Europa League: Napoli-Zurigo 2-0

Napoli agli ottavi Europa League. Nel match di ritorno sedicesimi di finale dopo l’1-3 dell’andata in Svizzera, al San Paolo la squadra di Ancelotti batte 2-0 lo Zurigo . Brecher tiene a galla gli elvetici fino al 43′ con le sue parate, poi deve arrendersi a un destro al volo di Verdi, perfettamente servito da un tocco morbido di Ounas, che poi raddoppia i conti al 75′.

IL TABELLINO

NAPOLI-ZURIGO 2-0

Napoli (4-4-2): Meret ; Hysaj , Chiriches (10′ st Luperto ), Koulibaly , Ghoulam ; Ounas  (31′ st Milik ), Diawara , Zielinski  (21′ st Allan ), Verdi ; Insigne , Mertens .

A disp.: Ospina, Malcuit, Maksimovic, Callejon. All.: Ancelotti

Zurigo (4-4-2): Brecher ; Winter , Bangura , Kryeziu , Kololli  (36′ st Kharabadze ,Khelifi , Sohm , Domgjoni , Schonbachler  (20′ st Krasniqi ); Odey  (15′ st Zumberi ), Ceesay .

A disp.: Vanins, Maxso, Dixon, Kasai. All.: Magnin

Arbitro: Sidiropoulos (Gre)

Marcatori: 43′ Verdi (N), 30′ st Ounas (N)

Ammoniti: Chiriches (N) ��F���������Z

Champione League: Shalke 04-Manchester City 2-3

Il Manchester City a Gelsenkirchen, non senza qualche sofferenza poi nel finale di una partita realizza due gol e vince per 3-2 sul campo dello Schalke 04, mettendo un piede nei quarti di finale di Champions League. City avanti con Sergio Aguero al 18′, poi i tedeschi si portano in vantaggio con due discussi rigori di Nabil Bentaleb (37′ e 44′). L’ex spietato Leroy Sané pareggia all’84’ con una magica punizione, quindi al 90′ Raheem Sterling fa 3-2.

Il Tabellino

SCHALKE 04-MANCHESTER CITY 2-3 (2-1)
Schalke 04 (5-4-1): Fährmann; Caligiuri, Bruma, S. Sané, Nastasic, Oczipka; McKennie (32′ st Skrzybski), Serdar, Bentaleb, Mendyl (19′ st Burgstaller); Uth (42′ st Harit). All.: Tedesco
Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Fernandinho, Otamendi, Laporte; De Bruyne (42′ st Zinchenko), Gündogan, David Silva (24′ st Kompany); Bernardo Silva, Agüero (33′ st L. Sané), Sterling.
Arbitro: Del Cerro (ESP)
Reti: 18′ pt Agüero, 38′ e 45′ pt rig. Bentaleb, 40′ st L. Sané, 45′ st Sterling
Ammoniti: Uth, Fernandinho, Ederson, S. Sané
Espulso: Otamendi

Allegri: “fiducioso nella gara di ritorno”

Il secondo tempo è stato brutto, perché abbiamo commesso l’errore di andare dietro a loro, che sono bravi a far scivolare le partite senza subire tiri. In quel momento diventano pericolosi, avevamo già rischiato su un contropiede in cui Diego Costa si è presentato a tu per tu con Szczesny, nella ripresa non abbiamo fatto un tiro in porta”.
    Non è certo soddisfatto della prova dei suoi Massimiliano Allegri quando commenta la sconfitta della Juventus contro l’Atletico Madrid. “Sono entrati con cattiveria sulle palle inattive perché loro riescono a stare dentro la partita anche quando non ci sono sussulti – spiega Allegri -. Abbiamo possibilità di ribaltarla, bisogna avere fiducia, non bisogna piangersi addosso. Sapevamo che sarebbe stata difficile: l’Atlético è forte”. Secondo l’allenatore della Juve, “hanno inciso tante cose, nella ripresa abbiamo sbagliato. C’è delusione, ma capita che le squadre perdano la prima. Non sarà semplice, ma ci vorrà una grande gara al ritorno, io sono comunque fiducioso”.

Europa League: Siviglia-Lazio 2-0

La Lazio  esce ai sedicesimi di finale Europa League. Dopo lo 0-1 all’ andata ,  nel match di ritorno i biancocelesti battuti dal Siviglia 2-0.

Ben Yedder (22′),  e Sarabia (78′) i marcatori. Arbitraggio non sufficiente, nel 1° tempo  Taylor non fischia un rigore solare di Mercado su Lulic (17′) e i capitolini non concretizzano dopo l’espulsione di Vazquez (60′).  Acerbis spreca solo davanti a Vaclick . Rosso anche a Marusic, doppio giallo. Spagnoli agli ottavi.

