Pari 1 a 1 tra la Ternana e la Reggina

 I ROSSOVERDI SBANDANO AD INIZIO RIPRESA E BRESCIANI PORTA IN VANTAGGIO I CALABRESI.

LA REAZIONE DELLA SQUADRA DI CASA C’E’ STATA CON LA TRAVERSA COLPITA DA VANTAGGIATO ED IL PARI DI SALZANO.

Quello contro la Reggina era uno scontro al vertice per la Ternana al cospetto, tra l’altro, dell’ex Domenico Toscano fino ad ora imbattuto con solo tre goal al passivo prima della gara odierna.

I calabresi hanno una squadra forte da un modulo consolidato, il 3-4-1-2, che è stato poi confermato alla lettura delle formazioni con Bresciani scelto in luogo di Rubin, mentre in attacco ha giocato il tandem Corazza –Reginaldo.

Per la Ternana, dal canto suo, era quanto mai necessario fare una prova di personalità mostrando carattere contro una formazione che fa dell’ambizione una delle sue armi principali.

Per l’immediato futuro l’ambiente rossoverde si auspica una crescita della già citata personalità, autostima, un miglioramento sia fisico, che tecnico con ampi margini di miglioramento.

La partita è terminata 1 a 1. Nel corso del primo tempo c’è stato un sostanziale equilibrio.

Poi all’inizio della ripresa la squadra ospite ha preso il sopravvento non solo per avere segnato la momentanea rete del vantaggio con Bresciani, favorito dalla disattenzione di Parodi in area.

Il portiere della Ternana Iannarilli è stato decisivo sul doppio tiro ravvicinato di Garufo e Reginaldo ed anche l’ex rossoverde Rivas ha avuto la sua buona occasione.

A questo punto c’è stata la reazione da “fera” della squadra di Gallo, che ha pareggiato subito dopo il quarto d’ora, aveva già precedentemente colpito una traversa ed ha provato anche a vincere.

Prima di Vantaggiato da titolare per la Ternana al cui fianco l’allenatore Fabio Gallo ha schierato Torromino invece di Marilungo, Palumbo al posto di Proietti a centrocampo con Defendi e Salzano, mentre in difesa sono stati confermati Bergamelli e Suagher.

L’atteggiamento delle due squadre in campo è stato propositivo con una conclusione per parte in avvio di partita prima con il tiro del rossoverde Defendi, a dire la verità un po’ schiacciato, dal limite dell’area di rigore e successivamente con una conclusione amaranto di Reginaldo “tamponata” da un provvidenziale intervento in recupero della difesa dei padroni di casa.

Per la cronaca, al minuto 27’, una girata in area del reggino Corazza, è terminata alta .

Da registrare due punizioni insidiose di Mammarella per la Ternana, entrambe dopo la mezz’ora, dove la difesa della Reggina ha avuto il suo ben da fare con il portiere Guarna piuttosto incerto.

Al 43’ un cartellino giallo è stato sventolato ai danni dell’allenatore Gallo per proteste.

All’inizio della ripresa la Reggina è passata in vantaggio con l’assist di De Rose per il tiro vincente di Bresciani. Al 5’ Garufo e Reginaldo hanno poi messo i brividi alla difesa della Ternana, che ha di fatto rischiato di capitolare, salvata dall’ottimo Iannarilli, che ci ha messo ancora una pezza sul neo entrato Rivas lanciato da un suggerimento di Reginaldo.

Al 10’ la Ternana ha colpito una traversa con un colpo di testa di Vantaggiato preludio ad una certa reazione della squadra di casa, che ha di fatto pareggiato al 62’ con uno stacco aereo di Salzano imbeccato da Marilungo in campo da un minuto al posto di Torromino.

Al 68’ applausi per Palumbo, che ha sfiorato la rete con una conclusione dalla lunga distanza.

Opportunità anche per Defendi all’82’, ma c’è stata una deviazione della difesa in calcio d’angolo.

“La Ternana mi porta bene – dichiara l’allenatore della Reggina Toscano – esco ancora imbattuto dal Liberati. Il pareggio mi sembra giusto per una gara giocata con qualità da entrambe le squadre.

C’è però qualcosa da recriminare per le occasioni che avremmo dovuto sfruttare.

Nel secondo tempo l’inserimento di Rivas ha dato qualità, ciò che ci serviva, ma non siamo riusciti a cambiare il match”.

“Abbiamo commesso un errore grave, che avrebbe potuto compromettere la gara, ma siamo stati bravi a reagire e a recuperare. La nostra è stata una prestazione pulita – dice Gallo della Ternana – abbiamo sbagliato poco anche se a volte ci sono stati troppi lanci lunghi.

La Ternana doveva giocarsela fino alla fine con una grande organizzazione tattica che ha imbrigliato la Reggina, ma deve anche necessariamente eliminare alcune lacune”.

Il Tabellino

TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli, Parodi, Bergamelli, Suagher, Mammarella, Defendi, Palumbo (76’ Paghera), Salzano (81’ Proietti), Furlan (76’ Partipilio), Torromino, (61’ Marilungo), Vantaggiato (81’ Celli). All. F. Gallo

REGGINA (3-4-1-2): Guarna, Loiacono, Bertoncini, Rossi, Garufo, Bianchi (71’ De Francesco), De Rose, Bresciani (80’ Rubin), Sounas (46’ Rivas), Corazza (71’ Bellomo), Reginaldo.

All. D. Toscano

ARBITRO: Matteo Marchetti di Ostia Lido

Assistenti: Dario Garzelli di Livorno e Gabriele Nuzzi di Valdarno

RETI: 46’ Bresciani (Reggina), 62′ Salzano (Ternana)

AMMONITI: 43’ pt. F. Gallo (allenatore Ternana) per proteste

ANGOLI: 5 – 0 per la Ternana

RECUPERO: 0’ pt.; 4’ st.

 

Stefano Giovagnoli