TORNEO GIOVANILE DI TERNI: SUL PODIO JOHNNY OYEBODE E FRANCESCA SEU.

Su un totale di quattordici tesserati in Sardegna, due atleti riescono a salire sul podio nel secondo torneo nazionale giovanile programmato per la stagione 2018 – 19.

Al Palatennistavolo De Santis di Terni è Johnny Oyebode (Marcozzi Cagliari) a rappresentare al meglio la delegazione isolana conquistando la seconda piazza nella categoria juniores maschile. Perde al quinto set dopo una partita avvincente con Andrea Puppo (Tennistavolo Genova), rimasta incerta fino all’ultimo. Da registrare il settimo posto ottenuto dal suo compagno di scuderia Marco Poma.

Nella città umbra gioiscono anche i colori sociali del Muravera TT dell’inossidabile presidente Luciano Saiu grazie al terzo posto conquistato da Francesca Seu nei Giovanissimi femminile. La piccola sarrabese sembrava ad un passo dalla finalissima quando aggiudicatosi il primo set, era in vantaggio per 8-1 contro la pugliese Sofia Minurri (Tennistavolo Ennio Cristofaro). Recuperata e battuta anche nella terza frazione quando ha sciupato due set point; visibilmente abbattuta ha ceduto anche il quarto set.

Da rilevare la nona posizione ottenuta da Eva Mattana (Muraverese) e l’undicesima di Laura Alba Pinna (Tennistavolo Sassari).

Nella stessa categoria, versione maschile si piazza al posto n. 24 il marcozziano Zemgus Lai.

Alessandra Stori (Muravera TT) si classifica al decimo posto dei Ragazzi femminile dopo aver perso la finalina che dominava per 2-0.

L’ogliastrino Emanuele Cuboni (Sporting Lanusei) termina al ventunesimo posto su 64 partecipanti nei Ragazzi maschile.

Gli Allievi femminile raccontano di un quattordicesimo posto ottenuto da Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari), mentre si deve accontentare del ventiquattresimo Serena Anedda (Muravera TT), sfortunata nella fase a gironi quando pur concludendo al primo posto in coabitazione con altre due avversarie è stata penalizzata dalla classifica avulsa.

E’ Gaia Smargiassi del Tennistavolo Norbello a piazzarsi meglio negli Juniores femminile grazie ad un nono posto. Dietro di lei due giocatrici del Muravera TT: Aurora Piras (diciassettesima) eliminata al primo incontro del tabellone e Sara Congiu (ventunesima) vittima anche lei della differenza set che non le permette di andare oltre il girone. A Terni c’era anche Michela Mura (La Saetta Quartu) che conclude al posto n. 19.

LA SARDEGNA PARALIMPICA IMPEGNATA IN LOMBARDIA

Presso il centro Sportivo San Filippo di Brescia si è assistito ad una due giorni paralimpica intensa con la disputa dei primi concentramenti della serie A paralimpica e il secondo torneo nazionale predeterminato, con il supporto organizzativo della locale società Icaro sport ONLUS ASD.

Cinque società provengono dall’isola: Tennistavolo Norbello, Tennistavolo Quartu, Muraverese, Tennistavolo Sassari e Guspini.

Risultati eclatanti non ce ne sono stati ma il movimento cresce e questa è già una confortante notizia.

Tra le competizioni riservate agli atleti in carrozzina, Daniel Maris e Giammarco Mereu (Tennistavolo Quartu), rispettivamente classe 2 e classe 4 si arrendono alla fase a gironi. Stesso dicasi per Giuseppe Demontis (classe 3) e Angelo Vitiello (classe) 5 entrambi neofiti del Tennistavolo Sassari.

Sul fronte femminile Manuela Casu (classe 1-2) del Tennistavolo Guspini partecipa alla sua prima competizione ufficiale. Si registrano gli esordi assoluti anche per i paralimpici in piedi Pietro Ghiani (Muraverese, classe 10), Antonio Pinna, e Lorenzo Sanna (Tennistavolo Sassari, rispettivamente classe 9 e classe 6).