IL TABELLINO

SIVIGLIA-LAZIO 2-0
Siviglia (3-5-2): Vaclik; Mercado , Kjaer , Sergi Gomez ; Navas , Sarabia , Roque Mesa  (37′ st Rog ), Vazquez , Escudero  (6′ Promes ); André Silva  (19′ st Amadou ), Ben Yedder . A disp.: Soriano, Arana, Gil, Munir. All.: Machin
Lazio (3-5-2): Strakosha ; Patric  (4′ st Correa ), Acerbi , Radu ; Marusic , Cataldi , Badelj  (31′ st Durmisi ), Milinkovic-Savic  (11′ st Romulo ), Lulic ; Caicedo , Immobile . A disp.: Proto, Guerrieri, Parolo, Leiva. All.: Inzaghi 5
Arbitro: Taylor (Inghilterra)
Marcatori: 20′ Ben Yedder (S), 33′ st Sarabia (S)
Ammoniti: Vazquez (S), Patric (L), Caicedo (L), Immobile (L)
Espulsi: Al 15′ st Vazquez (S) per doppia ammonizione (fallo di mano e gioco scorretto). Al 26’st Marusic (L) per una gomitata a Roque Mesa

Champions League: Atletico Madrid-Juventus 2-0

Il 12 marzo allo Stadium di Torino , alla Juve servirà un impresa per accedere ai quarti Champions League Al Wanda Metropolitano la squadra di Allegri perde 2-0 con l’Atletico gara d’andata ottavi di finale.

Primo tempo con i locali più aggressivi  al cospetto di una Juve quasi impalpabile. Solo Ronaldo su  calcio di punizione  dal limite obbliga  Oblak alla deviazione in calcio d’angolo. Il Var salva la Juve da un penalty , (fallo di De Sciglio su Diego Costa). Il centrocampo è  proprietà di Rodri e Thomas i quali dettano i tempi di gioco.

Nella ripresa l’Atletico rientra in campo aggressivo  e la Juve trema.

Diego Cosata sbaglia tutto  solo davanti a Szczesny.  Il portiere bianconero  salva il risultato deviando sulla traversa un palonetto a botta sicura di Griezmann.

Qualche volata di Ronaldo è la risposta della Juve .

In pressione, Simeone leva Costa, Thomas e Koke e fa entrare Morata, Lemar e Correa per dare più qualità alla manovra.  Con giocatori più freschi in campo, l’Atletico cambia passo e schiaccia la Juve. Morata segna di testa, ma l’arbitro Zwayer annulla con l’aiuto del Var. Più aggressivi sui calci piazzati, i Colchoneros aumentano la pressione e la Juve crolla. Ci pensa Giménez a sbloccare la gara in mischia, poi Godin fa esplodere il Wanda ancora sugli sviluppi di un calcio piazzato, raddoppiando.. Allo Stadium però servirà una Juve da battaglia per centrare i quarti. 

 IL TABELLINO

ATLETICO-JUVE 2-0

Atletico (4-4-2): Oblak ; Juanfran , Giménez , Godin , Filipe Luis ; Saul , Thomas  (16′ st Lemar ), Rodri , Koke  (21′ st Correa ); Diego Costa  (12′ st Morata ), Griezmann .

A disp.: Adan, Arias, Kalinic, Savic. All.: Simeone

Juventus (4-3-3): Szczesny ; De Sciglio , Bonucci , Chiellini , Alex Sandro ; Bentancur , Pjanic  (27′ st Emre Can ), Matuidi  (39′ st Cancelo ); Dybala  (35′ st Bernardeschi ), Mandzukic , Ronaldo .

A disp.: Perin, Caceres, Rugani, Spinazzola. All.: Allegri

Arbitro: Zwayer (Ger)

Marcatori: 33′ st Giménez (A), 38′ st Godin (A)

Ammoniti: Diego Costa, Thomas, Griezmann (A); Alex Sandro (J)

Champions League: Atletico Madrid-Juventus. Le probabili formazioni

Stasera Atletico Madrid-Juventus, andata pttavi di finale Champions League. il ritorno è in programma a Torino il 12 marzo.

Nella Juventus a destra De Sciglio è leggermente favorito rispetto a Cancelo, mentre in attacco Dybala la spunta su Bernardeschi. A centrocampo rientrano dal 1′ Pjanic e Matuidi, Khedira non convocato per un’aritmia: dentro Bentancur. Bonucci e Chiellini saranno regolarmente al centro della difesa.

