Ciclismo dilettanti: 85° Circuito Molinese, Bottura: ‘’Col ciclismo passo e chiudo, ma in maglia etica antidoping dire basta ha un altro sapore’’

Intanto l’Asl di Alessandria concede la gratuita’ ai test a tutela della salute

‘’Indossare la maglia etica antidoping e’ un segno significativo che mi fa piacere lasciare agli ultimi colpi di pedale dati all’85° Circuito Molinese. Dopo quattro anni da mai vincente tra i dilettanti entrare in fabbrica per lavorare come carpentiere e’ una scelta di buonsenso. Ho dato quel che mi e’ stato possibile al servizio dei team per cui ho corso e l’ho fatto con la lealta’ sportiva che questa casacca bene simboleggia’’: a soli 22 anni, Alessio Bottura, punto di forza della formazione veronese General Store-Bottoli, ha detto stop alle fatiche su due ruote con la serenita’ di un ragazzo consapevole di sentirsi gia’ grande e responsabile.Un’altra figura che arricchisce il percorso riflessivo della maglia etica ormai consolidata a Molino dei Torti coi suoi valori davanti a un ampio pubblico competente.

Premiazione ufficiale

Bottura, trentino di Roncegno in Valsugana e’ complementare quanto a serieta’ al campione italiano Under23 in carica Matteo Moschetti, bravo a tentare un attacco solitario nei passaggi precedenti, a cui succede nell’albo d’oro della casacca a tutela dello sport credibile assegnata al vincitore dello sprint al penultimo passaggio in circuito.

‘’Come in tutte le discipline, c’e’ sempre molto da lavorare ma il ciclismo si puo’ praticare ricorrendo soltanto alle proprie energie fisiche e mentali. In questo senso non sono un esempio di successo ma un ragazzo sereno con la propria coscienza, non solo in bicicletta’’: ha concluso Alessio.

Nella sua realta’ minimalista anche il privilegio di essere il primo atleta a sottoporsi al controllo a fine gara diventato gratuito da quest’anno grazie alla sensibilita’ del direttore generale dell’Asl di Alessandria Gilberto Gentili, dirigente scrupoloso e desideroso di riappassionarsi a protagonisti convincenti del suo sport preferito.

Un messaggio importante per la promozione del concetto contornato dalla presenza, accanto alla linea di partenza e arrivo, dello stand del comando dei Nas dei Carabinieri di Alessandria, guidati dal tenente colonnello Biagio Carillo, che hanno dispensato informazioni sulla prevenzione e la lotta al doping agli appassionati piu’ attenti.

Un format efficace che conferma la bonta’ del lavoro di tessitura con le istituzioni svolto dall’ex-ministro della Salute Renato Balduzzi, ora membro del Csm, che ha esortato a proseguire con pazienza e raziocinio sul tema.

Per il sindaco di Molino dei Torti Anna Fantato e il pool di sponsor della maglia etica – Guala Closures, Salumificio Miglietta e isodrops – la conferma che i piccoli passi ragionati portano all’identificazione coi progetti sensati.

Con le corse quasi rientrate ai box per lo stop verso il 2018, e’ ripresa intanto la divulgazione parallela dei valori della maglia etica nelle scuole superiori, curata da Maurizio Marchetti: prima a Siena e ora nuovamente in tanti istituti del Lazio proseguendo senza sosta, con una continuita’ eccezionale, dalle prime lezioni tenute all’inizio del Terzo Millennio.

Albo d’oro maglia etica Circuito Molinese

2014 Davide Falappi

 

2015 Matteo Alban

 

2016 Matteo Moschetti

 

2017 Alessio Bottura

 

Molino dei Torti (Alessandria) 4 ottobre 2017

 

 foto by Francesco Belvedere

 Campione italiano Under23 Matteo Moschetti prima del via tra (sx) comandante Nas Carabiniere Alessandria Biagio Carillo e (dx) Renato Balduzzi, ministro della Salute governo Monti 2013 ora membro Consiglio Superiore della Magistratura

 Premiazione ufficiale maglia etica 2017 Alessio Bottura tra sponsor – Salumificio Miglietta e Isodrops – e Anna Fantato, sindaco Molino dei Torti

 

Fabio Provera

Ufficio stampa e sviluppo maglia etica antidoping

La generosità dei ciclisti de L’Eroica agli studenti del liceo sportivo di Amatrice
La corsa di Anna Mei per aiutare i “bambini farfalla” cambia data

Comments are closed.