Abderrafii Roqt ha vinto l’ottava edizione della Maratona di San Valentino, che si è corsa a Terni domenica scorsa

Tra le donne il successo è andato a Silvia Tamburi, che ha bissato la vittoria dello scorso anno.

L’anno passato aveva sfiorato il record alla Maratona di San Valentino dopo essere arrivato solamente a 10’’ dal primato della manifestazione.

In questa edizione il marocchino Mohamed Hajji dell’Atletica Castenaso Celtic Druid è giunto al secondo posto coprendo la distanza della maratona in due ore, ventisei minuti e ventisei secondi con distacco di 00:06:31 dal vincitore Abderrafii Roqti dell’ASD Podistica Il Laghetto di Napoli all’arrivo con il tempo di 2:19:55.

“Mi sono allenato bene per questa corsa, che tra l’altro ho fatto per la seconda volta – ci ha detto il primo classificato – siamo stati tutti insieme fino al giro di boa di Ferentillo. Poi nella seconda parte della gara, visto la strada in discesa con le gambe che giravano bene, sono riuscito ad allungare il passo e a distanziare gli avversari arrivando al traguardo in solitaria”.

Al terzo posto della Maratona di San Valentino si è classificato Matteo Lucchese dell’Atletica Avis Castel San Pietro in 2:32:59, quarti a pari merito Giuseppe Minnici dell’ASD Piano MA Arriviamo e Giampietro Atanasi della LBM Sport Team con lo stesso tempo di 2:41:22 .

Nella maratona maschile c’è da segnalare il settimo posto di Matteo Zucchini dell’Atletica Winner Foligno con il tempo di 2:45:34, giunto al traguardo a 00:25:39 dalla testa della corsa.

Il primo in classifica dell’Amatori Podistica Terni è stato Egidio Serantoni, che ha completato il percorso in due ore, quarantacinque minuti e quarantatre secondi con 00:25:48 di ritardo dal primo.

Anche quest’anno il presidente dell’Amatori Podistica Fabio Laoreti non ha potuto nascondere la sua soddisfazione per la buona riuscita dell’evento nonostante le avverse condizioni climatiche.

“I numeri, come abbiamo detto, sono in forte crescita, c’è entusiasmo in una manifestazione che non è solo prettamente sportiva dove è importante lo spirito del volontariato.

E poi, come sappiamo bene, è un ottimo veicolo per la promozione turistica del comprensorio”.

La mezza maratona maschile è stata vinta da Pasquale Roberto Rutigliano dell’ASD Eur Camp di Roma in un’ora, nove minuti e ventotto secondi in pratica alla “grande” senza rivali.

“Diciamo che è andata decisamente meglio rispetto alla prima volta nel 2013. La manifestazione è in crescita ed è decisamente migliorata per quanto riguarda il percorso che definirei perfetto.

Nella seconda parte della corsa sono riuscito ad andare forte staccando i miei avversari”.

C’è grande soddisfazione tra i partecipanti alla Maratona di San Valentino al di là dei numeri, per altro positivi, e delle parole di circostanza, ma con una caratteristica tecnica ben precisa.

Non sono certi agevoli i dodici chilometri di salita, che compongono la prima parte del percorso.

Il tutto si bilancia con la seconda, che permette all’atleta di turno di mettere una “marcia lunga” e vincere in solitaria staccando quelli che erano stati compagni di corsa fino a Ferentillo.

La Maratona femminile è stata vinta da Silvia Tamburi dell’Atletica Avis di Perugia, che ha bissato il successo dello scorso anno, con il tempo di 2:53:14 con più di 3’ di vantaggio nei confronti della croata Maria Vrajic anche lei abituata a correre la “San Valentino” sulle strade ternane.

La mezza maratona, invece, è stata ad appannaggio della californiana di San Francisco Kathleen Oneil con il tempo complessivo di 1:22:30 davanti a Paola Bernardo dell’Atletica Amatori Corigliano e Silvia Nasso della Tirreno Atletica Civitavecchia.

 

Stefano Giovagnoli

 

 

 

Impresa per l'atletica azzurra, Tortu 9.99 sui 100 metri
Matteo Furlan si racconta a studenti e disabili al 20° “Meeting Sport Solidarietà Giovani” promosso dalla Nuova Atletica dal Friuli

Comments are closed.