Simeone dopo Godin ha recuperato pure Saul e Koke ma non avrà a disposizione Lucas Hernandez, al suo posto sulla sinistra ci sarà Filipe Luis con Juanfran (in ballottaggio con Arias) dall’altra parte. A centrocampo i più difensivi Partey e Rodrigo dovrebbero essere preferiti a Correa e Lemar. In attacco l’ex Morata è favorito sul recuperato Diego Costa per affiancare Griezmann dal 1′.

Le probabili formazioni

ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak; Juanfran, Gimenez, Godin, Filipe Luis; Koke, Partey, Rodrigo, Saul; Griezmann, Morata. All.: Simeone

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Dybala; Mandzukic, Cristiano Ronaldo. All.: Allegri

Champions League: Lione-Barcellona 0-0

Il Lione resiste al Barcellona nel match d’andata , ottavi di finale Champions League. Al Groupama Stadium, la squadra di casa riesce a non farsi superare dai blaugrana e difendere il pareggio . Protagonista il portiere Lopes  con almeno due interventi decisivi (su Dembélé e un Messi) I padroni di casa, dal canto loro, riescono anche a spaventare i blaugrana come dimostra la traversa centrata da Terrier.

LIONE-BARCELLONA 0-0
LIONE (4-2-3-1): Lopes, Dubois, Marcelo, Denayer, Mendy; Aouar, Ndombele (84′ Diop); Traoré (69′ Tousart), Terrier (76′ Cornet), Depay; Dembélé. Allenatore: Genesio
BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen, Semedo, Piquè, Lenglet, Alba; Rakitic, Busquets, Sergi Roberto (81′ Vidal); Messi, Suarez, Dembélé (67′ Coutinho). Allenatore: Valverde
ARBITRO: Cakir (Turchia)
AMMONIZIONI: Aouar, Dubois (L), Sergi Roberto, Semedo (B). RECUPERO: 1′ nel primo tempo, 3′ nel secondo tempo.

Champions League: Liverpool-Bayern Monaco 0-0

Liverpool e Bayern Monaco pareggiano 0-0 al match di ritorno in programma in Germania il prossimo 13 marzo deciderà la squadra che accederà ai quarti di Champions League.

Ad Anfield le occasioni arrivano soprattutto nel primo tempo, con la squadra di Klopp che preme forte senza però riuscire a sfondare.

IL TABELLINO

LIVERPOOL-BAYERN MONACO 0-0
Liverpool (4-3-3):
Alisson ; Alexander-Arnold , Fabinho , Matip , Robertson ; Wijnaldum , Henderson , Keita  (31′ st Milner ); Salah , Firmino  (31′ st Origi ), Mané .
A disp.: Mignolet, Sturridge, Moreno, Lallana, Shaqiri. All.: Klopp
Bayern Monaco (4-2-3-1): Neuer ; Kimmich , Sule , Hummels , Alaba ; Alcantara , J. Martinez ; Gnabry (46′ st Rafinha), J. Rodriguez  (43′ st Sanches ), Coman  (36′ st Ribery ); Lewandowski .
A disp.: Ulreich, Davies, Mai, Shabani. All.: Kovac
Arbitro: Rocchi (Italia)
Marcatori: –
Ammoniti: 
Kimmich (B); Henderson

9° Trofeo Città di Milano, grandi nomi e grande spettacolo assicurato: Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti, Chad Le Clos, Lázló Cseh e Katinka Hosszù

9
MILANO –  Meno di dieci giorni al Trofeo Città di Milano 2019, quello che ormai è un appuntamento atteso da tutti. Nona edizione per l’evento organizzato dalla Nuotatori Milanesi presso la Piscina “D. Samuele” di Milano nelle giornate di Venerdì 1, Sabato 2 e Domenica 3 Marzo. 
Come di consueto l’evento vedrà impegnati i “BIG” nelle prime due giornate, mentre la Domenica le corsie vedranno impegnati i giovani. 
La novità per il 2019 è il ritorno alla formula originaria, con la classifica per serie, che permetterà agli atleti di testare subito la miglior prestazione possibile. Uno strumento utile in vista dei campionati Italiani di Aprile. 