Tra i più scafati, Andrea Manis della Muraverese presta la sua conclamata esperienza solo al campionato a squadre, mentre si arrendono ai gironi gli atleti del Tennistavolo Norbello Franco Sanna e Mauro Mereu.

Nel singolo maschile esordienti figurano Giammarco Mereu, Demontis, Vitiello e Casu. Solo i primi due riescono a superare il girone, venendo eliminati però al primo turno ad eliminazione diretta.

Nella serie A, gruppo 1-5 il Tennistavolo Sassari colleziona due sconfitte, nel girone A come del resto il Tennistavolo Quartu nel B.

L’unica a racimolare qualche punto è la Muraverese nella serie A gruppo 6-10 (girone A) che su tre gare disputate riesce a battere il Tennistavolo Sassari. Nell’altro girone 6-10 rimane a secco il Tennistavolo Norbello.

I COMMENTI DEI PROTAGONISTI

Ana Brzan: (allenatrice Tennistavolo Norbello e Tennistavolo Quartu): “Comincio la mia analisi partendo dagli atleti tesserati a Norbello. Franco Sanna e Mauro Mereu hanno perso tutti gli incontri del campionato a squadre col medesimo risultato di 3-0. Purtroppo per loro il livello della classe in piedi è piuttosto alto ma tutti e due potevano giocare molto meglio. Però hanno fatto esperienza e questo direi che sia essenziale. Sul fronte TT Quartu non sono molto soddisfatta. Anche Daniel Maris e Giammarco Mereu hanno disputato tre gare, ma a differenza dei loro colleghi in giacca giallo blu li hanno perduti lottando, facendo vedere cose buone. Giammarco non aveva mai giocato una gara di serie A e ritengo che assieme al suo compagno debba fare ancora molto rodaggio, specialmente nel doppio. Però per essere stata la sua prima volta è stato bravo. Con un pizzico di esperienza il duo poteva portare a casa qualche partita in più, ma quella si acquisisce col tempo. In qualità di tecnico regionale paralimpico posso dire che per tutti gli atleti sardi presenti è stata una due giorni positiva. Sono contenta che anche il Tennistavolo Sassari abbia portato molti atleti e che abbiano conosciuto questa realtà confrontandosi con atleti di tutta Italia. Spero che pure Daniela Casu continui ad allenarsi e a partecipare ai tornei nazionali. In definitiva la cosa più bella è che noi sardi (io pure mi sento tale ormai) abbiamo fatto gruppo: e questo è bello e importante”.

Marcello Cilloco (presidente Tennistavolo Sassari): “Ho accompagnato personalmente i nostri atleti seguiti da Guido Spano. È stata una grande emozione essere presenti in quel di Brescia e al fianco dei migliori pongisti paralimpici. Per quanto riguarda i risultati non potevamo pretendere nulla visto che i ragazzi stanno giocando da pochi mesi. E’ un’esperienza positiva che mi da forza per implementare questo settore in cui credo molto”.

Andrea Manis (Muraverese): “Ho cominciato la consueta avventura nel campionato di A1 paralimpica con una interessante novità, l’inserimento del siliquese Pietro Ghiani al posto di Luca Paganelli impegnato nell’Erasmus. La prima partita ci ha visto impegnati contro la neo iscritta TT Sassari. Finisce con un secco 3-0 ma sicuramente gli amici avranno dalla loro tanto tempo per migliorare e maturare esperienza. La sfida contro il l’ASD TT Marco Polo si preannuncia più ostica sulla carta e purtroppo anche il risultato finale è coerente per i valori espressi in campo. Pietro paga l’inesperienza e la tanta assenza dai campi di gara, io il poco allenamento e una forma fisica peggiorata con grosse difficolta negli spostamenti laterali. Con Vinetti, match chiave dell’incontro, mi porto sul 1-1 ma perdo 14.12 il set più importante. Al 4° set crollo più di testa che non di braccio. Purtroppo i continui cambi regolamentari sul materiale e il poco allenamento hanno inciso. L’ultima del concentramento è contro una vecchia nonché ex società dove ero tesserato. L’isola che non c’era schiera Gaffino e Scatena. Il gioco ostico dei due amici mette in crisi Pietro che ne lascia due, io vinco i miei incontri e purtroppo perdiamo il doppio, sicuramente ancora da rodare. Bilancio quindi negativo in termini di risultato ma positivo per avere rivisto tanti amici e condiviso con l’amico Pietro una nuova esperienza”.

