Ha le idee chiare Mister Tesser su quello che Ancelotti ha fatto e ancora dovrà fare al Napoli

Ieri sera durante la puntata di Casa Napoli Tv è intervenuto Attilio Tesser, allenatore del neo-promosso Pordenone. Ricordiamo che il mister ha alle spalle una lunga carriera come giocatore e come allenatore. Intervistato sul Campionato che si sta ormai chiudendo, non ha dubbi sulla qualità del Napoli e del suo allenatore:

” Penso che Carlo Ancelotti abbia fatto una buonissima stagione, c’erano alle spalle tra anni di Sarri: tra anni di gioco di qualità e di risultati. Carlo è arrivato portandosi dietro un sistema di gioco completamente diverso, un modo di lavorare completamente diverso. La squadra a gennaio ha perso un giocatore molto importante come Hamsik; è stata in corsa bene direi fino a gennaio o poco dopo, poi ha avuto un poco di flessione che ha pagato con una Juventus straordinaria e adesso si sta riprendendo. Io lo ritengo tutto sommato positivo“.

“Ancelotti ha conosciuto di persona i giocatori, aldilà dellequalità tecniche che già conosceva di tutti i ragazzi: il carattere, il temperamento… tutto quello che un allenatore pur conoscendo i giocatori a quel livello, ha avuto un anno per farsi una sua idea. Adesso ci metterà le mani di suo con il suo pensiero calcistico, cercando di portare alcuni giocatori che ritiene utili al Napoli. Poi vedremo le decisioni, se viene considerato chiuso il ciclo di molti giocatori che sono lì e che in tre, quattro anni hanno dato grandissime soddisfazioni”.

So che piace vincere e bisogna vincere, vincere è bellissimo. 

“Una base importante è trovare, individuare quei due , tre giocatori che possano portare nuova linfa e chiaramente avvicinarsi al posto occupato dalla Juve che è lì davanti e cercare di ridurre questo gap che quest’anno è risultato più largo del solito. Il Napoli è una realtà straordinaria del calcio italiano ed europeo.

Ricordiamoci che il Napoli ha avuto dei dispiaceri non in campionato ma da due anni in Champions: sia con Sarri lo scorso anno che con Ancelotti quest’anno meritavano di andare avanti perché hanno dimostrato di giocare un grandissimo calcio con tutti e due gli allenatori. Quindi il vero grande dispiacere di no aver centrato quei momenti in Champions League che avrebbero dato ai giocatori qualcosa di straordinario per proseguire in maniera positiva anche in Campionato. Quelle sono sconfitte che possono lasciare il segno per il prosieguo del Campionato”.

”Giocatori… ce ne sono tanti. Nomi e cognomi però è inutile farne perché ce ne sono anche tanti sopravvalutati. Prenderne pochi ma qualitativi e giusti che servano al progetto che Carlo Ancelotti vuol portare avanti”

Alla domanda da studio se Fabian Ruiz potrà mai sostituire Marek Hamsik, risponde senza alcun dubbio il Mister:

“Fabian Ruiz non potrà mai sostituire Marek Hamsik nel cuore dei napoletani, quello che ha fatto resta nella storia del calcio a Napoli, invece a livello tecnico: si, Ruiz si è dimostrato veramente capace come sostituto perché fa bene le due fasi di gioco. Gioca all’esterno, all’interno… un giocatore determinante e l’abbiamo visto anche nell’ultima partita con l’Inter. Penso sia stato un ottimo acquisto quindi non importano tanto i nomi, perché lui è sicuramente un nome interessante ma non tra i primissimi e invece si è dimostrato che si possono acquistare anche ottimi giocatori. Basta avere chi va in giro per le società, occorre scouting fatto bene, e si possono trovare anche giocatori meno nominati ma di grande qualità”.