Molto bene la nostra fase offensiva, i ragazzi si sono comportati alla grande». Lo dice con la solita voce, senza mostrare emozioni ,ma Carletto Ancelotti è decisamente soddisfatto del suo Napoli. Negli ultimi match, Europa League esclusa, i partenopei avevano costruito tanto e segnato poco. Non è stato così al Tardini. «Mi piacerebbe che la squadra giocasse sempre così, con questa aggressività e questo palleggio – aggiunge Ancelotti – Dobbiamo però ancora migliorare. Nei primi dieci minuti della ripresa rischiavamo di riaprire il match». Ma il Napoli per la verità non ha mai rischiato. Merito «della nostra aggressività e nella grande attenzione che abbiamo mostrato nel marcare Gervinho e Inglese. Abbiamo fermato tutte le loro ripartenze» conclude Ancelotti che, come svela Milik, ha avuto un ruolo importante nel primo gol, su punizione, del polacco.