VETERANI: RISULTATI E COMMENTI DEI SECONDI CONCENTRAMENTI

Quartu S. Elena, Oristano e Sassari hanno ospitato i concentramenti caratterizzanti la seconda tornata del campionato regionale veterani a squadre.

Nel girone A, dopo cinque giornate il Monserrato Verde rimane saldo al comando a punteggio pieno, seguito a due lunghezze dal Tennistavolo Azzurra.

Nel centro Sardegna a condurre con sole vittorie in saccoccia è il TT Oristano Iridata, mentre nel Capo di Sopra non conosce sconfitte, per adesso, il Tennistavolo Sassari.

Di seguito i commenti di alcuni veterani.

GIRONE A

Riccardo Di Giovanni (Monserrato Verde): “ Per me è un esordio in quanto ho saltato la prima giornata, ma sono in ottima compagnia visto che nel mio team ci sono anche Giampaolo Manca e il fortissimo Marco Pisu, già protagonisti nel concentramento di Decimomannu a dicembre. Nel primo match affrontiamo l’Azzurra capitanata da Maurizio Piano che al primo incontro incrocia Giampaolo. Troppo forte e preciso Maurizio, che si impone per 3-0. A seguire è Marco Pisu che replica con un netto 3-0 ai danni di Roberto Murgiano. A questo punto il doppio diventa quasi decisivo. Io lo gioco in coppia con Pisu, mentre l’Azzurra schiera la coppia Pomata-Serra. Ci imponiamo per 3-0 e lasciamo agli ultimi singolari l’esito dell’incontro. Segue il big match fra Pisu e Piano. I due giocano molto bene, ma fin dall’inizio si nota che Pisu gestisce meglio tutti i colpi e alla fine porta a casa l’incontro vincendo per 3-1. Ci prepariamo all’incontro con gli amici di Torellas Gialla. Pisu chiede pietà e riposo, lasciando l’incombenza a me e a Giampaolo. Sfruttando l’assenza del TT Decimomannu, giochiamo in contemporanea gli incontri di singolare. Io sfido Celestino Pusceddu mentre Giampaolo se la vede contro Rasulo. Riesco a sorprendere fin da subito Celestino, che perde di concentrazione e precisione, e mi impongo per 3-0, mentre Giampaolo batte Rasulo per 3-1. Nel doppio sempre io con Giampaolo, affrontiamo Marco Sanna e Massimo Carta. Iniziamo alla grande portandoci in vantaggio per 2-0 ma i nostri avversari non mollano e riescono a riagguantarci sul 2-2. Dobbiamo sudare sino all’ultimo punto per aggiudicarci l’incontro, vincendo 11-9 al quinto set. Nonostante l’orario sia di fine pranzo, ci viene chiesto di recuperare l’incontro contro Torellas Blu. Questa volta decidiamo di giocare io con Pisu, “liberando” Giampaolo. Batto Migliaccio per 3-0 e lo stesso fa Pisu contro Cingolani. Anche il doppio, con gli stessi protagonisti, ci vede vittoriosi per 3-0 e ci permette di issarci momentaneamente, solitari in testa alla classifica”.

