SErie B, Ternana-Bari 1-2

DE CANIO (nella foto in conferenza stampa) ESORDIO E PRIMA SCONFITTA SULLA PANCHINA DELLA TERNANA 1  A 2 CONTRO IL BARI DI GROSSO.

L’ALLENATORE ROSSOVERDE A FINE PARTITA: “QUESTA SQUADRA NON E’ STATA MAI ALLO SBANDO NEL CORSO DI UNA GARA EQUILIBRATA IN CAMPO DOVE ABBIAMO PAGATO QUALCHE DISATTENZIONE ED UN EPISODIO SFORTUNATO COME NEL CASO DEL PRIMO GIOAL SUBITO. RESTO FIDUCIOSO. LA SOCIETA’ VUOLE FARE DI TUTTO PER INVERTIRE LA TENDENZA NEGATIVA”.

“NONOSTANTE LE INSIDIE, ABBIAMO INTERPRETATO L’INCONTRO CON LO SPIRITO GIUSTO, FORZA DI CARATTERE E PROVA DI SQUADRA. NON ERA AFFATTO SCONTATO” LA RISPOSTA DEL TECNICO DEL BARI FABIO GROSSO.

È arrivato Luigi De Canio sulla panchina della Ternana Unicusano, il terzo allenatore dopo Pochesci e Mariani, ma per la squadra rossoverde ancora zero punti ed una “classifica che resta al palo” dopo la sconfitta 1 a 2 contro il Bari.

Sulla carta e negli schieramenti cosiddetti in “lista” Ternana Unicusano e Bari sono scese in campo al “Liberati” con due moduli speculari entrambe con il 4-3-3.

Ternana con Plizzari, in difesa Vitiello, Rigione, Valjent e Favalli, a centrocampo Angiulli, Paolucci e Tremolada sulla stessa linea come i tre davanti gli esterni Statella e Defendi con Montalto centroavanti. La possibilità delle ali di abbassarsi sulla linea dei centrocampisti nella fase di non possesso palla per dare una maggiore copertura, quanto mai necessaria in questo momento, mentre Tremolada potrebbe andare qualche metro più avanti vicino alla punta centrale.

Il Bari di Fabio Grosso ha giocato con lo stesso modulo di partenza della Ternana, ovvero con il 4-3-3: Micai tra i pali, Sabelli, Gyomber, Marrone e D’Elia in retroguardia, Basha, Tello, Henderaon a centrocampo, Kozak, Galano ed Anderson hanno formato il tridente offensivo della formazione pugliese.

E’ iniziata subito male l’avventura di De Canio sulla panchina delle “fere” perché già al 3′ la Ternana si è trovata in svantaggio dopo una palla persa da Paolucci e il contemporaneo inserimento di Henderson, che ha trafitto Plizzari con un rasoterra da fuori area e subito dopo Galano ha cercato il bis senza trovarlo.

Una partenza in salita con il Bari in pressione e, come abbiamo visto, sempre pronto a sfruttare ogni minimo errore della Ternana che di solito non si fa attendere nel corso della partita e anche questa volta è arrivato nei primi minuti.

Sappiamo bene anche che la Ternana è una formazione, che combatte in campo e non si arrende tanto facilmente, da pareggiare comunque all’11’ la rete subita.

L’assist è stato di Paolucci, che così ha avuto modo di riscattarsi della scivolata all’inizio della partita, il cross è stato sfruttato al meglio dall’ex biancorosso Defendi che di testa ha messo il pallone alla destra del portiere del Bari Micai.

Ci ha fatto piacere che, nonostante le difficoltà ed una formazione “quadrata” di fronte, la Ternana abbia saputo interpretare al meglio la gara.

“Il Bari è più forte di noi e la sconfitta ci sta contro una squadra in salute – spiega il tecnico della Ternana Unicusano Luigi De Canio – ma allo stesso tempo siamo stati equilibrati e pagato alcune disattenzioni come, ad esempio, nell’occasione del primo goal dove il centrocampista del Bari ha calciato indisturbato”.

