Ternana-Novara 1-1

LA TERNANA PAREGGIA ANCORA QUESTA VOLTA 1 A 1 CONTRO IL NOVARA. ROSSOVERDI COSTRETTI A RIMONTARE DALLO 0 A 1, MA IL GOAL DI VALJENT ARRIVA DOPO 3′ A TOGLIERE LE CASTAGNE DAL FUOCO ALLA SQUADRA DI POCHESCI.

LE DIFFICOLTA’ NEL CONCRETIZZARE PENALIZZANO IL GRUPPO, CHE RISCHIA DI SUBIRE UN CALCIO DI RIGORE AL 94′.

Ennesimo pareggio per la Ternana, che al “Liberati” non è andata oltre l’ 1 a 1 contro il Novara al termine di una gara con il predominio territoriale a favore, ma a rischio sconfitta per due motivi: il goal subito a metà del secondo tempo, che l’ha costretta alla rimonta, e il presunto calcio di rigore per gli avversari al 94′.

In mezzo una discreta manovra, ma tanta difficoltà a fare goal.

“Non posso dire niente alla mia squadra – commenta Sandro Pochesci – risponde benissimo, ma manca qualità sotto porta e c’è stata anche la sfortuna di qualche deviazione di troppo a testimonianza che non ci gira bene in questo periodo.

È un campionato, quello di serie B, dove servirebbero magari due – tre vittorie con la “classifica corta”, guardate la Pro Vercelli, ma siamo lì anche noi”.

Ternana in campo con il 4-3-1-2 Tremolada alle spalle di Carretta e Montalto, centrocampo a tre formato da Paolucci, Defendi ed Angiulli, difesa schierata a quattro davanti al portiere Bleve con Valjent, Gasparetto, Signorini e Favalli.

Gli ospiti del Novara hanno risposto con un 3-5-2 puntando su un folto centrocampo con Di Mariano, Moscati, Orlandi, Sciaudone e Calderoni negli interpreti a protezione di una difesa a tre, Golubovic, Mantovani e Chiosa, a supporto del tandem offensivo con gli alfieri Macheda e Da Cruz.

La Ternana ha iniziato con il piglio giusto e già al 1′ ha “mostrato i pugni” della pericolosità con una discesa sulla sinistra, il cross al centro rasoterra con Montalto che ha attaccato pericolosamente il primo palo, ma ha trovato una opportuna deviazione di un difensore del Novara in calcio d’angolo.

I padroni di casa sono apparsi subito aggressivi decisi a risalire la china di una classifica corta, come si suol dire, ma deficitaria per i punti conquistati.

Una nota di cronaca al 4′ con il Novara, che dovuto sostituire il difensore Chiosa per infortunio, il cui posto è stato preso dal subentrante Del Fabbro.

La Ternana si è “mangiata” il vantaggio quando Carretta, lanciato in profondità, ha cercato di allargarsi per mettere il pallone a fil di palo, ma il portiere del Novara Montipo’ ha chiuso quel varco, per altro stretto, toccando in angolo.

La Ternana si sta dimostrando efficace prima di tutto in interdizione e poi il suo gioco e’ estremamente veloce sulla fascia laterale sinistra dove la squadra rossoverde crea i maggiori pericoli alla difesa del Novara con palla a terra.

“Nel primo tempo la Ternana ha avuto qualcosa più di noi ad iniziare dal recupero del pallone prima di creare certe situazioni a lei favorevoli – dice Eugenio Corini – evidentemente eravamo ancora frastornati dalla recente sconfitta nel derby”.

Il copione è lo stesso per la Ternana con triangolazione e fuga sulla fascia sinistra e successivo cross al centro dell’area di rigore avversaria per il sinistro potente di Carretta rimpallato però dal “muro” piemontese in calcio d’angolo.

Poi ci sono le solite sbavature della difesa rossoverde per la libertà concessa agli avanti del Novara con Macheda che si è trovato a tu per tu con Bleve, ma non è riuscito a calciare come avrebbe voluto e l’azione è sfumata.

Allo scadere del primo tempo la Ternana ha avuto un’altra grossa occasione con un tiro cross davvero molto insidioso, che Montipo’ ha alzato sopra la traversa.

Nel corso del quattordicesimo calcio d’angolo la formazione di casa ha sfiorato il goal con il colpo di testa a schiacciare di Signorini bloccato dalla difesa.

Ha avuto la meglio al 28′ il gioco di rimessa del Novara, che ha portato dalla sua parte la partita per merito di una discesa sulla fascia destra di Moscati, cross rasoterra al centro dell’area di rigore e tiro di Da Cruz alla destra di Bleve.

“Certo manca la vittoria, concedi un’azione e prendiamo goal – spiega l’allenatore della Ternana – sotto l’aspetto del gioco i ragazzi danno il 120% stiamo rischiando di meno e, se riuscissimo a fare più attenzione, la rete prima o poi la faremo”.

Una beffa quella subita per la “pattuglia” di Pochesci del tutto immeritata nonostante le “polveri bagnate” di una Ternana che ha stentato a concretizzare.

Nel momento di estrema necessità per il risultato negativo, che si stava maturando, Valjent ha estratto dal suo “cilindro” una bomba sotto la traversa tra palo e portiere togliendo, in questo periodo è un’espressione quanto mai azzeccata, le “castagne dal fuoco” alla squadra al momento in svantaggio.

La partita è poi terminata con le proteste del Novara per un presunto calcio di rigore, che l’arbitro non ha concesso sorvolando su una entrata al limite.

“Siamo andati meglio nella parte finale della gara, ma non abbiamo mantenuto il vantaggio e potevamo fare goal sfruttando il contropiede sapendo che la Ternana ha un calo in quella fase dell’incontro – conclude il tecnico del Novara – dal campo mi sembrava rigore, ma al di là di questo il pari è comunque giusto”.

Il Tabellino

TERNANA UNICUSANO (4-3-1-2): Bleve, Valjent, Gasparetto, Signorini (39′ st. Vitiello), Favalli (31′ st. Albadoro), Paolucci, Defendi, Angiulli (17′ st. Finotto), Tremolada, Carretta, Montalto. All. S. Pochesci

NOVARA (3-5-2): Montipo’, Golubovic, Montovani, Chiosa (4′ pt. Del Fabbro), Di Mariano (34′ st. Cesarini), Moscati, Orlandi, Sciaudone, Calderoni, Macheda (39′ st. Chajia), Da Cruz. All. E. Corini

ARBITRO: Valerio Marini della Sez. Roma 1

ASSISTENTI: Giovanni Colella (Crotone); Vincenzo Soricaro (Barletta)

IV ASSISTENTE: Antonio Di Martino (Teramo)

RETI: 28′ st. Da Cruz (Novara), 31′ st. Valjent (Ternana)

AMMONITI: Orlandi (Novara), Moscati (Novara), Carretta (Ternana)

RECUPERO: 1′ pt.; 4′ st.

ANGOLI: 16 a 2 per la Ternana

SPETTATORI: 3.758 (2.001 abbonati; 1.757 paganti)

 

 

Stefano Giovagnoli

 

 

 

 

 

 

Ternana , Unicusano proprietaria al 100% del pacchetto azionario
Serie B ConTe.it.Palermo primo posto in classifica

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz