SERIE B, TERNANA-ENTELLA 0-1

TERNANA UNICUSANO “FERMA AL PALO”. CINQUE LEGNI BLOCCANO L’ATTACCO ROSSOVERDE E L’UNICO ERRORE DIFENSIVO LA CONDANNA AD UNA INGIUSTA ED IMMERITATA SCONFITTA 0 A 1 CONTRO LA VIRTUS ENTELLA.

DURA CONTESTAZIONE DEI TIFOSI ALLA SQUADRA E AL NEO ALLENATORE FERRUCCIO MARIANI CHE E’ STATO INVITATO A DIMETTERSI. NEL MIRINO DELLA CURVA EST C’E’ ANCHE IL PATRON STEFANO BANDECCHI PER LE PROMESSE DI CALCIOMERCATO NON MANTENUTE

La Ternana Unicusano è rimasta “prigioniera” dei suoi stessi errori dopo avere colpito cinque legni nel corso dell’incontro, uno doppio nel primo tempo con Tremolada, una traversa di Angiulli e due pali di Defendi e Carretta.

Una incertezza difensiva di Valjent, per altro unica in un comportamento difensivo onorevole della squadra in tutta la partita, le ha “tagliato le gambe” sinonimo anche di una sconfitta per una rete a zero ingiusta ed immeritata.

“Una gara dove abbiamo rischiato pochissimo, non è comunque facile accettare la sconfitta contro una diretta rivale per la salvezza – dice l’allenatore della Ternana Ferruccio Mariani contestato dai tifosi – andiamo avanti per tutto quello che siamo riusciti a creare nonostante non hanno abbiamo ottenuto dei risultati”.

Alla vigilia era una partita molto delicata per la Ternana con l’obbligo della vittoria sia per la precaria posizione di classifica, che per lo scontro diretto salvezza contro l’Entella con il fattore campo a disposizione da non sciupare al cospetto degli avversari liguri avanti di due punti sui rossoverdi prima dell’incontro odierno.

Lo stato attuale della squadra sta poi incidendo pesantemente sulla presenza

del pubblico, che francamente sembra un po’ in calo rispetto ad altre volte.

E intanto la Ternana Unicusano ha sfruttato le ripartenze veloci, che l’hanno portata ad attaccare a sinistra senza provocare grossi grattacapi alla difesa ligure per la scarsa incisività degli esterni nella fase risolutiva dell’azione.

Dopo i velleitari tiri di Carretta ed Angiulli, la Ternana Unicusano ha sfiorato il vantaggio al 20′ con il trequartista Tremolada, che ha colpito il palo da calcio d’angolo prima che il pallone potesse essere recuperato dal portiere della Virtus Entella e poi ci ha provato anche il centroavanti Montalto da fuori area la cui conclusione è stata “smanacciata” da Iacobucci proteso in tuffo.

La Ternana deve fare i conti con la sua stessa identità, che è piena zeppa di problemi da risolvere con le difficoltà tra i vari reparti della squadra.

 

 

Contro la Virtus Entella il pallone “scotta” tra i piedi dei giocatori rossoverdi, ma in misura minore rispetto a domenica scorsa a Cesena anche perché ha avuto di fronte una squadra di pari livello e la partita non ha lasciato scampo ad interpretazioni sulla pochezza tecnica dell’incontro privo di emozioni e sussulti.

“La difesa ha fatto un grosso lavoro, tanto che non abbiamo mai sofferto. Ho messo in campo tutte le punte che avevo a disposizione perché volevo vincere – l’ulteriore commento di Mariani – ma se devi spingere come abbiamo fatto noi per oltre un ora puoi avere anche un calo nel finale. Non posso contestare niente ai ragazzi e comunque muovere la classifica era importante ed ora la sconfitta “pesa come un macigno” perché siamo a cinque punti dagli avversari di oggi, ma continueremo a lavorare per ottenere risultati”.