Accanto al nome dell’atleta di casa Andrea Vergani, a cui è anche dedicata l’immagine dell’evento, è confermata la presenza di grandi atleti azzurri e stranieri.
Tra i tanti campioni, l’edizione 2019 vedrà il ritorno della “Divina” Federica Pellegrini, di Gregorio Paltrinieri, di Gabriele Detti, del sudafricano Energy Standard Chad Le Clos (presente all’ottava edizione), nonché di László Cseh (fu a Milano nel 2013). Grande sorpresa per quest’anno è la presenza della campionessa ungherese Katinka Hosszù, soprannominata “Iron Lady” per le numerose gare e manifestazioni a cui è solita partecipare. 
Sei nomi, tra i tanti, che rappresentano ben 19 medaglie olimpiche della storia del nuoto: grande spettacolo garantito.

Grande interesse per il meeting anche dall’estero, con la partecipazione di squadre dalla Svezia, dalla Romania, dalla Spagna, dalle Isole Faroe e dalla Svizzera, 
Si preannuncia dunque un’edizione senza precedenti per partecipazione di atleti e certamente anche per il valore sportivo che potranno esprimere.

“Per quanto difficile, fare meglio ogni anno è il nostro obiettivo – commenta Roberto Del Bianco, presidente della società organizzatrice Nuotatori Milanesi – quest’anno il livello tecnico è altissimo e ci aspettiamo un grande spettacolo. Il Comitato Organizzatore si sta occupando degli ultimi dettagli e non vediamo l’ora di venerdì 1 Marzo”

Quest’anno l’evento darà spazio anche all’iniziativa della Federazione Italiana Nuoto give#tutticonmanuel, dedicata all’atleta Manuel Bortuzzo, ferito per errore due settimane fa in una sparatoria a Roma: verrà effettuata una raccolta fondi e la società organizzatrice verserà quanto raccolto tramite bonifico. 

Appuntamento per il via della manifestazione aVenerdì 1 Marzo pomeriggio,mentre la conferenza stampa di presentazione è prevista per Giovedì 28 Febbraio alle ore 11.30presso Sala Pirelli di Palazzo Pirelli Regione Lombardia.

Il Trofeo Città di Milano ha ottenuto il Patrocinio di Federazione Italiana Nuoto, Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Comune di Milano, Università degli Studi di Pavia, CONI Lombardia, Comitato Italiano Paralimpico Lombardia, Federazione Italiana Nuoto Paralimpico.

Energon Esco rinnova la sua presenza come main sponsor dell’evento, l’azienda AKRON del Campione Domenico Fioravanti sigla un accordo di partnership con la Nuotatori Milanesi ed è sponsor tecnico del meeting. 
Tra gli altri sponsor presenti Fideuram, Pegaso Systems e G-tec

I RISULTATI DELLA PRIMA GIORNATA DI CIF9

Derby capitolino ai Minatori Roma Sud, in una domenica piena di sole e delle prime emozioni del Campionato Italiano a 9.

Non poteva esserci esordio migliore, atmosfericamente parlando, per questo Cif9, con temperature pressoché primaverili un po’ ovunque e partite già molto emozionanti su quasi tutti i campi. Partiamo, doverosamente, dal derby capitolino, con Minatori e Legio XIII che si sono affrontate a viso aperto, con le difese in cattedra e punteggio in perfetta parità almeno fino all’half time. Ancora una segnatura per parte nel terzo quarto e poi i Minatori prendono il largo e chiudono con una bella e combattuta vittoria interna il primo derby di stagione.

Grande battaglia anche tra Angels e Chiefs, entrambe all’esordio in questo Campionato dopo le importanti parentesi in Prima e Seconda Divisione, rispettivamente. L’equilibrio è stato totale fino all’ultimo quarto, tanto da rendere necessario il ricorso all’overtime. Ed è qui che i Chiefs chiudono i giochi regalando la prima delusione al pubblico di casa dei rinati Angels.

Vittoria interna convincente per i Redskins, che battono con un secco 20 a 0 i Thunders rispettando dunque i pronostici della vigilia. Altrettanto decisa la vittoria dei Titans Broncos sui Buccaneers, con oltre 50 punti già a referto in questa prima giornata.

Fiato sospeso fino al fischio finale tra 29ers e Leoni, con questi ultimi in vantaggio per 7 a 0 per oltre tre quarti di partita. Nell’ultima frazione di gioco i 29ers sfiorano il pareggio, ma la non trasformazione del TD sarà loro fatale e a Udine si festeggia la prima, agognata vittoria nel tackle football dopo ben 28 anni!

RISULTATI UFFICIALI

REDSKINS VERONA vs THUNDERS TRENTO 20-0

ANGELS PESARO vs CHIEFS RAVENNA 27-33

29ERS ALTO LIVENZA vs LEONI BASILIANO 6-7

TITANS BRONCOS vs BUCCANEERS COMACCHIO 56-6

MINATORI AUDACE vs LEGIO XIII ROMA 35-22