Maurizio Piano (Tennistavolo Azzurra): “Dopo il percorso netto nel primo concentramento, con tre vittorie in tre gare, questa volta ci siamo dovuti accontentare di una sola vittoria nelle due gare disputate. Nel primo match, infatti, in cui affrontavamo il Monserrato Verde con cui condividevamo la vetta della classifica, abbiamo subito una sconfitta per 3-1. La prima partita ha visto Marco Pisu battere per 3-0 il mio compagno di squadra Roberto Murgiano, che purtroppo si è trovato in grande difficoltà non solo contro la tecnica e l’esperienza del suo avversario ma anche ‘contro’ il campo di gara. Io ho riportato il match in parità, battendo per 3-0 Gian Paolo Manca, mentre il doppio è stato appannaggio del duo Pisu-Manca, che ha inferto un netto 3-0 a Pomata-Serra. Il punto della vittoria per il Monserrato lo ha poi conquistato Pisu contro il sottoscritto, per 3-1 al termine di un match a tratti spettacolare. Il secondo match ci ha poi visti affrontare il Monserrato Rosso e questa volta, contro Alessandro Picciau e Dino Aresu, non abbiamo avuto difficoltà nel portare a casa la vittoria per 3-0: Mauro Serra non ha lasciato neanche un set ad Aresu, mentre io ho battuto per 3-1 Picciau; nel doppio Pomata-Serra hanno poi regolato per 3-0 il duo monserratino. Rimangono ora ancora due gare da disputare e con tutta probabilità ci giocheremo il secondo posto finale nello scontro diretto con l’Iglesias, mentre i giochi per il primo posto sembrano ormai chiusi a favore del Monserrato Verde, a meno di un clamoroso doppio capitombolo nell’ultimo concentramento”.

Celestino Pusceddu (Torrellas Capoterra): “Come al solito noi della Torrellas Capoterra ci presentiamo con le nostre formazioni al completo: Torrellas Gialla e Torrellas Blu. Nella Torrellas Gialla sono schierati: Massimo Carta; Felice Rasulo; Celestino Pusceddu; Marco Sanna. Nella Torrellas Blu sono schierati: Antonio Cingolani; Antonello Migliaccio; Marco Schirru; Gabriele Aresu. La new entry Gabriele Aresu si fa subito sentire e guida alla vittoria Torrellas Blu contro Monserrato Rossa. Buona prova di Marco Schirru che riesce a prevalere alla bella contro un sempre valido Sandrino Picciau. Nel secondo incontro e terzo incontro però devono cedere le armi ai più quotati amici della Polisportiva Fermi Iglesias e al Monserrato Verde. Degli incontri della Torrellas Gialla sarebbe meglio tacere. Perdiamo tre a zero sia con il Rosmarino di Carbonia e sia con il Monserrato Verde. Non siamo mai troppo concentrati e i risultati impietosi sono la naturale conseguenza. Meglio non pensarci troppo. Qualcuno darà la colpa alla giornata “fredda”. Alla fine delle fatiche pongistiche andiamo a pranzare insieme agli amici di Iglesias e Carbonia e all’immancabile Giuseppe Lepori. Si discute di tennistavolo “of course” e cerchiamo, tra il primo e il secondo, soluzioni alle problematiche pongistiche che notoriamente affliggono il mondo. Tra una risata e l’altra ci diamo appuntamento alla prossima”.

Bruno Pinna (ITC Enrico Fermi Iglesias): “Ci siamo presentati in campo puntuali, ma gli avversari del Decimomannu purtroppo hanno dato forfait all’ultim’ora determinando la nostra vittoria a tavolino per 3-0. Ne abbiamo approfittato per fare un buon riscaldamento in attesa che l’altra squadra avversaria (Torrellas Blu di Capoterra) terminasse il suo primo impegno. Contro Migliaccio, Aresu, Cingolani e Schirru è stata una partita molto divertente, soprattutto nel doppio si sono visti degli scambi prolungati e piacevoli. Nei singolari io Vinco contro Migliaccio e Roberto Pili contro Aresu. Vinciamo 3-0 e la finiamo a mangiare tutti insieme. Lo spettacolo che diamo giocando non è dei migliori. Nel dopo partita siamo competitivi a livello internazionale. E’ stata una vera faticaccia alzarsi dal tavolo”.

