SUPERCOPPA: FLASH MOB RADICALI A TORINO

IL CODACONS DIFFIDA A RAI A NON TRASMETTERE LA SUPERCOPPA: POSSIBILE E ANZI DOVEROSO NON RISPETTARE UN CONTRATTO SE FARLO COSTITUISCE REATO

L’ASSOCIAZIONE PRESENTA DENUNCIA ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA, ALL’AGCOM E AL DIPARTIMENTO PARI OPPORTUNITÀ

Il Codacons interviene sul caso della partita di Supercoppa italiana, programmata in Arabia Saudita, con una diffida alla Rai: la rete di Stato è stata diffidata dall’Associazione a non trasmettere la partita, visto che è possibile (e anzi doveroso) non rispettare un contratto se farlo costituisce reato.

Il Codacons inoltre presenta una denuncia per istigazione alla discriminazione sessuale contro le donne alla Procura della Repubblica, all’Agcom e al dipartimento pari opportunità.

In subordine, nel caso la partita fosse comunque trasmessa in diretta, l’Associazione chiede di far apparire nel corso del match una grafica continua per ribadire come l’Italia non approvi la discriminazione attuata nei confronti delle donne nello stadio dove si sta svolgendo la partita (o comunque un testo analogo).

“La Rai dovrebbe rifiutarsi di trasmettere la partita, o almeno riconsiderare la decisione, come chiesto dalla Vigilanza” – dichiara il presidente Carlo Rienzi. “Abbiamo presentato una denuncia alla luce della possibile istigazione alla discriminazione di genere, vista la scelta incredibile di giocare la partita in un Paese che nel 2018 limita ancora sensibilmente la libertà femminile”, conclude.