HortoTuo organizza un giorno di orto aperto ai bambini

Giovedì 3 novembre 2016  alle ore 9.15 gli alunni della 2° classe della scuola Primaria N. Green di Lacugnano, Perugia, visiteranno gli orti di HortoTuo presso Case Nuove di Pila via Filippo Gualterio.

Continua il progetto di divulgazione culturale dell’orto biologico adiacente alla città, un progetto che si identifica con la realtà di HortoTuo, ecco quindi la decisione di aprire i propri orti a delle lezioni teoriche e pratiche ai bambini, gli uomini e le donne del domani:

In primo luogo verrà spiegato ai bambini la nuova gestione dell’orto: HortoTuo è un condominio di orti moderno e tecnologico: l’irrigazione a goccia comandata da una centralina da remoto e la webcam permettono di seguire l’orto a distanza mediante una app direttamente dal cellulare. HortoTuo quindi è anche per le persone più impegnate che vogliono mangiare sano senza fatica e impegno. HortoTuo infatti per chi lo vorrà mette a disposizione il tutor per le lavorazioni necessarie per coltivare l’orto. L’orto diventa semplice come andare a fare spesa al supermercato. Inoltre i proprietari degli orti potranno chiamare il numero del tutor di HortoTuo per far recidere gli ortaggi coltivati nel proprio orto e farsele portare direttamente a casa. I più appassionati invece potranno coltivare il proprio orto in maniera tradizionale e godere degli spazi verdi messi a disposizione dei proprietari degli orti insieme ai propri bambini. Inoltre HortoTuo è biologico perchè in natura vi sono molti modi per evitare i trattamenti chimici , esistono per esempio molte piante diverse tra loro che se messe vicine possono aiutarsi l’una con l’altra ecc…. Le verdure così coltivate sono sane e sono importantissime per la nostra salute.

Ecco come il tutor di HortoTuo sintetizza in breve l’attività che si può proporre alle classi in collaborazione con le maestre:

osservazioni di stagione: autunno come periodo di transizione tra estate e inverno, periodo di raccolta e conservazione (uva, olive, conserve e marmellate ecc..), cambiano i colori e cambia il paesaggio.

-piante ed animali ed esseri umani: le piante si preparano alla pausa del periodo vegetativo, quindi perdono le foglie per mantenere l’energia e vanno a “riposare”, gli animali preparano le loro tane (ad es: scoiattoli) piene di cibo per l’inverno proprio come gli umani che conservano il raccolto per l’inverno.

-frutta e verdura autunnale: diversa da quella estiva (grande e piena d’acqua), è più bassa e vicina al terreno (protezione della pianta), diversa consistenza, diversi sapori, diversi colori.

-l’alimentazione secondo i colori: secondo i diversi colori le verdure e la frutta ci offrono diverse proprietà terapeutiche (es: rosso-arancione (arancia) = vitamina C = meno raffreddore durante l’inverno; verde (spinaci-cavoli-insalata) = clorofilla-sali minerali = meno stanchezza dopo le corse in bicicletta), stimolando nel bambino una visione più divertente e creativa del cibo.

 

-mani in terra: ogni bambino pianterà un paio di piantine, che poi i bambini vedranno crescere, mandando ogni mese degli scatti alle maestre per vedere l’evoluzione degli ortaggi, al fine di dare un senso di continuità al lavoro dei bambini.

Parte del ricavato di HortoTuo verrà devoluto in beneficienza all’associazione onlus AvantiTutta di Leonardo Cenci.

Stefano Giommini

SKIMAGAZINE diventa maggiorenne,infatti e’ la 18 edizione, prima edizione nel lontano inverno 1999\2000
PRO PONTE Visita delegazione Bratislava Si è parlato anche di terremoto e terremotati

Comments are closed.