dentro Mertens per Lobokta,  al 3′ il belga si mette subito in mostra fornendo  l’assist a Milik che pareggia i conti. Il Napoli sembra poter raddoppiare , così come nel primo tempo nel nigliore momento degli azzurri il Lecce raddoppia: palleggio dei salentini fino al limite dell’area , cross di Falco per la testa di La Padula, ingenuo e troppo leggera la marcatura di  Di Lorenzo, la parabola buca Ospina. I 50mila del San Paolo non credono ai propri occhi. Il Napoli si getta in avanti, ancora Lecce pericoloso , con Barak ,colpo di testa dell’ex Udinese  trova Ospina che respinge  sulla linea.

Liverani si affida a Mancosu, l’attaccante lo ripaga trasformando un calcio di punizione , la palla all’incrocio dei pali supera Ospina proiettato in tuffo. Sembra finita, ma il Napoli con orgoglio si fcatapulta in attacco : Denne trova con un lancio verticale Callejon il quale gira la palla alle spalle di Vigorito. I minuti trascorrono inesorabilmente. L’ultimo sussulto con Lozano , il tiro del messicano è potente , ma centrale , respinto da Vigorito. Cala il siparo sul San Paolo, con la vittoria meritata dei giallorossi salentini.

TABELLINO 

NAPOLI-LECCE 2-3

NAPOLI (4-3-3): Ospina ; Di Lorenzo , Maksimovic , Koulibaly , Mario Rui ; Lobotka  (1′ st Mertens ), Demme , Zielinski ; Politano  (16′ st Callejon ), Milik , Insigne  (31′ st Lozano ). A disp.: Meret, Karnezis, Hysaj, Luperto, Manolas, Allan, Fabian Ruiz, Llorente. All. Gattuso . 

LECCE (4-3-2-1): Vigorito ; Rispoli , Lucioni , Rossettini , Donati ; Deiola , Barak , Majer ; Saponara ; Falco , Lapadula . A disp.: Chironi, Dell’Orco, Paz, Calderoni, Vera, Mancosu, Rimoli, Sava, Petriccione, Shakhov, Monterisi, Maselli. All. Liverani. 

Arbitro: Giua 

Marcatori: 29′ pt Lapadula (L), 3′ st Milik (N), 16′ st Lapadula (L), 37′ st Mancosu (L), 45′ st Callejon (N)

Ammoniti: Koulibaly, Zielinski, Milik, Mario Rui, Demme (N), Rispoli, Vigorito, Petriccione (L)