Al 41′ il “fantasista” della Ternana Tremolada ha deciso di battere un altro calcio d’angolo al “veleno” che Iacobucci ha sventato mettendo ancora in corner.

Nei minuti di recupero l’unico acuto dell’Entella con Eramo, la cui conclusione è stata sbrogliata a mani aperte da Plizzari, e poi la difesa ha allontanato.

Al 1′ della ripresa la Virtus Entella si è fatta vedere pericolosamente con una girata di La Mantia con il portiere della Ternana Unicusano Plizzari, che è andato opportunamente a “togliere la cosiddetta ragnatela” dall’incrocio dei pali.

La Ternana, invece, ha colpito la traversa al 6′ iniziando a dare pressione all’Entella, visto che non è poi nulla di trascendentale e quindi si può osare.

La Ternana ha riprovato all’ 11 e questa volta è andato al tiro Defendi senza fortuna con il suo diagonale che si è stampato sul palo, il quarto legno dopo quello doppio di Tremolada nel primo tempo ed Angiulli nel secondo.

Ma non è finita con il quinto palo della Ternana di Carretta che, smarcato da Tremolada solo davanti al portiere, non ha centrato la porta, ma un altro legno.

In una situazione di gioco e punteggio in una fase di stallo, il tecnico della Ternana Mariani ha scelto Piovaccari dalla panchina al posto di Tremolada.

Errore in retroguardia con Valjent che è stato scavalcato dal pallone lasciando scoperto il fianco dove al 41′ c’era La Mantia ben appostato in qualità di “guastatore delle feste” con il suo diagonale vincente e per la Ternana, sia pur immeritata, si è determinata l’ennesima “frittata” in un altro scontro diretto.

C’è stata l’opportunità di pareggiare, ma Vitiello è stato pescato in fuorigioco.

“Sono contento della vittoria e di avere raccolto di più di quanto meritato riprendendo un po’ di punti lasciati ingiustamente nelle ultime partite disputate – commenta l’allenatore ospite Alfredo Aglietti – una vittoria importante perché quello contro la Ternana, che non meritava questo risultato, era uno scontro diretto, ma è anche il caso di dire che non siamo stati mai precisi e pericolosi. Nell’occasione del goal sono stati bravi Ardizzone a crederci e La Mantia ha capitalizzare al meglio l’azione di attacco”.

 

 

Il Tabellino

 

TERNANA UNICUSANO (3-4-1-2): Plizzari, Vitiello, Rigione, Valjent, Defendi (38′ st. Finotto), Signori, Angiulli, Statella. Tremolada (30′ st. Piovaccari), Montalto, Carretta (46′ st. Albadoro). All. F. Mariani

 

VIRTUS ENTELLA (4-3-3): Iacobucci, Belli (16′ st. Gatto), Ceccarelli, Cremonesi, Benedetti, Acampora, Eramo, Aliji, Nizzetto (34′ st. Ardizzone), De Luca (22′ st. Aramu), La Mantia. All. A. Aglietti

 

ARBITRO: Luigi Nasca di Bari

ASSISTENTI: Giuseppe Borzomi’ (Torino) – Manuel Robilotta (Sala Consilina)

IV ASSISTENTI: Valerio Mariani (Roma 1)

 

RETI: 41′ st. La Mantia (Virtus Entella)

 

AMMONITI: Rigione (Ternana U.), Vitiello (Ternana U.), Statella (Ternana U.), Acampora (V. Entella), Ceccarelli (V. Entella)

 

RECUPERO: 2′ pt.; 4′ st.

ANGOLI: 9 a 1 per la Ternana U.

SPETTATORI: 1.991 paganti, con abbonati 3.192, incasso 12.757,40

 

 

 

Stefano Giovagnoli

SERIE B, PALERMO-FOGGIA 1-2
SERIE B, RISULTATI , MARCATORI

Comments are closed.