Il Bari ha avuto più possesso palla ed ha ovviamente “comandato” la partita frutto di una “intelaiatura” migliore con una buona manovra avvolgente, ma la Ternana non si è persa d’animo stando abbastanza attenta alla marcatura dopo un inizio shock con il goal subito in appena 3′.

Riflettori accesi nel secondo tempo iniziato con gli stessi schieramenti del primo.

Il Bari ha ricominciato in attacco con il “giro palla” sulla trequarti di rigore della Ternana tagliando al 4′ pericolosamente verso Henderson davanti a Plizzari.

Il pallone è terminato alto, ma c’è stato un alto rischio per la difesa rossoverde.

“Una buona partita per la padronanza del nostro gioco – il commento di Fabio Grosso allenatore del Bari – la gara nascondeva delle insidie, ma abbiamo dato una grande prova di forza e carattere e non era affatto scontato.

Nel primo tempo il giro palla era troppo in orizzontale. Sul piano dei singoli Henderson si è ritagliato un buono spazio ed ha giocato bene, un goal e un assist, ed una giusta mentalità”.

La Ternana è stata costretta per lo più a difendersi cercando di coprire tutti gli spazi per poi tentare per quanto possibile l’azione di rimessa.

Il Bari ha intensificato il possesso palla e si è riportata in vantaggio al 18′ con un colpo di testa in area di Marrone e Plizzari comunque incerto nell’uscita.

Il calcio d’angolo da cui è partita l’azione è stato di Henderson, il portiere della Ternana è stato indeciso e Marrone ha utilizzato un po’ di esperienza in più.

Lo stacco di testa di Galano non ha prodotto gli effetti sperati come i tiri di Improta da una parte e Varone dall’altra fino all’episodio del minuto 83′.

Il Bari ha deciso di graziare la Ternana quando Improta ha servito sul “piatto d’argento” la palla del 3 a 1 a Kozak, che ha di fatto fallito aggancio e tiro.

Buon per la Ternana che ha così potuto sperare, sia pur invano, fino alla fine.

Tirò di Carretta dalla lunga distanza e colpo di testa di Montalto fuori di poco.

“Resto fiducioso – dice De Canio nonostante la sconfitta riconoscendo prima di tutto i meriti degli avversari – ho appena parlato con la società incontrando persone serie che vogliono mettercela tutta per prendere un’altra strada”.

(Fabio Grosso in conferenza stama)

Il Tabellino

TERNANA UNICUSANO (4-3-3): Plizzari, Vitiello, Rigione, Valjent, Favalli, Angiulli (8′ st. Varone), Paolucci, Tremolada (23′ st. Piovaccari), Defendi, Montalto, Statella (31′ st. Carretta). All. L. De Canio

BARI (4-3-3): Micai, Sabelli, Gyomber, Marrone, D’Elia, Basha, Tello Munoz, Henderson (44′ st. Diakite), Kozak, Galano (34′ st. Cissè), Anderson (15′ st. Improta). All. F. Grosso

ARBITRO: Livio Martinelli di Tivoli

ASSISTENTI: Gaetano Intagliata (Siracusa) – Paolo Formato (Benevento)

IV ASSISTENTE: Marco D’Ascanio (Ancona)

RETI: 3′ pt. Henderson (Bari); 11′ pt. Defendi (Ternana U.); 18′ st. Marrone (Bari)

AMMONITI: Montalto (Ternana U.)

RECUPERO: 0′ pt.; 5′ st.

ANGOLI: 9 a 2 per la Ternana U.

SPETTATORI: 3.556 (1.555 paganti)

 

 

Stefano Giovagnoli

 

 

SERIE B . SALERNITANA-PARMA 0-1
SERIE B CON TE.IT, RISULTATI E MARCATORI 27/ESIMA GIORNATA

Comments are closed.