Arbitri nel ‘Pallone! VAR – AVAR , giocattoli pericolosi

Arbitri , gioie e dolori ; Con la nuova tecnologia  in campo  nulla è cambiato  al contrario, le decisioni e le supponenze  nelle singole scelte aumentano e  per la maggior parte delle decisioni sono  soggettive ,  così come vengono interpretate dalle Ex Giacchette Nere.

Non facciamo di questo discorso Campanilismo per una  o per  l’altra Squadra , è pur vero  se si concede il  calcio di rigore alla Juve ,  minuto 95’ , sull’ 1 a 1  con il Genoa  fino a quel momento  meritevole  di quel punticino conquistato  in casa del Campioni d’Italia e con l’aritro Giua  che fischia  il penalty al 95° fallo su  Cristiano Ronaldo   sfiorato al torace dalla mano di  Sanabria , mentre  allo stadio San Paolo ,  l’arbitro Giacomelli , in una delle serate più negative della sua carriera, non concede  il penalty ai partenopei , fallo nettissimo  di  Kjier   su Llorente  e sulla  ripartenza  l’Atalanta sotto 2-1 poi pareggia con Ilicic -oltre il danno la beffa – con la supponenza del direttore di gara che non si fa aiutare dal Replay dell’azione, irrita tutta la panchina e calciatori in campo , ne fanno le spese  il team manager  azzurro e il tecnico Ancelotti  , mentre alla Dacia Arena altro protagonista in negativo ,l’arbitro  Irrati;  Udinese –Roma : Il direttore di gara di Firenze , butta fuori Fazio  reo di aver commesso fallo da ultimo uomo  sull’attaccante friulano Okaka. Le  immagini rallentate in tutte le trasmissioni televisive raccontano che   Okaka , lanciato a rete si auto-sgambetta da solo.  A questo punto possiamo affermare  considerando che il Campionato è arrivato appena alla decima Giornata ,così come è accaduto ieri , ci sarà da discutere in altre circostanze fino alla fine. VAR e AVAR , diventano da oggi Giocattoli pericolosi.  Il designatore Rizzoli ha l’obbligo dichiarire queste circostanze , non vorremmo che il più Bel Giuoco del Mondo  sia Rovinato e   Falsato dalle decisioni Arbitrali e da queste macchine Moderne.