Busta con proiettile ad Antonio Conte. La Procura apre un’inchiesta

Sulla vicenda della busta contente un proiettile imdirizzata ad Antonio Conte , l’Inter precisa mediante una dichiarazione rilasciata all’ANSA , in relazione alle notizie pubblicate dal Corriere della Sera e Il Giorno , che: “Antonio Conte non ha ricevuto personalmente alcuna lettera minatoria e, di conseguenza, non si è recato in prima persona a sporgere denuncia. È stato il club a ricevere una lettera e, come da prassi in questo genere di situazioni, ha provveduto a rivolgersi alle autorità competenti”.

Il tecnico dell’Inter  oggetto di minacce mediante l’invio di una busta contenente un proiettile per  fucile inesplosa  hanno fatto scattare le misura decisa dalla Prefettura di Milano, pattuglie di polizia e carabinieri passeranno in strada con più frequenza intorno allo stabile di Milano dove vive l’allenatore, e agli uffici della società nerazzurra. Al momento l’ipotesi prevalente sarebbe “l’azione di un mitomane”. Intanto la Procura di Milano ha aperto un’inchiesta.