LA TERNANA SI “TRAVESTE DA BABBO NATALE E LA GIANA ERMINIO FA UN FIGURONE AL LIBERATI 3 A 3 E COMPLIMENTI PER LA PRESTAZIONE.
LA FURIA DEL PRESIDENTE RANUCCI A FINE PARTITA: SQUADRA SUBITO IN RITIRO, MA L’ALLENATORE DE CANIO NON È IN DISCUSSIONE.

Ternana non all’altezza della situazione contro la Giana Erminio, tanto che il risultato finale di 3 a 3 ha esaltato gli ospiti malgrado le tre reti subite. La squadra rossoverde, invece, è piombata nella “bufera”. Il presidente Stefano Ranucci e’ su “tutte le furie”: squadra in ritiro, ma De Canio non è in discussione.

“La squadra partirà subito per il ritiro. I regali li faranno on line – tuona il presidente – allenatore e giocatori si guarderanno in faccia dopo questa figura, che abbiamo fatto inaccettabile per la società ed una mancanza di rispetto per i nostri tifosi. Saremmo dovuti essere la lepre e invece siamo costretti ad inseguire ed inoltre devo fare i complimenti agli avversari per il modo in cui hanno giocato”.

E a chi gli ha chiesto sulle sorti dell’allenatore De Canio, Ranucci ha risposto: “L’allenatore non è in discussione e noi come societa’ abbiamo già dato. La squadra è competitiva” allontanando così la necessità di tornare sul mercato.

Ritmi veloci nel posticipo del girone B del campionato di Lega Pro tra i padroni di casa della Ternana, dunque, e gli ospiti della Giana Erminio con i primi, che hanno provato a scardinare il “bunker” avversario con Frediani e Vantaggiato ed i secondi, invece, che non hanno per niente “scherzato” a mettere al minuto sette il pallone in rete per il vantaggio lombardo con un diagonale palo-rete di Palma.

Un tiro era stato già respinto a mani aperte da Iannarilli, ma la Giana Erminio è tornata subito in possesso della palla smarcando proprio Palma, mentre la difesa della Ternana si era aperta creando una “voragine” incolmabile.

Con le difese “allegre” sono “fioccati” i goal a questo punto due per la Ternana, pervenuta al pareggio al 24′ con un colpo di tacco di Bifuco in area sul palo lungo del portiere dopo che il pallone era stato messo in mezzo da Frediani e poi ancora Bifulco al 27′ ha appoggiato comodamente nella porta dall’area piccola di rigore della Giana Erminio dopo che ancora Frediani aveva costretto il portiere avversario Leoni ad una provvidenziale parata sul primo tiro.

La difesa della Ternana si è distratta ancora quando Diakite’ è intervenuto in maniera scomposta ai danni di Lunetta provocando un calcio di rigore per i lombardi e successivamente 6′ più avanti ha preso un’ammonizione che gli farà saltare la trasferta pre natalizia di sabato prossimo a Ravenna.

Tornando all’occasione del rigore per la Giana Erminio, il tiro dagli undici metri è stato puntualmente realizzato da Perna, che ha fissato il 2 a 2.

La Ternana ci aveva provato subito in avvio con Frediani, ma la palla era stata respinta in calcio d’angolo, poi c’era stato un diagonale di Bifulco da una posizione defilata, una occasione anche per Hristov stop e destro in area ravvicinato con il pallone che è andato sull’esterno della rete, ma anche la Giana Erminio aveva rischiato di riportarsi in vantaggio dopo avere subito il pareggio quando il mobilissimo Lunetta aveva tirato alto solo davanti a Iannarilli.

Il secondo tempo è partito con la sostituzione operata da De Canio che non ha “rischiato” Diakite’, già ammonito, mandando in campo Bergamelli al suo posto.

La Giana Erminio ha continuato a rendersi pericolosa e lo ha fatto su una palla inattiva con una punizione di Palma al 7′, calciata brillantemente sul lato corto dell’area di rigore, ma il bravo Iannarilli si è allungato ed è andato a prendere un diagonale insidioso che avrebbe potuto “sporcare” gli equilibri dell’incontro.

Sul l’ennesimo ribaltamento di fronte di una partita, formato ping pong, la Ternana ha conquistato il 3 a 2 con il passaggio in verticale di Marilungo propedeutico del gran goal di Frediani con un destro in area, che ha “bucato le mani” a Leoni.

Il presidente Ranucci in ala stampa

Di contro la difesa della Ternana, in veste da Babbo Natale, ha distribuito ancora “regali” all’attacco della Giana Erminio concedendo la verticalizzazione che Rocco, entrato nel primo tempo in sostituzione dell’infortunato Chiarello, non ci ha pensato due volte a trasformare con un preciso tiro rasoterra fissando il 3 a 3.

“Fare tre goal e non vincere la partita è anche motivo di rammarico – commenta il tecnico dei lombardi Raul Bertarelli – abbiamo sempre fatto buone prestazioni con i complimenti come oggi, ma i risultati sono stati negativi. Prestazioni positive, ma senza goal e magari con una sconfitta. Oggi avremmo potuto fare il quarto goal e vincere la partita, ma anche perderla”.

Poi l’effetto sorpresa di Palma, cha ha calciato un’altra punizione insidiosa, deviata all’ultimo in calcio d’angolo, per una Giana Erminio arrembante nel finale dopo le sortite in avanti piuttosto velleitarie di una Ternana in difficoltà.

C’è stata una opportunità per Altobelli a tempo scaduto, ma il pallonetto ha superato la traversa, mentre un colpo di testa di Butic ha sfiorato il palo.

“È stata una partita strana. Ci siamo lasciati sorprendere sul contropiede. Dopo un buon approccio alla gara – dice Luigi De Canio ormai senza neanche quel fil di voce – ci siamo disuniti ed in difesa abbiamo sbagliato nell’uno contro uno.

Sul 3 a 3 abbiamo evidentemente avuto le nostre occasioni, ma non le abbiamo sfruttate. A questo punto della partita non ho nessun rammarico per gli uomini che avevo a disposizione con Furlan e Giraudo entrambe provenienti da infortuni.

La squadra deve essere assemblata meglio e un maggiore equilibrio tattico”.

 

Il Tabellino

 

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli, Fazio (41′ st. Butic), Diakite’ (1′ st. Bergamelli), Hristov, Lopez, Defendi, Altobelli, Frediani (29′ st. Furlan), Marilungo, Bifulco (25′ st. Giraudo), Vantaggiato. All. L. De Canio

 

GIANA ERMINIO (4-4-2): Leone, Perico (18′ st. Capuano), Bonalumi, Bucchi, Montesano (39′ st. Pirola), Iovine, Palma, Pinto (39′ st. Piccoli), Lunetta (39′ st. Seck), Chiarello (36′ pt. Rocco), Perna. All. R. Bertarelli

 

ARBITRO: Marco D’Ascanio di Ancona

ASSISTENTI: Tiziano Notarangelo (Cassino); Simone Assante (Frosinone)

 

RETI: 7′ pt. Palma Giana Erminio), 24′ pt. Bifulco (Ternana); 27′ pt. Bofulco (Ternana), 35′ pt. Perna (Giana Erminio) su calcio di rigore, 10′ pt. Frediani (Ternana), 15′ st. Rocco (Giana Erminio)

 

AMMONITI: Diakite’ (Ternana), Frediani (Ternana), Pinto (Giana Erminio), Leoni (Giana Erminio)

 

RECUPERO: 2′ pt; 5′ st.

ANGOLI: 5 a 3 per la Ternana

 

Stefano Giovagnoli