NOTTE FONDA IN CASA TERNANA. NEANCHE UN TIRO IN PORTA CONTRO LA VIS PESARO

I MARCHIGIANI SI IMPONGONO 2 A 0 AL “LIBERATI” PORTANDO VIA TRE PUNTI PESANTI.

SQUADRA ROSSOVERDE ALLO SBANDO. PER IL NEO TECNICO CALORI C’E’ MOLTO DA LAVORARE.

La “prima” di Calori all’esordio al “Liberati” sulla panchina della Ternana lo ha visto perdere la seconda partita consecutiva per 2 a 0 contro la Vis Pesaro.

“Non ci aspettavamo di vincere, ma giochiamo sempre per fare bene.

Siamo stati attenti a sfruttare le occasioni che ci sono capitate e a mantenere il miglior equilibrio in difesa non facendo fare un tiro alla Ternana” – così il calciatore di Città di Castello Marco Briganti della Vis Pesaro nell’intervista.

“Ci aspettavamo di fare una grande prestazione al di là dell’avversaria con il nostro gioco e le nostre idee, non abbiamo rubato niente commenta l’attaccante Fabio Lazzari – bene potere mettere in pratica ciò che proviamo in allenamento come, ad esempio, lo schema su fallo laterale, che ci ha portati a segnare il primo goal. È una soddisfazione per l’allenatore e per noi un motivo di orgoglio.

Ci è mancato sempre il goal, racimolato meno di quanto avremmo meritato”.

Conferma l’allenatore Leonardo Colucci: “I ragazzi hanno sempre dato tutto e raccolto poco. Abbiamo vinto a Terni con la scaltrezza di arrivare sempre primi sulla palla e poi abbiamo fatto bene in ripartenza come nell’occasione del rigore”.

Battesimo non proprio fortunato per la Ternana già in avvio con la Vis Pesaro

passata subito in vantaggio dopo 2′ approfittando della difesa rossoverde “statica” nella quale si è inserito Petrucci a mettere la sua “personale firma” con il comodo tap in in rete proprio a due passi dalla porta difesa da Iannarilli.

Se il neo mister cercava determinazione, voglia di vincere ed attaccamento alla maglia possiamo dire che le sue parole sono ancora rimaste nel “cassetto”, vista l’espressione compassata della squadra incapace di reagire allo svantaggio.

“Sarebbe semplice dare la colpa ai giocatori – spiega Alessandro Calori questo momento difficile della squadra – il momento è quello di ritrovarsi tutti insieme e vediamo poi che succede. Siamo compassati mentalmente e tutto questo frena la

brillantezza e la determinazione. Devo fare ritrovare ai ragazzi tutte le certezze che hanno smarrito per potersi esprimere al meglio e bisogna farlo al più presto”.

La Ternana sembra essere ripartita da domenica scorsa con passaggi sbagliati e cross fuori misura a supporto di una manovra inesistente che manca dalle cosiddette “gambe”, determinazione, idee senza mordente e personalità.

Al 31′ la Vis Pesaro ha rischiato il raddoppio con un bel cross dalla destra del campo per un colpo di testa in tuffo di Lazzari, che ha sfiorato il palo con Gasparetto “bella statuina” a fare da contorno alle amnesie della difesa.

Archiviato il primo tempo, giocato davvero male dalla Ternana senza nessuna attenuante, ci si aspettava un “cambiamento di rotta” nella ripresa.

Il calciomercato di gennaio ha riportato Palumbo, che è stato schierato da Calori al 12′ del secondo tempo al posto dell’ evanescente Nicastro.

Terza palla goal per la Vis Pesaro al 13′ con il cross di Botta, questa volta da sinistra, ed il tentativo di Guidone terminato non lontano dal palo di Iannarilli.

Per l’ultimo “assalto” l’allenatore rossoverde Calori ha inserito Butic e invece è arrivata la “doccia fredda” del calcio di rigore alla Vis Pesaro per un fallo di Gasparetto, che si è poi incaricato della trasformazione spiazzando il portiere.

L’allenatore sconfitto: “Per ora ho solo rabbia e vorrei ritrovare la squadra il più velocemente possibile. L’idea Palumbo era per potere innescare meglio i due attaccanti che abbiamo ed ora c’è anche da capire se possono coesistere.

Siamo nel peggior momento fisico e mentale, è una squadra fragile che ha anche l’ansia di vincere, non ha fisicità e gioca spesso spalle alla porta, arriva sempre seconda sulla palla e per ultimo non è facile fare mercato in soli quattro giorni”.

Il Tabellino

TERNANA (3-4-3): Iannarilli, Gasparetto (82′ Salzano), Diakite’, Hristov, Defendi, Paghera, Pobega, Giraudo, Nicastro (57′ Palumbo), Marilungo (71′ Butic), Vantaggiato. All. A. Calori

VIS PESARO (3-5-2): Tomei, Pastor, Briganti, Gennnari, Petrucci (90′ Romei), Paoli, Botta (90′ Gaiola), Lazzari (82′ Diop), Rizzato, Guidone, Olcese (71′ Tessiore). All. L. Colucci.

ARBITRO: Giovanni Ayroldi di Molfetta

ASSISTENTI: Alessandro Salvatori (Rimini); Marco Della Croce (Rimini)

RETI: 2′ pt. Petrucci (Vis Pesaro); 33′ st. Lazzari (Vis Pesaro) su calcio di rigore

AMMONITI: Paghera (Ternana), Gasparetto (Ternana); Defendi (Ternana), Pastor (Vis Pesaro)

RECUPERO: 0′ pt.; 5′ st.

ANGOLI: 2 a 1 per la Ternana

Stefano Giovagnoli


Comments are closed.