Guelfi Firenze, intervista a Ilaria De Marco

“Dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna”, questo è quanto sostiene un proverbio di origine latina e per i Guelfi Firenze la situazione non è poi molto diversa vista la presenza in società di Ilaria De Marco, Team Manager del Settore Giovanile e Centro della squadra femminile delle Elfe Firenze.

Con i campionati junior già terminati per la Under 16 guelfa e per i componenti del Toscana Team U19 di proprietà dei viola, restano ancora in gioco le “piccole canaglie” della Under 13 gigliata, che il 6 gennaio proveranno a riconfermarsi Campioni d’Italia nello Youth Bowl FIDAF che verrà organizzato proprio al “Guelfi Sport Center”. Di seguito l’intervista con Ilaria De Marco per ripercorrere l’annata delle giovanili e tracciarne un bilancio.

La stagione dell’U16 è giunta al termine con la sconfitta al Wild Card Round sul campo dei Warriors Bologna. Come valuti il percorso dei ragazzi di Coach Simone Petrucci?

“E’ stata un’esperienza fantastica perché questi giovani sono andati di gran lunga oltre le aspettative della società. Approdare ai play-off al primo anno in questa categoria non era nei nostri obiettivi. Come se non bastasse questa squadra è stata costruita fondendo i nostri tesserati con quelli degli Storms Pisa e dei White Tigers Massa. Per ragioni logistiche non è stato facile farli allenare, con continuità, tutti assieme. Di questo, a mio avviso, ne ha risentito in particolar modo l’attacco, che non ha avuto il tempo necessario all’installazione dei giochi. Guardando al nostro orticello dico che l’ultima campagna di recruiting ha portato ragazzi dalle grandissime qualità che si sono affacciati per la prima volta a questo sport, assieme a loro hanno giocato anche i giovani campioni dell’U13 promossi per limiti d’età. Aggiungo che l’esperienza di creare dei legami all’interno delle società della Toscana si è rivelata molto proficua e spero che si vada verso una conferma di questa integrazione, magari con più camp per mettere in contatto i ragazzi”.

Under 13 e Youth Bowl più in generale, sarà un grande gennaio quello del “Guelfi Sport Center”:

“Sarà il secondo, grande gennaio consecutivo, il primo nella nostra nuova struttura. Ero presente a Pero (luogo dove si sono svolte le finali del 2015, ndr) e per me sarà un’emozione raddoppiata visto che quest’anno difenderemo un titolo conquistato all’ultimo minuto contro i Doves Bologna. Ovviamente, per quanto riguarda la prima giornata dell’evento, mi aspetto un grande tifo per i nostri ragazzi visto che abbiamo la fortuna di giocare in casa le fasi finali del campionato. Questo darà modo a tutta la società di saggiare i frutti del lavoro di questo gruppo e del coaching staff”.

Lo Youth Bowl segnerà la fine della porzione di anno riservata alle giovanili. La società come gestirà la lunga off-season?

“Stiamo parlando di giovani che scalpitano per poter giocare a football americano e quindi è impensabile ed ingiusto metterli in naftalina per più di sei mesi. Vogliamo offrirgli degli obiettivi agonistici anche per la parte di anno che non prevede partite ufficiali. Proveremo ad organizzare dei bowl primaverili nel nostro impianto, invitando società da tutta Italia per far conoscere il più possibile la nostra realtà.”

La società prevede di aggregare qualche giovane elemento alla squadra senior già in questa stagione?

“L’idea è di coinvolgere, a partire dal livello U16, alcuni ragazzi ritenuti meritevoli dal coaching staff della prima squadra. Tali giocatori verranno inseriti, previo il consenso dei genitori, nel roster della formazione senior, sostenendo degli allenamenti con loro e potendo così beneficiare dei consigli di un gruppo di coach di altissimo caratura che avrà il compito di forgiarli in ottica di un futuro inserimento in pianta stabile a determinati livelli di eccellenza nel panorama italiano”.

Sei contenta di come hanno lavorato i vari allenatori delle selezioni junior?

“Vedere tanti giocatori della squadra senior che si sono dedicati a questo progetto è stato veramente gratificante. Sono state queste persone a fornire l’apporto determinante al fine di far giungere le nostre squadre ai livelli mostrati quest’anno. L’unico punto debole di questa nostra scelta è il fatto che con l’inizio della preseason della prima squadra il tempo che può essere dedicato ai più giovani si riduce sensibilmente e comporta un inizio di preparazione in vista dei campionati under che viene posticipato a fine agosto, mentre sarebbe importante poter avere più tempo da destinare alla tecnica dei junior”.

Parlaci un po’ del progetto delle Elfe Firenze, delle quali fai parte giocando da Centro:

“Assieme ad altre ragazze che formano lo zoccolo duro della squadra stiamo cercando di ricostruire il nostro movimento per poterci iscrivere al prossimo campionato nazionale di categoria, a cui abbiamo già partecipato nel 2015. Dobbiamo cercare di trovare ragazze e donne con voglia di dedicarsi seriamente a questo bel progetto che porta un tocco di femminilità all’interno della società. Chiunque sia interessata a provare questo bellissimo sport può contattarci sulla nostra pagina Facebook (https://www.facebook.com/elfefirenze/?fref=ts) e partecipare agli allenamenti che si svolgono tutti i martedì e i giovedì dalle 20 alle 22”.

Guelfi Firenze: PETRUCCI RACCONTA IL FINE '16 DEI SENIOR
Mexico's Calling: Giustino Silvestro da gennaio a Puebla!

Comments are closed.