“Il Falco e il Gabbiano” (Video)

Claudio Ranieri, allenatore del Leicester Da ultima di campionato a vincitrice della premiere League
Enrico ruggeri racconta la sua storia . Giovedì 5 maggio alle 15.30 a Il Falco e il Gabbiano su Radio 24


Tutte le vite hanno qualcosa di straordinario, ma ci sono storie, spesso sconosciute, di persone normali che nella loro vita hanno saputo dare un colpo d’ala, volare in alto, e fare cose che hanno lasciato il segno. Quella che Enrico Ruggeri racconta giovedì 5 maggio nella puntata de Il Falco e il Gabbiano in onda alle 15.30 su Radio 24, è “una storia che dimostra che anche il sogno più incredibile può essere realizzato e anche, magari, quando pensavi di non realizzarlo più”: così Enrico Ruggeri stesso annuncia in video  la puntata de il Falco e Il Gabbiano dedicata a Claudio Ranieri e alla squadra vincitrice del campionato inglese di calcio, il Leicester.

Una favola con uno splendido lieto fine quella del Leicester. Un sogno nato in provincia, in una città nel cuore dell’Inghilterra che nei suoi 132 anni di vita non ha mai vinto un campionato e che grazie ad un condottiero italiano ha raggiunto un obiettivo che all’inizio della stagione era considerato un’assurdità. Claudio Ranieri ha allenato molto: in Italia, in Spagna in Francia e in Inghilterra. Ha creato squadre molto forti, ma non ha mai vinto nulla di importante. Fino a quando prende in mano il Leicester con un solo obiettivo: la salvezza.

Il Leicester non è il Manchester City, e neanche il Chelsea. Ranieri lo sa, ma a lui non interessa avere i soliti nomi, anche perché sa benissimo che certi giocatori non si abbasserebbero mai a venire in provincia a lottare per la retrocessione anziché per la Champions League. Così inizia a lavorare sul gruppo, a studiare le tattiche degli avversari, a motivare i suoi giocatori, e partita dopo partita, la squadra creata da Ranieri si trasforma in un gruppo imbattibile e stupisce tutti vincendo a sorpresa la Premier League.

Per Claudio Ranieri è un colpo d’ala indimenticabile, una rivincita contro coloro che non hanno condiviso la sua idea di calcio, un calcio genuino legato al divertimento e alla passione, due elementi che spesso le grandi stelle, quelle abituate a collezionare palloni d’oro, hanno dimenticato e che solo Enrico sa raccontare emozionandoci.