Partita l’avventura della Thunder nelle World 2017

 Conferenza Stampa di presentazione del Team #WSBVII #ItaliaThunder

Partita ufficialmente la nuova avventura dell’Italia Thunder nelle World Series of Boxing. La compagine italica, dopo non aver preso parte alla scorsa edizione, torna a competere nel massimo torneo a Squadre della Boxe Mondiale. Il debutto ci sarà giovedì 9 febbraio a Roma, in quel del PalaSport di Via Vertumno (Match che andrà in diretta su SportItalia dalle ore 20.30), contro la franchigia britannica dei British Lionhearts. Stamane (01/02, ndr) ha avuto luogo la Conferenza Stampa di presentazione del roster, che proverà a riconquistare un titolo che manca dall’ultima vittoria tricolore nelle WSB avvenuta nel giugno del 2012 sul ring della O2 Arena di Londra.

Presenti alcuni dei pugili della Thunder, che anche quest’anno sarà griffata Boxeur des Rues, guidati dall’Head Coach Emanuele Renzini e dal Capitano Storico, Clemente Russo. Questi ultimi due sedevano al tavolo dei lavori insieme a Paolo Casserà, Chief Manager della Thunder, e Alberto Brasca, Presidente della FPI.

Casserà ha aperto la serie degli interventi: “Sono molto felice per questo nostro ritorno nelle World Series, di cui vedemmo gli albori nel 2010. Eravamo un team privato allora, mentre adesso siamo parte integrante della Federazione Pugilistica Italiana. Cosa di cui siamo molto orgogliosi. Il nostro obiettivo è vincere, oltre he dare ai nostri boxer la possibilità di muovere i primi passi sul percorso verso Tokyo 2020. Chiudo ringraziando tutti i nostri partener: Boxeur des Rues, Radio Sonica, Tele Radio Stereo, SportItalia, Corriere dello Sport e Tutto Sport.”

Dopo di lui a prendere la parola è stato il Presidente Brasca: “Fui molto felice della nascita delle World Series, nella quale vedevo un ottimo trait d’union tra il mondo dilettantistico e quello Pro. E’ un torneo molto duro e probante per tutti i boxer che vi prendono parte, sia perché vi partecipano atleti di altissimo livello che per l’altissima intensità dei combattimenti. Lo scorso anno non vi partecipammo, perché non convinti della formula, che l’anno precedente aveva costretto i nostri atleti ad allucinanti tour de force in giro per il mondo. L’AIBA ha saggiamente deciso di rivedere il tutto, creando dei raggruppamenti molto più logici sia dal punto di vista logistico che da quello dell’impatto economico sulle casse delle varie federazioni. Sono certo, come è già successo in passato con Guido Vianello e Valentino Manfredonia ad esempio, che tutti i pugilatori che combatteranno nelle world series avranno dei notevoli miglioramenti sotto tutti gli aspetti sia agonistici che tecnici. Sono, infine, molto contento per il ritorno di Clemente Russo, di cui si percepisce ancora la grande voglia di eccellere e vincere in questo straordinario mondo della Noble Art.”

E’ toccato a Coach Renzini presentare tecnicamente i pugili: “Abbiamo un ottimo team, che credo potrà darci grandi soddisfazioni. Gli avversari sono di indubbio livello, ma anche noi non siamo da meno. Diciamo che sono stati sfortunati nel sorteggio nel trovare la Thunder.”

Clemente Russo ha chiuso la serie di interventi: “Ho risposto subito di si alla proposta della FPI di tornare a indossare i pantaloncini della Thunder. Cosa che ho fatto per 4 edizioni consecutivamente, riuscendo a vincere una Coppa Individuale nel 2011 e il Titolo a Squadre nel 2012. Ho molta voglia di rimettermi in gioco, anche pensando a Tokyo 2020. Non sarebbe male, infatti, prendere parte alla 5 Olimpiade, che penso sarebe un record assoluto per un boxer.”

Evento clou della conferenza è stata la presentazione dei Calzoncini (Uno Bianco con Bordi Neri – Uno Blu con Bordi Bianchi) firmati Boxeur Des Rues, che oltre a esserlo della Thunder è anche lo Sponsor tecnico dell’Italia Boxing Team

Russo lo vedremo in azione giovedì 9 nel match contro i British Lionhearts (H 20.30 PalaSport Roma Via Vertumno – Diretta SportItalia).

Da segnalare inoltre la presenza di: Walter Borghino, VicePresidente FPI, Massimo Scioti, consigliere Federale, Alberto Tappa, Segretario Generale FPI, e dei Boxer Thunder Mirko Carbotti, Guido Vianello, Michael Magnesi, Manuel Cappai, Valentino Manfredonia e Adriano Sperandio