Pietro Pili (San Orione Rosmarino Carbonia): “Abbiamo disputato un unico incontro perché il Decimo non si è presentato. Sfidiamo gli amici di Capoterra con i quali tutti i match risultano difficilissimi. Entrambi i singoli finiscono 3-2 per noi: io contro Celestino Pusceddu e il mio compagno Luciano Macri con Rasulo; partite che come sappiamo diventano una lotteria. Arriviamo poi al doppio dove troviamo Carta e Sanna: bella partita ma alla fine la portiamo a casa noi per 3-0”.

GIRONE B

Carlo Maulu (TT Oristano Iridata): “La mia squadra fa doppietta vincendo due partite su due! Iniziamo contro il Tennistavolo Guilcier Ghilarza. Tra Neke Cuccureddu e Quirico Mura, dopo il primo set di studio terminato sull’11-7, il mio presidente chiude subito i conti abbastanza agevolmente vincendo pure i restanti due set. Io affronto Briam Mele, che si mostra troppo superiore e nettamente più in forma. La partita termina 3-0 per il giocatore originario di Norbello. Nel doppio la coppia Maulu-Cuccureddu ha la meglio sulla duo ghilarzese Mele-Mura per 3-0 con i parziali 11-7 12-10 11-4. Arriva la partita più attesa della giornata: Cuccureddu si deve arrendere dopo 4 set al guilcierino Mele dopo una godibile e tirata sfida, giocata punto su punto. Nella quinta e decisiva partita scendo in campo io contro Mura. Il mio avversario, col puntino, non mi fa capire nulla e così perdo il primo set. Dalla panchina i miei compagni di squadra riescono a calmarmi un po’ e a incanalarmi verso una vittoria che ormai mi sembrava impossibile. 8-11 11-7 11-5 11-5 i parziali che ci proiettano verso la prima vittoria della giornata. Poi ci misuriamo col Tennistavolo Paulilatino Blu. Partita che sulla carta ci vede favoriti e infatti rispettiamo il pronostico superando i simpatici paulesi Giuseppe Mellai e Pasqualino Putzolu, ai quali devo riconoscere dei miglioramenti tecnici con delle belle giocate. Risultato che ci vede vincitori per 3-0 in entrambi gli incontri. Cuccureddu-Mellai 11-8 11-5 11-6 Maulu-Putzolu 11-5 11-7 11-2. Nel doppio Maulu-Cuccureddu 11-4 11-3 11-5”.

Mario Littarru (TT Oristano Rosso Blu): “Contro il Paulilatino Gialla ne è uscita fuori una disputa molto equilibrata contrassegnata dall’esordio brillante della mia compagna Viviana Salvi che però ha pagato la sua prolungata assenza dai campi di gioco ufficiali. Riusciamo comunque a vincere 3-2 grazie ai due successi personali di Emanuele Marras e al doppio Tore Coghe-Marras. Usciamo sconfitti dalla sfida con il Guilcer Ghilarza perché i nostri avversari optano per l’ingresso dell’esperto Mario Marchi in sostituzione del neofita Mura. Ho fatto anche io il mio ingresso in campo unendomi nel doppio a Marras. Ne è uscita una sfida molto tirata e spettacolare contro Marchi-Mele”.

Adolfo Simbula (TT Oristano Meglio): “Altra bella serata di sport in cui, per una volta, i nostri soliti passaggi a vuoto non ci hanno impedito di raggiungere la vittoria (contro il Paulilatino Gialla), condita da qualche punto abbastanza spettacolare. Ora fari puntati al terzo concentramento a Paulilatino il primo sabato di Marzo che ci vedrà impegnati contro Ghilarza e Paulilatino Blu”.

