Sabato 27 gennaio a Romala grande boxe

Torna la Grande Boxe in Italia Sabato 27 gennaio a Roma il “Campionato per la Pace WBC” Emiliano Marsili (Italia) vs Victor Betancourt (México).

Sabato 27 gennaio, al PalaTiziano di Roma (in piazza Apollodoro 10), con inizio alle ore 19.00,  l’Opi 82 in collaborazione con la Federazione Pugilistica Italiana, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministro per lo Sport, del CONI e di Roma Capitale, organizzerà un evento mondiale di grande spessore sia sportivo che culturale: il “Campionato per la Pace” del World Boxing Council, per sostenere le popolazioni colpite dal sisma in Italia e in Messico attraverso Scholas – Box Val Foundation, sostenuta dal Vaticano. Ne saranno protagonisti due dei migliori pesi leggeri in circolazione: l’imbattuto italiano Emiliano Marsili (35 vittorie, 14 prima del limite, e 1 pari) ed il messicano Victor Betancourt (22 vittorie e 1 sconfitta). Combatteranno sulla distanza delle 12 riprese, la stessa prevista per i titoli mondiali. La loro foto è stata apposta sulla cintura del WBC sulla quale è ben visibile la scritta “Peace Champion = Campione della Pace”.  “Campionato della Pace: Viva Italia-Viva Messico” è il claim ufficiale della manifestazione, con entrata ad invito.

 

“Si tratta di un evento di caratura mondiale – spiega il Presidente della Opi 82 Salvatore Cherchi – per il quale ho avuto l’appoggio delle istituzioni. Il Presidente del Coni Giovanni Malagò ed il Ministro per lo Sport Luca Lotti si sono impegnati personalmente per concretizzare questo progetto. A loro va il mio più sincero ringraziamento.”

 

Il co-main event della manifestazione sarà il vacante Campionato d’Europa dei pesi medi tra l’italiano Alessandro Goddi (33 vittorie, 2 sconfitte e 1 pari) e l’imbattuto polacco Kamil Szeremeta (16 vittorie consecutive). Goddi ha già combattuto per l’Europeo, perdendo ai punti contro Emanuele Blandamura dopo una spettacolare battaglia che ha dimostrato il valore di entrambi. Emanuele Blandamura ha abbandonato il titolo europeo per dedicarsi ad un importante match di spessore internazionale che sarà annunciato a breve. Per Szeremeta è la prima opportunità di vincere un titolo e quindi darà il massimo. Insomma, ci sono i presupposti per pensare che Goddi-Szeremeta sarà un confronto che divertirà il pubblico presente al PalaTiziano (3.500 posti).

 

In apertura di manifestazione quattro incontri sulla distanza delle 6 riprese. I protagonisti: il peso superpiuma Michael Magnesi (11-0), il peso leggero venezuelano Samuel Gonzalez (16-5) ed i pesi supermedi Andrea Di Luisa (18-4) ed Ivan Zucco (1-0). I loro avversari saranno annunciati nei prossimi giorni.

 

Il Campionato per la Pace è stato ideato dal messicano Mauricio Sulaiman, Presidente della più importante federazione pugilistica a livello planetario: il World Boxing Council. Sulaiman ha sempre amato l’Italia, l’ha visitata molte volte, ed è rimasto profondamente colpito quando ha appreso del terremoto che ha devastato il centro del Paese nel 2016. Ancor di più ha sofferto quando lo scorso agosto un terremoto ha devastato il Messico. Volendo fare qualcosa per aiutare chi è stato danneggiato dai due terremoti, Sulaiman ha pensato ad un’iniziativa pugilistica: un combattimento tra due pugili di alto livello con in palio il titolo di “Campione della Pace”. Pagate tutte le spese della manifestazione, il resto sarà devoluto alla Scholas-Box Val Foundation che aiuterà le  persone che hanno perso la casa per via del terremoto. Queste la parole del Presidente WBC Sulaiman: “Questo sarà un evento storico tra due nazioni sorelle. Un altro nostro obiettivo è mandare un segnale di pace e unione a livello internazionale. Dobbiamo dimostrare che non importa quanto siano grandi le difficoltà, se lavoriamo insieme e con determinazione i nostri problemi saranno risolti.”

 

Il World Boxing Council è attivo dal 1963 e le sue cinture mondiali sono state vinte dai più importanti pugili della storia, a cominciare dal leggendario Muhammad Ali. Di recente, il WBC ha iniziato a collaborare con Scholas, un’organizzazione dedicata alla gioventù (e sostenuta dal Vaticano) che insegna ai ragazzi i valori umani e la stima per se stessi. Il WBC ha creato Box Val per diffondere i valori positivi al maggior numero di ragazzi e di conseguenza anche a quelli che praticano la boxe. Il WBC, Scholas e Box Val hanno organizzato due eventi denominati “Combattimenti per la Pace”: il 7 maggio 2016, a Las Vegas e il 18 marzo 2017 a New York. Nel primo evento, il messicano Saul Alvarez ha sfidato l’inglese Amir Khan. Nel secondo, il kazako Gennady Golovkin ha combattuto contro l’americano Daniel Jacobs. I vincitori (Alvarez e Golovkin) hanno conquistato la cintura Scholas. Sarà proprio Scholas ad amministrare gli aiuti destinati all’Italia ed al Messico. “Come per Golovkin-Jacobs  e Alvarez-Khan, anche di Marsili-Betancourt. si parlerà per anni” ha commentato il presidente WBC Mauricio Sulaiman

Andrea Scarpa a Parigi per la cintura europea dei super piuma
Premio Giuliano Gemma 2017 Forza, Passione, Identità
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
trackback

[…] martedì 16 gennaio 2018  Il Giornale dello sport […]

trackback

[…] martedì 16 gennaio 2018  Il Giornale dello sport […]