Cahampions League: Tris di Milik, poi Mertens. Napoli-Genk 4-0

Tris di Milik e gol di Mertens ,  il Napoli vola agli ottavi di finale Champions League ed è primo nel Girone in classifica dietro il Liverpoo.

Ancelotti lascia in panchina Insigne e Lozano. Coppia d’attacco formata da Mertens e Milik. Un Napoli che parte bene , davanti ad un pubblico che non incita  gli azzurri dagli spalti. Il ritorno di Milik dal primo minuto coincide con la prestazione più che positiva dei partenopei. Il Napoli subito si rende pericoloso al 2’ , calcio d’angolo , colpo di testa di Koulibaly e palla che tovva sotto la traversa e non supera la linea della porta.  Al 3’ vantaggio Napoli: errore del portiere  che dribbla Callejon , non il polacco che di sinistro ruba il tempo al giocane estreno difensore belga e realizza l’1 a 0.  Qualche leggera sbavatura a centrocampo di Fabian  Ruiz hanno permesso al Genk di rendersi pericoloso dalla parti di Meret :  Paintsil , il destro potente termina a lato di poco.

Il raddoppio al 23’: Di Lorenzo raccoglie sulla destra un perfetto taglio di Allan , cross rasoterra e Milik di destro fa 2 a 0.  Il Genk sfiora il gol  su contropiede  con Onuachu che dribbla Koulibaly e calcia alto da posizione favorevole. Il Napoli sembra quello di qualche mese fa , uno , due tocchi e la palla viaggia. In difesa  Koulibaly è in perfette condizioni , così pure Manolas che ha il suo da fare con il gigante di 2 metro Onuachu. Il terzo gol  lo realizza ancora Milik al 38’ su calcio di rigore: Callejon lanciato a rete ancora da Allan, lo spagnolo anticipa l’uscita  del giovane Vamdevoordt  ma,  toccato sul piede sinistro ,  cade in area, nessun dubbio per l’arbitro turco Cakir a concedere il penalty.

Il secondo tempo regala poche emozioni, il Napoli controlla e gioca così come nella prima parte della gara, qualche galoppata del Genk in contropiede e sempre di rimessa su palle perse o sbagliate dai giocatori azzurri. Al , cross di Fabian Ruiz , il tiro al volo di Callejon , respinto con un braccio da DeMorse, calcio dirigore , dal dischetto Dries Mertes , cucchiaio e 4 a 0.

Ancelotti richiama Zielinski per il giovane Gaetano al debutto in Champions League , esce anche Molik per Lozano, infine entra Llorente  Callejon. Il Napoli rallenta un po’ , il Genk si rende pericoloso in un paio do occasioni cogliendo anche un palo su azione confusa in area azzurra.

Il pubblicio si fa sentire dopo un quasi assoluto silenzio. Al triplice fischio , parte un coro diretto ad Ancelotti : Catlo, Carlo.

Il TabellinoIL TABELLINO
NAPOLI-GENK 4-0

Napoli (4-4-2): Meret 6,5 ; Di Lorenzo 6,5, Manolas 6,5, Koulibaly 7, Mario Rui 6; Callejon 6,5 (33′ st Llorente sv), Allan 7,5, Fabian Ruiz 6,5, Zielinski 6,5 (27′ st Gaetano 6); Milik 8 (34′ st Lozano sv), Mertens 6,5. A disp.: Ospina, Luperto, Elmas, Insigne. All.: Ancelotti 6,5
Genk (4-3-3): Vandevoordt 5; Maehle 5,5, Dewaest 5, Lucumi 5,5, De Norre 5,5 (37′ st Neto Borges sv); Hrosovsky 5,5, Berge 6, Ito 6 (27′ st Hagi 6); Paintsil 6,5, Onuachu 5, Samatta 5,5 (18′ st Bongonda 6). A disp.: Coucke, Wouters, Odey, Ndongala. All.: Wolf 5,5
Arbitro: Cakir (Turchia)
Marcatori: 3′, 26′ e 38′ Milik (N)
Ammoniti: Vandevoordt (G), De Norre (B), Mario Rui (N), Koulibaly (N), Paintsil (G)