Pasqualino Putzolu (TT Paulilatino): “Nella giornata dedicata al Tennistavolo spettano due incontri al Tennistavolo Paulilatino Gialla e uno alla squadra Blu. Inizia la squadra Blu composta da Davide Carta e Giovanni Careddu contro la squadra Tennistavolo Oristano Rosso blu. Davide Carta affronta la la Signora Viviana Salvi che nulla può contro la puntinata di Carta: termina con un secco 3-0. Segue Giovanni Careddu contro Emanuele Marras 3-0 per il secondo. Si passa al doppio con Carta e Careddu contro Marras e Salvatore Coghe che vincono 3-0. Seguono le gare tra Careddu che vince per 3-0 contro Salvi e per finire Carta che perde 3-0 contro Marras. 3-2 definitivo per la squadra Oristanese. Nell’incontro tra Paulilatino Blu e Oristano Meglio inizia Careddu contro Adolfo Simbula che si aggiudica l’incontro per 3-1. Quello tra Carta e Pierpaolo Cubadde è incontro molto combattuto: ha la meglio Cubadde che vince per 3-2. Si passa al doppio con la vittoria per 3-1 di Simbula e Cubadde. Risultato finale 3-0 per Oristano Meglio. Per ciò che concerne la prestazione della nostra squadra Blu, dove figuriamo io e Giuseppe Mellai opposti all’Oristano Iridata non abbiamo alternative: sventoliamo bandiera bianca, dopo non aver vinto nessuna partita: risultato secco a favore del team targato Cuccureddu e Maulu. Risultato a parte a parte ci siamo divertiti in una bellissima giornata sportiva tra amici”.

GIRONE C

Pier Luigi Scudino (Tennistavolo Sassari): “Vittoria facile per noi contro Alghero A che non poteva contare sull’apporto dell’infortunato Massimilano Salis. Gioca la prima partita Sergio Idini contro Zinchiri e vince 3-0 con set molto combattuti. La successiva, meno vibrante, la vince Scudino sempre 3-0. Il forte giocatore Delogu in coppia con Scudino vince facilmente il doppio, sempre 3-0. Grazie a questo successo siamo in cima alla classifica”.

Gianni Palmas (Libertas Ping Pong Monterosello Sassari): “Vinciamo per 3-0. La mia squadra scende in campo con me e Sandro Renna; assenti Samuel Paganotto e Roberto Musio. Ci opponiamo al TT Olbia composto da Stefano Corda e Marco Dessì. Il primo incontro lo gioco io contro Corda: partita combattuta con scambi da ambo le parti; devo dire che l’avversario soffre la puntinata ed io alla fine riesco a vincere per 3-1. Successivamente si confrontano Renna contro l’atleta olbiense Dessì: vince il nostro giocatore per 3-2 dopo quello che resterà il più bello incontro della giornata. I due atleti si son dati battaglia, incerta sino alla fine. Poi è il turno del doppio: Palmas-Renna contro Corda-Dessì, partita vinta dalla nostra squadra per 3-0 ma dove la squadra gallurese meritava vincere almeno un set”.

Salvatore Motzo (GS TT Alghero ASD “C”): “Vittoria di misura per l’Alghero “B” nel derby fratricida che lo ha visto opposto alla compagine gemella dell’Alghero “C”.

Entrambe le formazioni sono scese rimaneggiate; la squadra  “B” ha sostituito Mulas con il veterano Mancino ed io sono sceso in campo al posto di Efisio Pisano. Il doppio è stato decisivo; Mancino, che ha perso entrambi i singolari giocati, ha contribuito in modo importante alla vittoria in coppia con Niolu. Peccato, non abbiamo giocato male, ma ci è mancato un pizzico di fortuna”.

foto: il podio Juniores

Doppio colpo grosso: il ventennale termina in gloria

Comments are closed.